Una cara amica ci è venuta a trovare oggi nel salotto cosplay di  Satyrnet: Sunita Zucca, in arte Sunymao, una talentuosa creativa, cosplayer e singer dalle doti davvro uniche. Sunita è di origini Indiane ma abita in Italia da quando fu adottata da una famiglia pratese: la sua famiglia ha accolto positivamente il talento creativo della bellissima Sunymao lasciando piena libertà. Sunita ha da sempre adorato l’arte e tutte le sue sfaccettature,in particolare il disegno e la pittura grazie ai quali ha iniziato a manifestare le sue doti artistiche ritraendo volti di animali e dei suoi personaggi preferiti dal mondo dell’animazione nipponica e americana. Si è diplomata all’istituto d’arte di moda e costume di Montemurlo, ha frequentato la scuola privata le grand chic per poter migliorare la sua passione del cucito e sartoria grazie anche al cosplay. Ha preso lezioni di canto lirico partecipando a diverse opere e concerti,avendo una voce molto versatile può mixare voce lirica con quella moderna e questo ha fatto si che fosse ingaggiata a numerosi eventi del fumetto come performer per re-interpretare brani a tema anime giapponesi, cartoni, film e videogiochi trasportando con la sua voce il cuore di chi la ascolta. Infine l’ultima impresa lavorativa è stata quella di aver partecipato nei panni di cosplayer e cantante come giurata al programma televisivo All together Now andato in onda su Canale5 condotto da Michelle Hunziker e j-Ax, per tutte e due le stagioni Sunita ha indossato abiti eccentrici e colorati sedendosi accanto al rapper più famoso d’Italia.

Sunita ci confessa che non è “cresciuta” con una passione verso il Cosplay: all’inizio non sapeva cosa fosse il cosplay, solo parlandone con il fumettaro di fiducia si scoprii che c’era un mondo dietro alle fiere e convention del fumetto e da lì iniziò il debutto in questo ambiente. La nostra prima ha iniziato a fare Cosplay nei primi anni 2000, interpretando Ada Wong dal videogioco Resident Evil vincendo un premio speciale nel quale consisteva la pubblicazione di foto del suo cosplay su 2 riviste videoludiche molto conosciute in Italia e che oltretutto collezionava. Quali cosplay hai realizzato fino ad ora? Tantissimi,da anime giapponesi, disney, film ma soprattutto videogiochi. Si ammonta a un 170 cosplay ed oltre non considerando gli abiti original. Il nickname “Sunymao” è un’idea nata sui banchi della scuola alle superiori, è la versione antropomorfa con le sembianze di gattina di Sunita, realizzandone diversi disegni nel tempo e perfezionandola nel tempo. Il debutto di questo personaggio è stato grazie allo show televisivo All together now al quale Sunita ha preso parte come giurata del muro delle 100 persone esperte in musica e canto presentando 2 versioni di Sunymao. Essendo sarta e costumista realizza tutto da sola partendo dal cartamodelli fino alla realizzazione in stoffa,lo stesso vale per gli accessori come copricapi e monili.

Tra le centinai di creazioni che ha realizzato, Sunita ama particolaremente il suo cosplay di Alita dall’omonimo manga :Battle angel Alita. Originariamente questo cosplay lo ha realizzato nel lontano 2009, l’anno scorso ha voluto sperimentare i nuovi materiali in commercio come il foam per poter realizzare da zero l’armatura riscuotendo un ottimo successo e vincendo i contest. La storia di Alita è drammatica ma anche commovente e a tratti quando Sunita la leggeva si immedesimava nel personaggio per il carattere e temperamento.

Sunymao stima moltissimo l’ambiente Cosplay: ci sono tantissimi cosplayer molto qualificati ma non ci sono state ispirazioni particolari. Sul concetto di “lavorare” in cosplay ci sono molte sfaccettare: Sunita, basandoti sulle sue esperienze, può affermare che esiste una specie di “Industria” legata ai Cosplay. Partendo o dai gruppi di animazione dove è compreso anche il cosplay, oppure coloro che vendono gli abiti già pronti. Quindi diciamo che c’è un bel giro attorno a questo hobby anche se comunque per adesso non c’è la ‘voce’ cosplay come lavoro vero e proprio.  il cosplay è e rimane sempre una passione e su questo siamo d’accordo, ci sono delle alternative che fanno si che questa passione possa diventarne anche un lavoro come ricevere ingaggi per indossare X personaggio per una festa di compleanno o un evento oppure essere ospitati come madrine o guest star agli eventi del fumetto. Infondo non c’è niente di male poter riuscire a lavorare con la propria passione, è quello che ha realizzato Sunita dopo anni di sacrifici ma infine è stata ripagata e con tanta soddisfazione. Inoltre, lavorando alle fiere del fumetto o altri eventi, grazie al Cosplay si può unire in modo positivo la sfera della passione con quella della vita sociale appartenendo, spesso, la cerchia di amici a questi mondi Nerd.

Sunita partecipa a numerosi eventi in tutta Italia: i suoi preferiti sono Rovigo Comics, Firenze Comics, Mugello Comics, Vinadio Comics, Fentasy, La festa delle fate( Garda). Tutti eventi ai quali Sunita è stata ospite ed hanno lasciato grandi emozioni e bei ricordi.

A proposito della diffusione dei social network Sunymao ci dice che tanti anni fa, quando ancora si scriveva con i forum e le vecchie chat di Messenger si conosceva tante persone ma non c ‘era quell’ aggiornamento continuo delle vicende che comprendevano gossip nel cosplay e nelle fiere del fumetto. Adesso è tutto molto veloce, intuitivo a partire dalle mode del momento alla realizzazione dei photoset alle le foto sensuali etc… Dipende ovviamente che uso ne fa una persona di questi social, ovviamente ognuno è libero di fare ciò che che vuole senza pregiudizi e guidicare gli altri,basta essere consenzienti di quello che si vuole mostrare al pubblico e parlando appunto di social è molto vasto.

Sunymao trova stressante nell’imbattersi in persone che criticano il Cosplay in maniera sterile: le critiche ce ne sono state e continueranno ad esserci nei confronti dei Cosplayer, e ancor di più, purtroppo, nel suo caso particolare, essendo di origini orientali, ci sono stati episodi anche di razzismo e cyberbullismo nei suoi confronti solo per il fatto che era invitata agli eventi. Il consiglio è sempre il solito e irremovibile: Lasciare perdere le chiacchiere e continuare a fare ciò che si ama.

Gli abiti original Sono un mondo a parte e molto curioso, Sunita ha portato al programma televisivo la maggior parte di original e sono stati molto apprezzati,nelle gare e nei contest spesso e volentieri ci sono i premi appositi per questa categoria per chi ne volesse partecipare ed è molto interessante sotto un certo punto di vista vedere queste realizzazioni perché i personaggi sono di pura fantasia di chi li indossa ed è molto interessante scoprire come si è sviluppata la creazione del personaggio A differenza il cosplayer invece si basa su un personaggio già esistente a meno che non si crei una versione alternativa, ad esempio con uno stile Steampunk,gothico etc… già può essere considerato :versione originale.

Sunita ci racconta anche un simpatico aneddoto avvenuto a Lucca Comics & Games: la nostra amica  portò Rufio da film Hook e Gohan dall’anime DragonBallZ. Alcune persone appassionate dei personaggi dopo averle chiesto le foto assieme esclamarono:”Come sei bello, ti adoro!” Oppure :”Sei il mio amore della mia infanzia Rufio!” Si sente la voce del fidanzato di Sunita (anche esso un eccelso cosplayer) Che esclama: “È una lei!!”. Una delle ragazze risponde :” eh vabeh! É bello lo stesso ” Il tutto si concluse con una bella risata.

Infine, secondo la nostra straordinaria creativa: Il cosplay è un mondo colorato e molto divertente, per chi volesse intraprendere questo hobby il consiglio è quello di essere sempre spensierati e soprattutto prenderla come un gioco.

Per continuare a seguire le splendide follie creative di Sunita Zucca /  Sunymao, vi consigliamo di seguirla su Facebook (facebook.com/SunymaoSunita), su Instagram (.instagram.com/sunymao_official) e su Tiktok (tiktok.com/EmrgM8/).

Gianluca Falletta
Latest posts by Gianluca Falletta (see all)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *