Talib è un povero lucidatore di pomelli alla corte di Babilonia: il giovane, gentile e nobile d’animo, s’innamora della figlia del re, secondo il classico copione delle fiabe. Ma è stabilito che potrà sposarla solo chi le porterà in dono un diamante grande quanto la testa di un toro.

Così Talib parte alla ricerca della pietra, facendo numerosi bizzarri incontri attraverso un cosmo formato da quattro sfere concentriche (Fuoco, Terra, Cielo, Firmamento): si unisce al razzista Miralem, esattore delle tasse nel mondo delle nuvole, incontra Nizar monaco ostile al Desiderio, negozia con il Drago delle paludi, visita la metropoli dai pinnacoli a forma d’asparago, raggiunge la Luna per recuperare una boccetta d’ombra e avrà la fortuna di assistere allo spettacolo del circo itinerante più lento del mondo, e la sfortuna di ritrovarsi appeso a una nuvola, lungo un viaggio dettato sì dall’amore, ma in realtà carburato dalla curiosità.

Un romanzo raffinato e prezioso, ricco di fantasia e cultura ma anche di ironia, costituito da un testo accompagnato da note in cui risultano evidenti i rimandi a Voltaire, Borges e Calvino, oltre naturalmente alle Mille e una notte, ma anche al bacino più “pop” degli immaginari fantastici anni ’80, da Dungeons & Dragons a Dune.

L’AUTORE

Bruno Tosatti è nato a Roma nel 1987. Talib, o la curiosità, finalista al Premio Calvino, è il suo primo romanzo.

ULTIME PUBBLICAZIONI NELLA STESSA COLLANA

Biliardo sott’acqua di Carol Bensimon

Il giorno della nutria di Andrea Zandomeneghi

Ricrescite di Sergio Nelli

Talib, o la curiosità di  Bruno Tosatti  Collana «Romanzi»

Tunué

DATI

216 pp.

17 €

14×21 cm com bandelle

Enrico Ruocco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *