Quante volte da piccoli siamo rimasti soli in casa? Ci sentivamo grandi, e poi arrivava la sera e avevamo paura delle porte socchiuse…  Il 15 novembre 2019 il via alla campagna di crowdfunding della web short series Doorlight. La serie, prodotta da Amarena Pictures, società di regia con sede a Milano e Roma , racconta la storia di una bambina di nome Thea, che con coraggio e fragilità affronta la condizione di vivere da sola in casa.  a scelta del periodo di avvio della campagna non è stato casuale; infatti il 20 novembre 1989 la Convenzione internazionale sui diritti dell’infanzia è stata approvata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite a New York e per ricordare tale accadimento, ogni anno si celebra la Giornata internazionale per i bambini e gli adolescenti.

Il portale scelto per lo sviluppo della campagna crowdfunding è Indiegogo, il celebre sito di finanziamento collettivo fondato nel 2008. La campagna rimarrà attiva trenta giorni, fino al 20 dicembre 2019. Le campagne crowdfunding prevedono che ci siano dei reward o perk (ricompense) per coloro che supportano il progetto, alcuni di questi implicano la possibilità di partecipare attivamente alle riprese e alla  vita sul set di questa serie in qualità di produttori e aiuto regia.

Thea, una bambina di circa dieci anni, vive apparentemente da sola in una casa. Nei vari episodi vedremo la
piccola protagonista compiere i gesti più quotidiani, prepararsi il pranzo, lavare i piatti, disegnare, spazzolarsi i
capelli e andare a dormire. Azioni semplici ma che nell’assenza dei genitori o di altre persone portano lo
spettatore a chiedersi: come mai questa bambina vive lì in quella grande casa da sola?
Il mistero aumenta quando Thea inizia a sentire una voce, che le fa delle domande e la spaventa. Questa voce
proviene da una porta della casa bloccata e quindi inaccessibile. Di chi è quella voce? Chi c’è dietro quella porta?

L’idea alla base della storia è che la resistenza di tutti i piccoli esseri umani che affrontano la solitudine può essere una forza vincente per superare ogni sfida. Il numero di orfani nel mondo è di centocinquanta milioni, il numero di bambini non orfani lasciati soli durante il giorno è stimato a trentacinque milioni. È come una grande nazione abitata da bambini soli di dimensioni più grandi di Francia, Sudafrica o Giappone. Doorlight cerca di mostrare, con toni fiabeschi, positivi e per niente melodrammatici, come questi bambini affrontano la loro condizione di solitudine e abbandono, raccontando la magia, la loro forza e la fantasia in un  contesto apparentemente normale e vicino al nostro.

Per info e approfondimenti:

https://www.indiegogo.com/projects/doorlight–3

https://www.facebook.com/doorlightproject/

https://www.instagram.com/doorlightproject/?hl=it

Gianluca Falletta

Gianluca Falletta, presidente di Satyrnet e finalista di Italia's Got Talent 2019, è considerato "il papà del Cosplay Italiano". Come una delle prime realtà che hanno promosso il fenomeno made in Japan, Satyrnet, in oltre 15 anni di attività ha creato, realizzato e prodotto alcune delle più importanti manifestazioni di settore. Il portale www.satyrnet.it e la sua vastassima community online sono tutt'ora uno dei punti di riferimento per gli appassionati.Gianluca Falletta ha partecipato alla produzione del Festival del Fumetto di Romics, RomaComics & Games, Gaming e Cartoon Days e ora collabora con i principali festival italiani quali LuccaComics & Games, Milano Cartoomics e Napoli Comicon.
Dopo "l'apprendistato" presso Filmmaster Events, una delle più importanti agenzie di eventi al mondo, Gianluca si occupa di creare ride e parchi di divertimento a livello internazionale e ha participato allo start-up dei nuovissimi parchi italiani Cinecittà World e Luneur Park cercando di unire i concetti di narrazione, creatività con l'esigenza di offrire entertainment per il pubblico.
Gianluca Falletta

Latest posts by Gianluca Falletta (see all)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *