oggi

Il portale Deadline e Comingsoon hanno riportato la notizia della trasposizione cinematografica dell’Inferno di Dante Alighieri per la Warner Bros. Finalmente, il più grande libro della storia della letteratura si trasforma in un film grazie alla penna dello sceneggiatore Dwain Worrell (autore nel 2010 del film  Walking the Dead).

“Nel mezzo del cammin di nostra vita mi ritrovai per una selva oscura ché la diritta via era smarrita. Ahi quanto a dir qual era è cosa dura esta selva selvaggia e aspra e forte che nel pensier rinova la paura!” così inizia il grande poema Dantesco scritto nel 1300, in cui lui stesso viaggia nell’Oltretomba, accompagnato dal vate Virgilio per raggiungere, nel Paradiso, l’amata Beatrice. Un viaggio allegorico attraverso i difetti, le colpe e le virtù “dell’umana gente” in cui non mancano riferimenti politici e sociali del 1300 italiano.

Il film americano, come recita lo stesso Deadline ha una sinossi molto più semplificata: “Dante viaggerà attraverso i nove cerchi dell’Inferno per salvare la donna che ama” una specie di Orfeo versione Hollywodiana.

Ricordiamo che questo non è l’unico progetto per la “trilogia ante litteram” Dantesca: Ron Howard ha appena terminato le riprese del suo “Inferno”, versione cinematografica del romanzo di Don Brown e la Universal è, da anni ,alla ricerca di un soggetto valido per l’adattamento del celebre videogioco “Dante’s Inferno” in cui è protagonista Dante in versione cavaliere templare.

Ovviamente, quello che fa un po’ di tristezza è che un tale capolavoro della letteratura italiana debba diventare un franchise americano, perchè nessun produttore italiano ha mai voluto investire nella creazione di un film del genere?Sarebbe potuto diventare il “fantasy definitivo”, passateci il termine, tutto italiano: un prodotto da esportare all’estero per rilanciare la nostra stantia cinematografia.

Intanto se noi Italiani vogliamo entrare nell’Inferno Dantesco, attraverso le splendide illustrazioni di Gustav Dorè, non ci resta che visitare Cinecittà World e la splendida attrazione Darkmare – Till the last Circle, realizzata con il supporto creativo di … beh il sottoscritto 😀

Gianluca Falletta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *