Satyrnet.it

La creatività di Yamily Löng: scrittrice, illustratrice e cosplayer

Oggi facciamo conoscenza di Federica, in arte Yamily Löng, un artista e cosplayer piemontese, più precisamente del biellese. Il nickname di Federica nasce molti anni fa sempre nel periodo delle medie e una unione di vari termini “Yami” oscurità preso da Yu-gi-oh un gioco di carte che gli piaceva molto e “Löng” viene dalla parola drago in cinese il tutto compone Yamily Löng, ma per gli amici va benissimo Yamily o semplicemente Yami.

La talentuosa creativa, sin da piccola, si è sempre applicata nella creazione di splendi artwork avendo scoperto, alle scuole medie, la vasta galassia del fumetto e dell’animazione giapponse. Da quel momento, esse sono divebtate una delle sue passioni principali, adora guardarli, leggerli e disegnare in stile “anime/manga” i suoi eroi preferiti evolvendo il suo talento anche nella creazione di personaggi originali a cui ha sta dando vita attaverso la scrittura del suo prima romanzo/light novel.

Ovviamente, da queste sue passioni, non poteva che scaturire anche la scintilla creativa verso il mondo Cosplay. L’avvicinamento a questa arte che “si crea e si vive” è nata per caso per far qualcosa di diverso e partecipare a una fiera con una sua amica, nello specifico il Torino Comics del 2010,dove Federica ha deciso di presentare il suo primo cosplay: da quel momento non si è più fermata. Il suo primo outfit fu  Lenalee Lee dal opera D.Gray-Man uno dei suoi manga preferiti: all’epoca non sapeva bene come funzionasse questo fenomeno e decise di acquistare il costume e la wig per poi realizzare da sola i cerchi per le caviglie che il personaggio portava con la divisa tre. 

Nel tempo Yamily a realizzato numerosi cosplay una parte comprati e una parte cuciti da sua madre che molto abile nel arte del cucito,lei si dedica soprattutto alla creazione di accessori, armi e al acconciare le parrucche e a tutto quello che concerne il portare al meglio il personaggio scelto, ecco una lista in ordine di apparizione del cosplay fatti fin ora:  Lenalee Lee in due versioni (D.Gray-man), Mami Tomoe (Puella magi madoka magica), Cure Sunshine (heartcatch pretty cure) Lucy Heartfilia in tre versioni (Fairy Tail), Kanaria (Rozen Maiden), Kirigiri Kyouko (Danganronpa), Noel Vermillion (Blazblue), Kouha Ren (Magi The Labyrinth of magic), Cure Honey (Happinesscharge Pretty Cure), Will of the Abyss (Pandora Hearts), Rin Hoshizora in 5 versioni (Love Live), Seth Nightroad (Trinity Blood), Cure Flora (Go! Princess Pretty Cure),Seira in due versioni (Mermaid Melody),Astolfo in tre versioni (Fate/Apocrypha), Marie Antoniette (Fate grand order), Mari Ohara (Love Live Sunshine), Neliel tu Oderschvank (Bleach), Nejire Hadou (My Hero Academia) e Mitsuri Kanroji (Demon Slayer). Per lei ogni personaggi che interpreta e speciale a modo suo perciò non ne ha uno a cui e più legata o meno, ma ne a di quelli che a portato molte più volte come Rin e Lucy.

La creazione dei suoi personaggi varia moltissimo a secondo del progetto: di solito predilige versioni che non fanno in molti perciò in quel caso in commercio non si trovano e deve per forza di cose farli in casa con l’aiuto della madre, adora creare da se accessori e armi e da quando fa cosplay le a sempre create da sola cercando sempre di migliorarsi nel tempo e imparando nuove tecniche e usando materiali migliori,per lei sono molto importanti i dettagli e cerca di far del suo meglio per stare nel personaggio che vuole portare, anche se non eccelle nel make up e non può portare le lenti a contatto per problemi ai occhi.

Federica ha iniziato il suo percorso nel mondo Cosplay perché adorava l’idea di poter essere il suo personaggio preferito per quel giorno o per quelle poche ore, non aveva conoscesse di persone del settore nei anni a conosciuto moltissimi cosplayer bravissimi,ma non ha mai avuto un modello da seguire,per lei l’importante e portare al meglio il suo personaggio nelle sue possibilità: Federica è convinta che per diventare un bravo cosplayer ci voglia dedizione e passione in quello che si fa,si il cosplay e anche divertirsi e fare nuove conoscenze, ma se vuoi diventare bravo devi dedicare al Cosplay del tempo e non farlo tanto per fare, non arrivando la sera prima della fiera e dover finire ancora qualcosa.

Yamily prende parte solitamente alle fiere del nord ovest, principalmente su Torino e Milano, ma spazia anche quando può su quelle più grandi come Rimini Comix e Lucca Comics, le sue preferite sono appunto il Rimini comix e il Festival del fumetto a Novegro (Milano). Yamily nei anni ha partecipato anche a molte gare, questo la aiutata a essere meno timida e impacciata con gli altri, ciò la portata a creare anche dei gruppi cosplay, quello a cui e più legata e quello delle Pretty Cure una serie con tantissimi bellissimi personaggi ma ahimè quasi del tutto dimenticata in italia,portando per ben 5 anni il gruppo al festival del fumetto (Milano)… e spera di poter farne uno ancora più grande quest’anno.

Secondo Federica, il Cosplay si è estremamente diffuso nei ultimi anni: molta più gente si è approcciata a questo mondo durante il lockdown, usando i social per “connettere la propria passione”. Finite le restrizioni, tanta gente ha voluto finalmente “riscattrsi” tornando alle manifestazioni di settore che, negli ultimi mesi risulato “esplose” tanto da diventare infriubili per il loro affollamento. Il lato negativo è che è cresciuta enormemente anche la competizione e la gelosia per la scelta del proprio progetto tanto che è diventato, secondo la creativa, molto difficile approcciarsi ora da zero a questo colorato mondo. In passato, ricorda Federica, superato il momento del “liceo”, in cui veniva bullizzata spesso per le sue passioni, ha sempre trovato nei cosplayer persone con cui condividere il proprio talento senza badare a giudizi / pregiudizi. Dopotutto, Yamily vede il Cosplay come una Passione creativa, dove si può dar vita al personaggio che ai ammirato su carta e cercando di portarlo al meglio, pensa anche che se si può sia giusto guadagnare con quello che si sa fare come qualunque altro lavoro artistico.

Come abbiamo accennato, una delle passioni principali di Federica, oltre al cosplay, è il disegno,adora disegnare fanart,chibi e tutto quello che a ha che fare con i manga e il Giappone, gestisce anche un canale Youtube dedicato dove mette video curiosità sui anime, tutorial e altro sul cosplay e così via…

Infine,  Yamily Löng, vuole consigliare a chi vuole cimentarsi in questa arte fantastica, semplicemente, di non abbattersi, di continuare a seguire la loro passione, cercando di migliorarsi e cercando sempre di lavorare con calma a ogni cosplay che si vogliono fare così senza farsi prendere dal panico, pianificando tutto per bene e non scordarsi che lo sta facendo per divertimento e per una giornata di svago dalla sua routiie quotidiana.

Per scoprire il talento di Federica vi invitiamo a visitare i suoi profili ufficiali: Youtube, Instagram, Tiktok, Ko-fi, e Pixiv.

Gianluca Falletta

Gianluca Falletta

Gianluca Falletta, creatore di Satyrnet.it, finalista nel 2019 di Italia's Got Talent, è considerato "il papà del Cosplay Italiano". Come uno dei primi sostenitori e promotori del fenomeno made in Japan in Italia, Gianluca, in 25 anni di attività ha creato, realizzato e prodotto alcune delle più importanti manifestazioni di  settore Nerd e Pop, facendo diventare Satyrnet.it un punto di riferimento per gli appassionati. Dopo "l'apprendistato" presso Filmmaster Events e la Direzione Creativa di Next Group, due delle più importanti agenzie di eventi in Europa, Gianluca si occupa di creare experience e parchi a tema a livello internazionale e ha partecipato allo start-up dei nuovissimi parchi italiani Cinecittà World, Luneur Park e LunaFarm cercando di unire i concetti di narrazione, creatività con l'esigenza di offrire entertainment per il pubblico.
Per info e contatti gianlucafalletta.com

Aggiungi commento

Nerd Artists Collective

La nostra pagina facebook

Iscriviti per: Satyrnet

* = campo richiesto!

Sostienici

Seguici

Facebook Page
Instagram

Iscriviti per: Satyrnet

* = campo richiesto!