Satyrnet.it

Menu

Manga

 Abitualmente siamo soliti collegare, in Italia, alla parola Manga il significato di fumetti di sola provenienza nipponica (con una produzione per bambini e ragazzi), ma testualmente il termine Manga ha il significato di “immagini casuali”, l’etimologia del termine è esattamente Man = casuale e Ga = disegno. In Giappone il ruolo dei Manga è notevolmente importante, sono veicolo d’informazione e di cultura e come tali sono considerati alla stregua di libri e film.
 

Facilmente riconoscibili per le loro caratteristiche stilistiche: i Manga presentano spesso figure infantili e i personaggi mostrano continuamente occhi eccessivamente grandi quasi senza proporzioni. L’origine di questi elementi distintivi (principalmente i famosissimi “occhini”) si fa risalire ad Osamu Tezuka (3 novembre 1928-9 febbraio1989), stimato autore di manga tanto da essere designato con la qualifica di: “Il dio dei Manga”. Fu egli stesso a dichiarare che per alcuni suoi personaggi tra cui “Kimba, il leone bianco”, s’ispirò alla forma del “Bambi” disneyano, di Topolino e di “Betty Boop” di Max Fleischer.

Apparte alcune singolarità, i personaggi dei Manga hanno
, nel corso della storia scritta dall’autore, un inizio e una fine. Di fatto un personaggio vive, interpreta e finisce la sua storia e uscirà di scena senza ripresentarsi in storie diverse, fatta eccezione, come già accennato per alcuni personaggi particolarmente adorati dal pubblico. Questi ultimi appunto potranno rivivere le loro storie attraverso un “passaggio” da Manga ad Anime. Le Anime sono letteralmente interpretabili con il termine “animazione”, in Italia  tale termine viene convertito semplicemente come “cartone animato”.

I generi possono essere molti
: amore, fantascienza, sport, storie per bambini ed erotismo. (Questi ultimi a loro volta sono chiamati con il termine giapponese Hentai, tale denominazione racchiude tutte quelle categorie che vanno dai fumetti, opere, riviste, videogiochi che hanno evidenti  riferimenti pornografici e sessuali). Parlando delle Anime non si può non citare “ghost in the shell”(questo è il titolo inglese, ma l’originale è Kookatu Kidootai la cui traduzione più attinente è “Gruppo Tattile Mobile Armato”),  regia di Mamoru Oshii, tratto dall’omonimo Manga di Masamune Shirow ambientato in un futuro dominato dalla cibernetica dove gli essere umani saranno sempre di più un composito tra uomo e macchina ( a mio parere fantastico!).

E’ rilevante non confondere i Manga con i Manwha
, questi sono fumetti coreani, probabilmente per persone meno ”addette al mestiere” potrebbero sembrare molto simili, quasi identici. I giapponesi nella loro produzione di fumetti sono molto ”nazionalistici” e opere venute da altri paesi sono spesso respinte o ridisegnate e riadattate ai loro canoni “estetici”. Il pubblico dei Manga è chiaramente diviso in settori e oltre alla divisione di base tra generi vi è all’interno un’altra ripartizione  dettata per così dire dal”sesso”  degli appassionati dei Manga.

Precisamente le storie d’avventura sono dedicate ad un pubblico di ragazzi e adulti maschi e la  disposizione delle vignette è alquanto semplice, al contrario il genere creato  per le ragazze: lo Shojo ha una disposizione particolarmente innovativa. Per accentuare i sentimenti che entrano a far parte della storia i disegnatori (dalla fine degli anni Settanta sono specialmente, disegnatrici), cancellano le linee separatrici che si trovano tra una vignetta e l’altra. Lo Shojo Manga copre una fascia d’età che và dai dieci anni agli ultimi anni dell’adolescenza, in questi fumetti è predominante l’uso d’elementi simbolici (esempio le decorazioni floreali), adottati per descrivere gli stati d’animo dei personaggi della storia.

admin

Categories:   AULAMANGA

Comments

La nostra pagina Facebook

Informazioni su Satyrnet

Chi siamo?

Un mondo fatto di fumetto, cosplay, musica, grv, cinema ed eventi: Satyrnet da oltre 20 anni significa un sito internet e un’associazione culturale diventati un punto di riferimento per tanti giovani (e meno giovani) di tutta italia.

No images found!
Try some other hashtag or username