Come grande appassionato di fumetti, ho sempre trovato interessante quando di alcuni di essi, veniva realizzata la versione televisiva, anche se molto spesso non rispecchiava pienamente il personaggio o la serie in questione. In alcuni casi poi è anche bello vedere come vengono realizzati episodi cross over con altre serie televisive del genere, formando veri e proprio team-up come nelle serie a fumetti. Una delle serie in questione è abbastanza datata e durò solo una stagione, ma fu anche l’inizio della carriera cinematografica del celebre Bruce Lee, si tratta di “The Green Hornet” conosciuta da noi come il “Calabrone Verde”.

Prodotta dalla 20th Century Fox Studios, e trasmessa dalla rete televisiva ABC, si compone di 26 episodi racchiusi in un’unica stagione, poi il programma venne cancellato. Per interpretare la parte di Britt Reid/Calabrone Verde venne scelto Van Williams, mentre invece per il ruolo di Kato l’autista della Black Beauty e aiutante del Calabrone venne scelto, grazie alle sue doti atletiche e alla sua abilità nelle arti marziali, Bruce Lee, qui al suo esordio, che lo portò a divenire in futuro una star del cinema del genere azione/arti marziali.

 

Serie bastata sull’omonimo personaggio radiofonico creato negli anni 40, Green Hornet combatte il crimine per riportare la giustizia per le strade della sua città.

 

Visto l’aumentare della criminalità sulle strade di Century City, e l’impotenza delle forze di polizia sempre più insufficienti, Britt Reid proprietario e direttore del Sentinel, il maggior quotidiano della città, decide di fare qualcosa e di passare all’azione. Così con l’aiuto del suo maggiordomo e autista Kato, decide di combattere il crimine sotto mentite spoglie, ma non nei panni di un supereroe, bensì nei panni di qualcosa di completamente differente, che possa incutere non solo timore, ma terrore nella criminalità locale di Century City.

Infatti, di giorno, Britt mantiene il suo ruolo di redattore capo del Sentinel, mentre di notte assume l’identità di Green Hornet un oscuro personaggio mascherato, che, a bordo della sua superaccessoriata automobile, la Black Beauty, guidata dal suo assistente Keto, viaggia per le vie della città, per affrontare e sgominare le bande criminali della città, però ufficialmente non si tratta di eroi, infatti Green Hornet, si presenta a tutti come il vero signore del crimine di Century City e le altre bande che si vogliono insediare in città contro il suo volere hanno solo due alternative o andarsene oppure affrontare Green Hornet.

Quasi sempre, anzi sempre, i nemici di Green Hornet decidono di affrontarlo, però egli grazie alle sue risorse e all’abilità di Kato, riesce sempre a sconfiggere l’avversario che viene poi ritrovato e arrestato dalla polizia, e, come sempre, Green Hornet si defila in quanto ufficialmente egli è un criminale, cosa che viene anche enfatizzata per ordine di Britt stesso nelle pagine del Sentinel. Però, ufficiosamente, egli combatte il crimine per ripulire Century City, solo pochi sanno il suo segreto tra questi il procuratore distrettuale Scanlon, che suo malgrado deve assicurare alla giustizia l‘unico eroe di Century City.

Una serie molto dinamica e divertente, che ci presenta un eroe inusuale, il quale per rendere giustizia nella sua città, non esita a spacciarsi per un boss della malavita dovendo così scappare dalla legge, nonostante abbia fatto assicurare alla giustizia i veri criminali.

 

Curiosità

 

Si fanno alcuni riferimenti a Green Hornet nel film di Tarantino “Kill Bill vol.1” quando la sposa va in Giappone ad affrontare uno dei suoi aguzzini, infatti, mentre la segue in moto, viene messo sottofondo il tema musicale “The Green Hornet” e la banda che affronta gli “88 Folli”, indossa la “maschera Kato”.

Nella serie di “Batman” di Adam West, ci fu un episodio cross-over in cui compare Green Hornet, formando un vero e proprio Team-up.

 

Marco Giovanni Lupani

Marco Giovanni Lupani

grande appassionato di cinema di fantascienza, fantasy, horror e Trash. Interessato anche ai fumetti di ogni genere dai comics ai manga a quelli d'autore. Cosplayer della vecchia guardia dagli anni 90
intrigato da ogni cosa che possa stimolare la sua curiosità
Marco Giovanni Lupani

Latest posts by Marco Giovanni Lupani (see all)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *