L’A-Team è un gruppo di ex-soldati speciali che, tornati dal Vietnam, si sono ritrovati a dover fuggire dal governo americano che li accusa di un crimine di guerra e perciò li vuole morti. I componenti del gruppo, ufficialmente morti, sono: il colonnello Hannibal Smith il capo, il sergente Bosco B.A. Baracus il bestione, il capitano Murdock il pazzo e il tenente Sberla, il belloccio. Dai primi anni ’80 il telefilm A-Team veniva trasmesso nelle reti mondiali di mezzo mondo e nessuno si perdeva le gag di Murdock o le fregature che tirava Sberla per prendere in prestito qualche camion…

 NEL 1972 GLI UOMINI DI UN COMMANDO SPECIALIZZATO OPERANTE IN VIETNAM, VENNERO CONDANNATI INGIUSTAMENTE DA UN TRIBUNALE MILITARE.EVASI DA UN CARCERE DI MASSIMA SICUREZZA, SI RIFUGIARONO A LOS ANGELES VIVENDO IN CLANDESTINITÀ, SONO TUTTORA RICERCATI.MA SE AVETE UN PROBLEMA CHE NESSUNO PUÒ RISOLVERE E SE RIUSCITE A TROVARLI FORSE POTRETE INGAGGIARE IL FAMOSO A-TEAM.

La serie della Universal Pictures (aka MCA/Universal Pictures), creata da Frank Lupo e Stephen J. Cannell, segue il filone del “militarismo buono”, in cui l’uso di armi ingegnose e letali non comporta mai la morte o il ferimento grave dei nemici, secondo un’impostazione tipica dell’intrattenimento popolare negli anni 1980. La regia delle puntate della serie, trasmessi per la prima volta sulla NBC dal 1983 al 1987, è stata affidata a Craig R. Baxley, Chuck Bowman, Bobert Bralver, James Darren, Ivan Dixon, Dennis Donnelly, James Fargo, Sidney Hayers, David Hemmings, Bruce Kessler, John Peter Kousakis, Arnold Laven, Guy Magar, Bernard McEveety, Tony Mordente, Christian I. Nyby II, Michael O’Herlihy, Ron Satlof, Gilbert M. Shilton, Michael Vejar. Le puntate di A-Team duravano all’incirca un’ora e iniziavano tutte con la splendida sigla creata da Mike Post e Pete Carpenter. Negli anni ’80 il telefilm venne trasmesso per la prima volta anche da noi in italia ed è tuttora in rete al mattino, la serie combina momenti di adrenalina allo stato puro, con battute e situazioni di umorismo, e come “Mac Guyver” nel tele film A-Team è una realizzazione pensata apposta anche per un pubblico più giovane che resterà sempre incollato allo schermo per seguire le duecento e passa puntate realizzate in america fino ai primi anni ’90. Il giudizio che potrei dare è quello di un tele film realizzato veramente molto bene con una regia forse un po’ monotona ma le puntate che non stancano mai di essere viste.

Il titolo A-Team si riferisce indirettamente agli “A-Teams”, termine con cui si intendono gli Operational Detachments Alpha all’interno dell’organizzazione delle Forze Speciali dell’Esercito degli Stati Uniti, addestrate per la guerra non convenzionale e le operazioni speciali).

Il telefilm era caratterizzato dal particolare ingegno del colonnello Hannibal e dalla rapidità e l’ingegnosità del lavoro di squadra dell’ intero team nel progettare e realizzare le armi e i mezzi giusti per affrontare chi se la prendesse con i più deboli, da un semplice pullman sciancato (magari con un metro di spago e due o tre pile eltrriche) riescono a realizzare un autoblindo armato oppure ingannano il nemico con azioni militari pre progettate; difficilmente sbagliano anche se hanno alle costole il cattivo colonnello dell’ M.P. Daker che con la sua squadra non li lascia per un attimo in tregua, anche se l’ A-Team riuscirà ogni volta ad evaderlo e a farlo fesso.

In ogni puntata dell’ A-Team non si vedono spargimenti di sangue, anche se le sparatorie non mancano mai, ma scazzottate e combattimenti non violenti sono all’ordine del giorno. I quattro sono mercenari, ma ben poche volte chiedono soldi alle povere persone che chiedono il loro aiuto. I quattro ex berretti verdi operano nella città di Los Angeles e a volte anche in giro per tutta l’ America, non hanno paura di nessun malcapitato che gli capiti contro e si battono sempre per la giusta causa.

Colonello John ‘Hannibal’ Smith fu interpretato dall’attore George Peppard, nato a Detroit l’1/10/1928 e deceduto a a Los Angeles il 28/5/1994: la sua frase preferita:”Adoro i piani ben riusciti”. Il colonnello Smith. eroe del Vietnam e ingiustamente accusato per un furto, decide di prendere con se i suoi uomini e diventare un soldato di ventura. La sua passione è l’autorealizzazione, i suoi famosi piani “ben risciuti”, inoltre ha un profondo amore per il jazz, Gusti particolari per un colonnello freddo e pericoloso, sprezzante del rischio, che si trovò a giocare a baseball con una bomba a mano al posto della palla. Si conquistò il rispetto e la stima di molti soldati tra i quali 3 suoi fidatissimi militari.  Il Colonnello dell’ U.S. Army ama i buoni sigri cubani, chissà come si comporterebbe con un nostrano Toscanelllo? L’attore George Peppard è scomparso a Los Angeles il 28 Maggio del 1994. Un saluto da parte di tutti noi al nostro grande colonnello.

A dare il volto e i muscoli al Sergente Bosco ‘B.A.’ Baracus fu l’attore e atleta Mister T (Lawrence Tero) nato a Chicago il 21/5/1952. Baracus è un sergente dell’U.S. Army ed ha combattuto nel Vietnam insieme all’A-Team, Il suo ero nome è Bosco ma tutti lo choiamono con Il soprannome B.A. significa ” Bat Attitude” che è stato giustamente tradotto nel nostro paese con P.E. “Pessimo elemento”, soprannome attribuitogli in Vietnam per il suo carattere da duro.  Oltre ad essere famoso per i gioielli con cui si ricopre, P.E. è un fantastico meccanico e d un abilissimo tecnico elettronico, creando con le sue “manine d’oro” ogni tipo di marchingegno che possa tirar fuori l’A-Team dai guai in cui si mette.  Ma non è esente da punti deboli, ha un vero e proprio terrore per il volo, ogni volt che il gruppo deve usare l’aereo per uno spostamento il burbero meccanico deve essere drogato e reso impotente, e ci mancherebbe altro: provate voi a convincere na massa di muscoli alta due metri!  Il massimo comico che raggiunge il nostro P.E. è il suo rapporto amore-odio con il capitano Murdock, pilota di aerei appunto. La frase emblematica di questa loro amicizia è rappresentata da:”Zitto, scemo!”, che B.A. dice sempre al capitano.

Il Tenente dell’U.S. Army Templeton ‘Sberla’ Peck fu interpretato da Dirk Benedict (Helena l’1/3/1945). Hai bisogno di qualcosa? Sberla te lo trova. Eccolo, il tipico ‘dritto’, con le mani in pasta dappertutto. Ovviamente il belloccio di turno non poteva mancare, ma Sberla è un po’ particolare in questo ruolo, sempre un po’ tardo, un po’ ruffiano, ma estremamente convincente soprattutto con le donne. Ha una lingua velocissima, furbo ma non tanto da poter tirare i suoi amici fuori dai guai. La frase che lo contraddistingue è “Hai da fare Sabato sera?”. Era divertentissimo vederlo mentre cercava di sciorinare il suo savoir-faire con i bifolchi che conoscono sole le armi e ogni volta quindi finiva per prendercele.

Il Capitano dell’U.S. Air Force ‘Howling Mad’ Murdock fu interpretato da  Dwight Schultz, nato a Baltimora il 24 Novembre 1947. Grida, scalcia, canta a squarciagola nei momenti più strani. E’ pazzo, lo è o finge? Probabilmente lo è, come probabilmente è un pazzo geniale, pazzo come una volpe. Nelle situazioni più imprevedibili riesce a cavare tutti dai guai con una trovata geniale…oppure con il suo elicottero. Perché questo deve fare, pilotare gli aerei e lo fa in maniera magistrale. Il suo grande amico-nemico è il sergente Baracus, che invece odia il volo e odia, o forse gli vuole un bene dell’anima, Murdock, nonostante i continui “zitto scemo”. Murdock è un personaggio riuscitissimo, perché è uno di quei personaggi, forse standard di varie storie, che però colpiscono la fantasia.

Come finisce la serie televisiva? I membri dell’A-Team hanno subito il processo della Corte Marziale uscendone innocenti. Lo stesso Murdock viene dichiarato “sano di mente” e rilasciato dall’Ospedale Pscichiatrico

L’11 giugno 2010 è uscito nelle sale cinematografiche statunitensi l’adattamento cinematografico della serie televisiva, A-Team, prodotto dalla 20th Century Fox. Ambientato ai giorni nostri, vede i protagonisti operanti in Iraq invece che in Vietnam. Del cast del film fanno parte Liam Neeson nel ruolo del colonnello John “Hannibal” Smith, Bradley Cooper nel ruolo di “Sberla”, Sharlto Copley nel ruolo di Murdock e Quinton “Rampage” Jackson nel ruolo di “P. E. Baracus”. Per info, ecco qui un breve articolo.

admin
Latest posts by admin (see all)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *