Sembra fantascienza ma non lo è …. La Space Force e degli Stati Uniti è stata annunciata solo due anni fa e non ha ancora intrapreso alcuna operazione militare, ma l’ultimo ramo delle forze armate statunitensi sta già per perdere la sua prima battaglia – contro la Space Force di Netflix . Sembra fantascienza, ma non lo è: come leggiamo da Cbr.com, il noto servizio di streaming ha presentato in anteprima la sua nuova serie di sci fi comedy Space Force lo scorso 29 maggio, tecnicamente il nome dello show non ha alcuna relazione con la più recente organizzazione dell’esercito americano, che ha svelato la sua bandiera ufficiale solo tre settimane fa. A causa del comune naming, tuttavia, la prima battaglia della Forza Spaziale degli Stati Uniti potrebbe essere una guerra di brand- combattuta in tribunale, piuttosto che nello spazio.

In Space Force, la serie televisiva creata da Greg Daniels e Steve Carell, Il presidente degli Stati Uniti ha creato una forza militare spaziale come capo di stato maggiore il generale a 4 stelle Mark R. Naird (Steve Carell). Ma le cose si complicheranno presto, poiché la base sarà installata in Colorado e costringerà tutta la famiglia del generale a spostarsi da Washington in una minuscola cittadina nel mezzo del deserto causando una serie di tragedie famigliari. Inoltre, a lavoro, Naird avrà a che fare con un team un tantinello “non professionale” composta dallo scienziato Mallory (John Malkovich), eccentrico e contrario alla guerra, l’arrogante e incompetente social media manager Tony Scarapiducci (Ben Schwartz), un soldato russo di nome Yuri, ma che si fa chiamare Bobby, che dovrebbe essere un collaboratore ma pare sia inviato lì per rubare i segreti tecnologici, l’ingenuo assistente di Naird, Brad, anch’egli generale ma ad una stella.

La “reale” US Space Force è stata annunciata invece per la prima volta dal presidente Donald Trump nel marzo 2018. Il ramo militare è stato ufficialmente istituito come organizzazione formale lo scorso dicembre. Netflix, nel frattempo, ha dato il via libera all’omonima serie di 10 episodi a gennaio 2019 e ha già bloccato i diritti sul nome in diversi paesi.

Nonostante condividano il nome, entrambe le entità hanno molto spazio di manovra senza suscitare confusione. È improbabile che l’ironica serie di Netflix, con la sua satira politica contro l’attuale amministrazione presidenziale, induca i suoi spettatori a pensare che stiano guardando una reale docufiction su un vero ramo dell’esercito americano. La nascente US Space Force, nel frattempo, deve ancora decollare, sia letteralmente che figurativamente.

Gianluca Falletta
Latest posts by Gianluca Falletta (see all)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *