eredita

Riporto la prefazione de L’ospite di Dracula  il numero zero della collana  dedicata all’horror  dal titolo Roberto Recchioni presenta: I maestri dell’Orrore  presentata  al Napoli Comicon, pubblicata  da Edizioni Star Comics.

L’eredità dell’orrore di Roberto Recchioni

Tutti conoscono le classiche icone della narrativa orrorifica. O meglio, tutti credono di conoscerle. Perché il feroce Conte Dracula, l’infelice creatura del dottor Frankenstein , il bipolare dottor Jekyll e gli oscuri mostri sei miti lovecraftiani, sono stati rappresentati centinaio (se non miglia) di volte dalla radio, dal fumetto , e dal cinema.

E ogni rappresentazione ha comportato un tradimento e un’interpretazione. In quanti film Dracula è stato rappresentato come un  vecchio con lunghi capelli e baffi bianchi e con i peli sulle palme delle mani, come nell’opera originale?  E in quanti film il mostro assemblato dal dottor Frankenstein era una creatura  non solo intelligente  ma anche filosofa?

Quando con Claudia Bovini e con la Star Comics tutta ho iniziato a ragionare su una collana di libri dedicata a  I Maestri dell’ Orrore, le mie intenzioni sono state chiare sin da subito :volevo offrire ai lettori una versione a fumetti  quanto più fedele possibile al testo originale ed accompagnare il tutto con un apparato redazionale volto ad approfondire le tematiche , il linguaggio, e la valenza culturale.

Per farlo , avevo bisogno di autori in grado di rispettare i testi, senza però farsi schiacciare da essi.  Mi servivo quindi degli sceneggiatori e dei disegnatori professione e scrupolosi da una parte ma anche desiderosi di far sentire la loro voce personale dall’altra.

Avevo bisogno di giovani, insomma. Arroganti  coraggiosi. Ma non inesperti o poco professionali. La  scelta e quindi ricaduta su Michele Monteleone, Giulio Antonio Gualtieri e Stefano Marsiglia (fondatori della casa editrice Villain Comics e tutti approdati in tempi recenti in SBE), Giovanni Masi (sceneggiatore cinematografico e autore di due apprezzate graphic novel),per quanto riguarda il lato testi. Su Fabrizio Des Dorides (John Doe,Brutti Sporchi e Cattivi),   Francesco de Stena (Splatter),Francesco Francini ( Farrell, Prigioniero 8), e Federico Rossi Edrighi (Harpun,John Doe,La notte del presepe vivente,Dylan Dog) per quello che riguarda i disegni.

Alle copertine e al progetto grafico lo straordinario talento Lorenzo LRNZ Ceccotti, reduce dal successo della sua prima graphic novel Golem. Ed alcuni futuri progetti di altro profilo per la SBE.

Come dicevo: giovani, arroganti, coraggiosi. Ma non inesperti. A corredo del tutto la mia ossessiva (a tratti invasiva) supervisione. Lo scopo secondario di questa operazione è quello di consegnare alla stampe dei volumi “permanenti” sempre reperibili, da tenere accanto i classici da cui sono ispirati. Lo scopo  primario e quello di darvi dei bei fumetti. E ve lo assicuro, non c’è missione più nobile

Enrico Ruocco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *