Quackula è una serie uscita alla fine degli anni ’70 primi anni ’80, composta da una ventina di episodi contenitore della serie di Heckle & Jeckle, le tragicomiche avventure di due amici corvi: la serie comprendeva due episodi di Heckle & Jeckle, e nel mezzo un episodio appunto di Quackula. In Italia venne trasmessa dopo la metà degli anni ’80 prevalentemente nelle reti locali. Anche se Quackula manteneva certi toni horror tipici dell’epoca, come dormire in una bara e la voglia di bere sangue, essendo una serie animata di stampo umoristico alla fine ogni puntata era stata strutturata in modo da far ridere lo spettatore.

Giorni nostri, nella remota periferia di una cittadina americana, all’interno di una zona paludosa, che sembra richiamare la Luisiana, sorge un antico maniero, al cui interno vive un orso di nome Teodoro, una persona qualunque con un lavoro, una casa e degli hobby, egli trascorre le sue giornate con tranquillità e beatitudine, però quando calano le tenebre e scende la notte, mentre Teodoro si concede il riposo dei “giusti”, dai sotterranei di quell’antico maniero, si risveglia un male antico come il tempo. Infatti in quegli angusti meandri, è posta una bara a forma di uovo, e quando si estingue l’ultimo raggio di sole, la bara-uovo si apre e si risveglia il “Conte Quackula”, un papero vampiro, immortale vecchio quanto il tempo stesso. Al suo risveglio il Conte Quackula ha un solo pensiero, spaventare e bere il sangue del suo “coinquilino” Teodoro, utilizzando ogni mezzo possibile, però la sua crudeltà viene messa in contrapposizione alla sua goffaggine e anche a un pochino di sfortuna, infatti molto spesso non riesce nel suo intento, creando un finale sempre più divertente in un escalation di risate generali.

Senza tante pretese, con una trama molto velocizzata, si tratta infatti di episodi di una ventina di minuti, ma molto ricchi di umorismo condito da gag e situazioni paradossali, come, ad esempio, la bara-uovo di Quackula rapita dagli alieni. Grafica molto curata e con una definizione dei personaggi molto nitida.

L’unica nota negativa e che purtroppo ne han fatti solo pochi di episodi, quando secondo me potevano farne molti di più

 

Natascia Zampella
Latest posts by Natascia Zampella (see all)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *