A partire da oggi, 30 novembre, i fan dei personaggi della DC e gli amanti dei Lego potranno godere, anche in Italia, dell’esperienza di The Art of the BrickDC Super Heroes, la mostra realizzata con grandi sculture fatte di mattoncini Lego e ispirate agli eroi ma anche ai cattivi della DC Comics, tra cui Batman, Superman, Wonder Woman, Joker e Harley Quinn. La mostra di Roma sarà ospitata, fino al 28 gennaio 2018, presso Palazzo degli Esami.

Per bambini e adulti che amano i Lego, Nathan Sawaya – avvocato scopertosi artista – è una sorta di super eroe. Negli ultimi dieci anni ha infatti trasformato un semplice gioco in una forma di arte moderna, stimolando migliaia di giovani a lasciar correre la propria fantasia anche fuori dalla scatola di mattoncini. «Come Superman, ognuno di noi ha una propria storia. Questa collezione mette in mostra proprio gli elementi della vita di un super eroe, compresi quelli che ci trascinano nel pieno dell‘avventura» spiega Nathan Sawaya. «Non vedo l’ora di tornare a Roma con The Art of the BrickDC Super Heroes dopo il calore ricevuto con The Art of the Brick … da bambino passavo intere domeniche mattina sul pavimento a giocare con i Lego mentre guardavo i cartoni DC Super Friends» aggiunge l’artista. «Pensavo che i personaggi delle mie città di Lego avessero dei super poteri tali da sconfiggere i nemici – che solitamente identificavo con le bambole di mia sorella. Per me, quindi, questa nuova mostra è un sogno che diventa realtà: è un onore aver potuto re-immaginare questi personaggi e le loro storie».

Palazzo degli Esami si trasforma così in una Gotham City di 2000 mq nel cuore di Roma, dove i visitatori potranno immergersi nell’incredibile atmosfera creata da Sawaya che, usando esclusivamente i mattoncini standard di Lego, ha realizzato più di 120 opere originali, tra cui una Batmobile di dimensioni reali costruita con mezzo milione di pezzi. «DC Super Heroes è una mostra sorprendente perché mette assieme le qualità artistiche di Nathan Sawaya, che ha conquistato il pubblico italiano con The Art of the Brick a Roma e Milano, e il fantastico mondo dei Supereroi della DC» sottolinea Fabio Di Gioia, di LiveTree, curatore italiano della mostra. «È la combinazione fortunata della fantasia e capacità dell’artista con un mondo alternativo, nel quale proprio con gli eroi del bene e del male abbiamo combattuto da piccoli e ci siamo allenati a combattere nella lotta della vita».

Da quando, nel 2007, ha debuttato la sua prima mostra personale, i lavori di Nathan Sawaya hanno catturato l’attenzione sia dei critici d’arte sia dei nuovi interpreti della cultura pop. Esposte nei principali poli d’arte in tutto il mondo, le sue opere sono conservate sia in collezioni private sia in quelle pubbliche. Inizialmente avvocato aziendale a New York, Sawaya è il primo artista ad aver trasformato i giochi Lego in opere che sono sia belle sia divertenti, dal momento che Sawaya posiziona e disegna meticolosamente ogni mattoncino per trasformare i pezzi Lego in opere d’arte. La sua dedizione nel raggiungere la perfezione delle dimensioni e del colore fa sì che uno dei giochi più popolari al mondo sia stato elevato a opera d’arte. Definita dalla CNN come una delle mostre al mondo “da vedere”, la sua “The Art of the Brick” continua a ispirare la creatività di molti e a superare record di presenze di visitatori. Sawaya, riconosciuto come uno dei massimi esponenti dell’arte contemporanea, ha creato una nuova dimensione unendo pop art e surrealismo in modi stupefacenti e rivoluzionari. Le sculture di Sawaya erano in primo piano sul tappeto rosso e nella diretta degli Oscars 2015 quando la sua statuetta di Lego venne fotografata nelle mani di Emma Stone, Oprah, Neil Patrick Harris e Meryl Streep. Sawaya, inoltre, ha collaborato con Lady Gaga nella realizzazione di un video per l’album ArtPop nel quale compare l’opera Yellow oltre che con il pluripremiato fotografo Dean West per “In Pieces”, un progetto multi-mediale. Nathan Sawaya, nato a Colville, Washington, è cresciuto a Veneta, Oregon, e ha studiato a New York. Attualmente vive e lavora tra i suoi studi di New York e Los Angeles. Le date e le città delle esposizioni, oltre a tutte le informazioni aggiuntive sono reperibili sul sito
brickartist.com.

Gianluca Falletta
Latest posts by Gianluca Falletta (see all)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *