000

Molti parlano dei molti Cinecomics, sopratutto in questo periodo di reboot e sequel, ricordando già con nostalgia come fosse passato tantissimo tempo film come Hulk, Iron Man, Thor, o come film leggendari i due Batman di Tim Burton. Però, uno dei primi Cinecomics usciti al cinema purtroppo è finito nel dimenticatoio: il film dedicato alle avventure di He-Man e i Masters of the Universe. Una pellicola straordinaria per il periodo, dedicata ai famosi giocattoli omonimi della Mattel che, partendo da un’epica serie animata televisiva, divenne poi una serie a fumetti sul Corriere dei Piccoli e una serie di videogiochi.

Il film è del 1987 fu diretto da Gary Goddard, nel ruolo di He-Man fu scelto scelto Dolph “Ivan Drago” Lundgren, Frank Langella per il ruolo del malvagio Skeletor, Meg Foster per il ruolo della maga Evil-Lyn, Chelsea Field e Jon Cypher per i rispettivi ruoli di Teela e Man-AT-Arms e Courteney “Friends” Cox per il ruolo della terrestre Julie Winston

Pianeta Eteria: le forze malvagie di Skeletor dopo decenni di battaglie, riescono finalmente a conquistare il Castello di Greyskull. Dopo aver sconfitto la quasi totalità delle forze armate di Eteria, Skeletor riesce anche a catturare la Maga Sorceress custode dei segreti di Greyskull; per poterne acquisire i poteri utilizzando l’Occhio delle Galassie, una sorta di portale che consentirebbe a Skeletor di avere un potere illimitato e diventare invincibile. Ma non tutte le forze di Eteria sono sconfitte, alcuni coraggiosi eroi, sfuggiti alla cattura, continuano a combattere contro Skeletor e le sue oscure forze, altri non sono che Man-At-Arms e sua figlia Teela, due guerrieri temuti per il loro coraggio e audacia guidati dal campione di Eteria He-Man conosciuto nell’universo per la sua forza e coraggio e nemesi di Skeletor. Il trio di guerrieri accompagnati da Gwildor un bizzarro inventore prigioniero di Skeletor, appena saputi i piani che egli ha in serbo sia per la maga che per tutta Eteria e i suoi abitanti, cercano di penetrare nella sala del Trono di Greyskull per sventare i suoi malvagi propositi. Ma giunti davanti al loro obiettivo, i nostri eroi vengono circondati da Evil-Lyn e le sue truppe; tutto sembra perduto ma Gwildor con un lampo di ingegno, attiva la “Chiave Cosmica” una sua invenzione in grado di aprire dei portali inserendo delle specifiche coordinate armoniche. I nostri eroi riescono a salvarsi lanciandosi nel portale e si ritrovano sul Pianeta Terra. Qui He-Man e compagni fanno la conoscenza di due giovani terrestri Julie e Kevin che entrati in possesso in maniera casuale della “chiave Cosmica” si imbattono nel gruppo di Eterniani, ed insieme cercano di trovare un modo di poter trovaare le giuste coordinate per ritornare a Greyskull. Nel frattempo Skeletor invia sulla Terra grazie ad una copia della “Chiave Cosmica” Evil-Lyn e un gruppo di guerrieri con lo scopo di catturare He-Man perchè possa vedere in catene coi suoi occhi la sua vittoria definitiva e l’umiliazione del suo più odiato nemico. Le forze di Evil-Lyn scovano He-Man e i suoi amici e si scatena subito una furiosa battaglia, il conflitto si fa sempre più aspro e sembra che nessuna delle forze in campo riesca a prevalere, ma da un nuovo portale giunge Skeletor per dar man forte alle sue truppe e dopo aver preso come ostaggi Man-At-Arms e Teela, obbliga He-Man ad arrendersi o i suoi amici verranno giustiziati. Con la promessa che ai suoi amici non verrà torto un capello. Skeletor accetta e trascina in catene l’odiato nemico e le sue forze armate attraverso il portale per raggiungere Eteria e finire il rituale di assorbimento dei poteri della Maga, ma non prima di aver distrutto la “Chiave Cosmica”di Gwildor. Mentre su Eteria Skeletor dopo aver acquisito nuovi poteri grazie all’Occhio delle Galassie tortura He-Man per costringerlo ad inginocchiarsi davanti a lui e riconoscerlo come suo unico padrone e come il signore indiscusso di Eteria; Gwildor grazie all’aiuto di Kevin, riescono a riparare la “chiave cosmica” e Man-At-Arms e i suoi compagni giungono in tempo per liberare He-Man prima che sia troppo tardi. Ne segue un duello all’ultimo sangue tra il signore oscuro Skeletor e il campione di Eteria He-Man, dopo una serie di colpi senza sosta, He-Man riesce a spezzare lo scettro di Skeletor fonte del potere accumulato e lo scaraventa le profondo del baratro del fossato di Greyskull. Dopo la vittoria di He-Man tutta Eteria festeggia la caduta di Skeletor e la ritrovata pace, Julie e Kevin ritornano sulla Terra felici di aver aiutato i loro nuovi amici. Il film si chiude come nella serie animata con He-Man che alza la spada al cielo e con il castello di Greyskull sullo sfondo urla “Io ho il Potere!”

Nei titoli di coda, dagli abissi del castello di Greyskull, Skeletor risorge e si prodiga nella sua lugubre risata, immagine che avrebbe fatto presagire un sequel ma la Cannon si rifiutò di pagare le royalties alla Mattel per l’uso dei personaggi. Per diverso tempo si è vociferato di un sequel ad opera di John Woo, voci di corridoio che non hanno mai trovato conferma. Nel 2007 tuttavia Variety ha affermato che la Warner Bros., il produttore Joel Silver e lo sceneggiatore Justin Marks sono al lavoro su un possibile film con personaggi aggiornati ed uno stile visivo simile a quello del film 300.

Nel film Masters of the Universe, gli effetti speciali non sono obiettivamente un granché, ma visti i tempi (era il 1987) e anche il budget speso che non era paragonabile nemmeno ai film moderno, possiamo essere più che soddisfatti. Nel complesso anche se mancano molti dettagli come molti dei personaggi della serie animata e di giocattoli come Battlecat, Stratos, Marmaid: la sceneggiatura di David Odell fu sottoposta a diverse riscritture: nella sceneggiatura originale infatti erano molte di più le sequenze ambientate ad Eternia, Beast-Man aveva un ruolo parlante, ed appariva anche la “dimora” di Skeletor: la Montagna del Serpente. La trama  riprende a grandi linea storia originale anche se vi è stata inserita l’aggiunta di una gita nel nostro Pianeta, ma non dovrebbe stupire visto che nella serie animata la madre di He-Man/Adam fa parte delle forze spaziali terrestri col grado di colonnello.

Film molto godibile e si riesce a vedere tutto d’un fiato sena mai annoiare anche gli appassionati più esigenti troveranno, a parer mio, in quest’opera un buon prodotto da inserire nella loro collezione. Alla prossima

by Marco Talparius Lupani

Marco Giovanni Lupani
Latest posts by Marco Giovanni Lupani (see all)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *