Finalmente è attivo il nuovo dominio www.cosplayeritalia.it, la nuova homepage del gruppo Satyrnet in cui approfondire il fenomeno che tutti noi amiamo! Satyrnet, si occupa da oltre 20 anni di divulgare questa passione made in Japan come vera e propria espressione creativa e artistica. Come una delle prime realtà che hanno promosso il fenomeno Cosplay, Satyrnet ha realizzato e prodotto alcune delle più importanti manifestazioni di settore. Il portale www.satyrnet.it e la sua vastissima community online sono tutt’ora uno dei punti di riferimento per gli appassionati. Gianluca Falletta ha partecipato alla produzione del Festival del Fumetto di Romics, RomaComics & Games, Gaming e Cartoon Days e ora collabora con i principali festival italiani quali LuccaComics & Games, Milano Cartoomics e Napoli Comicon.

Il Cosplay (costume – play) è una neo-tradizione giapponese diffusa sin dagli inizi degli anni 80 dopo il successo di serie Tv (come Gundam) e la diffusione sempre maggiore di Manga, termine usato per identificare il fumetto nipponico. Questo fenomeno, in realtà importato dagli States dove cominciava a diffondersi sin da un decennio precedente, è da ricollegare per la cultura nipponica all’antica tradizione del travestimento medievale. Qualunque sia la sua origine, il cosplay è la pratica che consiste nell’indossare un costume e interpretare il personaggio in questione; poiché il fenomeno si diffonde a livello globale dal Giappone, la maggior parte dei cosplayer preferisce rifarsi a personaggi della tradizione manga, ma oramai la scelta del costume da creare interessa anche su personaggi di videogiochi, serie tv, film e letteratura.

Gli appassionati, oltre ad interpretare nelle convention e fiere dedicate il proprio personaggio preferito, si riuniscono anche spontaneamente per il solo piacere di fare cosplay e partecipare a photoset.

In Europa il fenomeno vede la diffusione, grazie anche alla fortunata serie TV “Dragon Ball” che ha aperto all’occidente il variegato mondo delle Anime giapponesi, portandolo alla diffusione di massa, verso la metà degli anni novanta: la data di riferimento, in Italia, si fa risalire alla Lucca Comics & Game nel 1997,dove per la prima volta ci fu una vera e propria sfilata di cosplay, ma il fenomeno era sicuramente già presente, con la differenza di non essere organizzato. Immediatamente dopo il fenomeno prese piede anche a Roma e vide come protagonista, sin dai suoi primi timidi passi, Satyrnet, fondata nel 1999 e diventata Associazione Culturale nel 2003.

A oggi il fenomeno è visto come un atto di creatività grassroots, ossia che nasce dal basso e si esplica per via orizzontale; il fan rilegge la realtà e gli oggetti secondo i propri interessi e desideri, è per questo che si può parlare, riprendendo il pensiero di Jhon Fiske, di economia culturale ombra, perché in parte i prodotti alimentano l’economia globale ( con i fumetti o vestiti ) e in parte l’economia propria della comunità, il fatto di far circolare questi prodotti aiuta a definire la propria identità e cultura. Un punto di contatto tra le grandi organizzazioni produttive e i fan è dato dai numerosi Fan – club che svolgono un ruolo fondamentale come Opinion makers o Pruducer e entrano di fatto a far parte delle organizzazioni.

Con il nuovo dominio www.cosplayeritalia.it, i cosplayer italiani avranno una “casa online”, dove condividere la propria creatività, la propria passione e, per gli organizzatori di eventi, un luogo perfetto per diffondere i propri eventi e trovare interessanti collaborazioni.

Oltre al sito  www.cosplayeritalia.it, vi consigliamo di approfondire questa passione creativa sul gruppo Facebook di Satyrnet (Cosplay Italian Community) e sulla neonata Pagina Facebook (Cosplayer italiani). 

Gianluca Falletta
Latest posts by Gianluca Falletta (see all)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *