ROBOCOP VIVO O MORTO: giovedì 5 settembre è uscito il secondo e conclusivo volume

ROBOCOP, il film cult di Paul Verhoeven, è certamente una delle grandi icone degli anni ’80. E quindi una delle grandi icone degli ultimi decenni, dal momento che gli anni ’80 sono stati una fucina di personaggi e storie entrate rapidamente nella leggenda.

SaldaPress, negli ultimi anni, ha deciso di investire molto su alcune di quelle icone: AlienPredator, prossimamente Terminator e, appunto, ROBOCOP.

Giovedì 5 settembre è uscito ROBOCOP – VIVO O MORTO vol. 2 (pagg. 160, euro 24,90), il secondo e conclusivo volume della recentissima serie pubblicata negli USA da Boom! Studios, scritta da Joshua Williamson e disegnata in questo caso da Carlos Magno e Dennis Culver.

Immaginato come diretto sequel del film del 1987, ROBOCOP: VIVO O MORTO è ambientato pochi mesi dopo le vicende raccontate nel film. Avevamo lasciato Robocop e l’agente Lewis – divenuta nel frattempo, suo malgrado, detective – alle prese con le macchinazioni di John Killian. La OCP gli ha affidato il compito di mediare sul ritiro delle armi dalle strade di Detroit, ma l’unico risultato ottenuto è stato quello di diffondere il caos e la violenza. Chi copre Killian? Perché non vogliono che il detective Lewis indaghi? E chi cerca di impedire a Robocop di intervenire?

Il secondo volume di VIVO O MORTO, nel pieno rispetto delle atmosfere del film di Verhoeven, spinge sul pedale dell’acceleratore e scatena una guerra metropolitana, magistralmente orchestrata da Williamson. Un altro capitolo da non perdere per tutti i fan di ROBOCOP e del fumetto d’avventura sci-fi, in attesa del sequel cinematografico prodotto da MGM e intitolato RoboCop Returns.

Enrico Ruocco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *