MM_NAC_4

 “MARTIN MYSTÈRE,

LE NUOVE AVVENTURE A COLORI”

ALLA SCOPERTA DELLA SCALA DI MILANO E DELL’ARENA DI VERONA

 

Dal 4 febbraio arriva in edicola La melodia che uccide: il quarto capitolo della nuova miniserie dedicata al Detective dell’Impossibile (e alla giovane blogger che ne segue le orme) si snoda intorno a una strofa sconosciuta dell’inno di Mameli…

 

Trailer della miniserie qui:

https://www.youtube.com/watch?v=5Vm-LfZymGg

 

 

La musica può salvare.

La musica può uccidere.

 

È questa seconda possibilità che viene raccontata nel quarto volume della miniserie Martin Mystère, le Nuove Avventure a Colori (in edicola per Sergio Bonelli Editore dal 4 febbraio), che si snoda tra Milano e Verona e vede protagonisti alcuni monumenti chiave delle due città: in quella meneghina il Teatro alla Scala, le segrete dell’antica Chiesa di Santa Maria alla Scala, la casa di riposo per musicisti intitolata a Giuseppe Verdi (a due passi dalla redazione di Sergio Bonelli Editore!); in quella scaligera l’Arena di Verona e una musica capace di assordare, come un colpo di pistola.

 

Ne La melodia che uccide Martin Mystère, sfuggito al naufragio dell’Amaterasu, incontra infatti Valentina Ventura, una spregiudicata blogger ossessionata dai misteri e pronta a tutto per scoprire le verità che cerca. Soprannominata, dopo l’abbandono di Martin, la nuova Detective dell’Impossibile, Valentina è entrata in possesso di una strofa sconosciuta dell’Inno di Mameli. Ma tra quelle righe paiono annidarsi le prove di una cospirazione su scala mondiale, ordita da una organizzazione segreta denominata gli Uomini in Nero, un gruppo che, a metà Ottocento, si è reso colpevole dell’assassinio dello stesso Capitano Mameli…

 

In molti conoscono Martin Mystère, il Detective dell’Impossibile che si occupa dei più incredibili misteri che costellano la nostra Cara Vecchia Terra. Ma Martin Mystère è nato nel 1982, quando il mondo era completamente diverso da quello di oggi, quando i computer cominciavano timidamente a entrare in qualche casa, quando internet e telefoni cellulari erano di là da venire. Molte cose sono cambiate da allora. Ma quindi: come sarebbe stato Martin Mystère se fosse nato oggi, trentaquattro anni dopo? Nasce proprio da quiMartin Mystère, le Nuove Avventure a Colori. Non un remake, non un reboot, non un prequel, né un ultimate, ma un po’ di tutte queste cose insieme: una serie dove i personaggi del Martin “classico” saranno ri-presentati in nuove e sorprendenti vesti. Martin Mystère, le Nuove Avventure a Colori, voluta e supervisionata da Alfredo Castelli, creatore di Martin Mystère, è curata da Giovanni Gualdoni, che coordina per l’occasione una ben oliata équipe di sceneggiatori, disegnatori e coloristi.

 

MARTIN MYSTÈRE, LE NUOVE AVVENTURE A COLORI

di Alfredo Castelli

 

Pubblicata da:

SERGIO BONELLI EDITORE

 

Miniserie in 12 volumi

 

Ideazione e supervisione

Alfredo Castelli

 

Cura Editoriale

Giovanni Gualdoni

 

MARTIN MYSTÈRE, LE NUOVE AVVENTURE A COLORI N. 4

La melodia che uccide

 

 

4 Febbraio 2017

Sceneggiatura: “I Mysteriani”*

Disegni: Rosario Raho

Copertina: Lucio Filippucci

Colori: Daniele Rudoni

Prezzo: 4,90 Euro

94 pagine

 

 

 

Online e sui social:

 

#MMNAC

https://www.facebook.com/MartinMystereSergioBonelliEditore

http://www.sergiobonelli.it/martin-mystere/2016/12/28/albo/la-melodia-che-uccide-1000392/

 

*Andrea Artusi, Diego Cajelli, Giovanni Gualdoni, Ivo Lombardo, Enrico Lotti, Andrea Voglino

Enrico Ruocco

Figlio della GOLDRAKE generation, l’amore che avevo da bambino per il fumetto è stato prima stritolato dall’invasione degli ANIME, poi dall’avvento dei Blockbuster e annientato completamente dai giochi prima per PC e poi per CONSOLE.
In seguito con l’arrivo del nuovo millennio, il tanto temuto millennium bug , ha fatto riaffiorare in me una passione sopita soprattutto grazie ad INTERNET.
Era il 2000 quando finalmente in Italia internet diventava sempre più commerciale, ed io decisi di iniziare la mia avventura sul web creando il mio sito TUTTOCARTONI.Sito nato da una piccola ricerca fatta fra quello che “tirava” sul web e le mie passioni. Sappiamo bene cosa tira di più sul web … sinceramente non lo ritenni adatto a me, poi c’era lo sport, altra mia passione ma campo altamente minato. Infine c’erano i cartoon e i fumetti…beh qua mi sentivo preparato e soprattutto pensavo di trovare un mondo PACIFICO…
Man mano che passava il tempo l’interesse si spostava sempre più verso il fumetto, ed oggi, nel 2017, guardandomi indietro e senza vantarmi troppo posso considerarmi un blogger affermato e conosciuto, uno dei padri degli eventi salernitani dedicati al mondo del fumetto ma soprattutto lettore di COMICS di ogni genere.
Enrico Ruocco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *