ComiconIeri (29 aprile) ho deciso di fare una “scappata” al Comicon per vedere com’è strutturata la famosa fiera napoletana.

Tralasciando le peripezie per arrivarci, posso dire che non essendoci mai stata, ho trovato molto utili e dettagliate le indicazioni fornite sul sito. Quest’anno la fiera si è tenuta unicamente presso la Mostra d’Oltremare e questo ha fatto sì che i cosplayers (e non) si potessero ritrovare più agevolmente tra la folla. Un Comicon, che si è mostrato molto accogliente, raccolto ma non caotico. Gli spazi si sono rivelati, quindi, adatti e ben scelti, i cosplayers erano tutti fantastici e il livello molto alto. L’unica nota negativa è quella della mancanza di spazi per i fotografi e per i loro fotoset perché le aree più pittoresche erano chiuse al pubblico. Per quanto riguarda lo staff, già dall’ingresso imperava la gentilezza e la disponibilità, a partire  dalle ragazze della sezione accrediti. Tornando alla fiera, oltre a visitare (a fatica, perché per via del caldo molti si erano ritirati al coperto) gli stand numerosissimi, ben distribuiti e suddivisi per area tematica, mi sono prodigata a raccogliere le impressioni dei presenti. Le persone con cui ho parlato si sono manifestate tutte entusiaste e soddisfatte e ho ricevuto pareri positivi, tranne uno che riguardava la posizione del palco, deduco che questo pensiero sia derivato piuttosto dalla “profanità” di chi va alle fiere perché non si pensa alle misure di sicurezza e ai motivi legati a esigenze organizzative. Mio malgrado non ho potuto seguire le premiazioni ma citerò il nome di colui che ha vinto nientepopodimeno che l’Eurocosplay! Ossia Manuel D’Andrea col suo Cavaliere senza testa. Quindi tutti i miei complimenti a Manuel che ha iniziato coi cosplay da appena un anno e ha già sbancato tutte le fiere a cui ha partecipato e complimenti agli organizzatori del Comicon!

admin
Latest posts by admin (see all)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *