Natale è appena passato e la  nostra cara amica Giada si è trasformata nel Grinch e ne ha combinate di tutti i colori.  Come può una bellissima cosplayer diventare un odioso mostro verde? Vedere per credere 😉

Un cosplay un po’ insolito per una delle cosplayer più sexy in circolazione. Com’è nata l’idea?

Ogni anno a Natale vedo un sacco di ragazze vestirsi da sexy babbe natale e sexy renne, io volevo semplicemente proporre qualcosa di diverso ed inaspettato. Inoltre Jim Carrey è uno dei miei attori preferiti, i suoi film (The Mask, Ace Ventura, Il Grinch ecc..) hanno fatto la mia infanzia. Ringrazio di cuore Tommaso Bertone FX per avermi aiutato a rendere possibile questo fantastico progetto. Ha fatto un lavoro incredibile!!!

Quante ore di trucco hai dovuto sopportare? Hai sofferto molto?

In tutto ci sono volute all’incirca 5 ore. Le prime 2 ore soltanto per l’applicazione della protesi facciale, tutto il resto per la colorazione, l’aggiunta del pelo e altri dettagli, poi la vestizione. Ho avuto molta pazienza! Ma al contrario di quanto si possa pensare la parte più sofferente non è stata la fase di preparazione, bensì a fine giornata quando dovevo togliermi tutta quella roba di dosso. La protesi facciale è stata rimossa con molta cautela dal truccatore, la pelle mi tirava tantissimo e mi lacrimavano gli occhi in modo assurdo. Dopo di ché ho passato un bel quarto d’ora in bagno per togliere il colore e tutti i rimasugli. Mi sono cosparsa la faccia di olio Jhonson Baby, mi sono guardata allo specchio e neanche mi riconoscevo. Ero stanchissima, ma avevo la pelle liscia come il culo di un bimbo.

Com’è stato calarti nei panni del Grinch? Lo rifaresti? 

E’ stato molto divertente, una giornata folle in buona compagnia..e nonostante le ore di preparazione, il tempo è volato via. La cosa buffa era che avevo il naso tappato per via della protesi e parlavo tutta di naso (proprio come il Grinch), dovevo respirare con la bocca e ingoiavo peli in continuazione. I momenti più belli mentre stavamo girando il video nel negozio sono stati, uno quando una signora ha riconosciuto il personaggio e ha storpiato il nome “Oddio ma quello è il GrAnch!”e poi quando una famiglia si è avvicinata credendo che fossi un babbo natale molto speciale “Guarda c’è babbo natale verde, che belloooo” ed il bambino si è messo a piangere. Sinceramente lo rifarei MUHAHAHAHAHA

Lasciatelo dire, ma imitare Jim Carrey è da pazzi. Hai ricevuto critiche? 

Jim Carrey ha una mimica facciale unica nel suo genere e non è stato per niente facile cercare di imitarlo. Preferisco parlare di omaggio, più che d’imitazione. Naturalmente ho cercato di fare del mio meglio, sapendo di dovermi scontrare coi giudizi della gente. Tuttavia non sono stata criticata per l’interpretazione come mi aspettavo, ma sono stata sminuita da alcuni perché “tutto merito della maschera”.. il fatto di non essermi truccata da sola, di non essere quindi una “vera cosplayer” e di campare sui meriti degli altri. In pratica per loro il cosplay è farsi la roba da soli, non interpretare i personaggi. Che poi la maggior parte dei cosplay li realizzo per conto mio, ma c’è gente che ovviamente mette in dubbio pure quello. Parlano tanto di voler difendere la community e poi sono loro i primi a rovinarla attaccando persone come me che cercano di dare visibilità anche al lavoro altrui collaborando appunto con altri cosplayer, fotografi, truccatori ecc..io credo che la community dovrebbe essere questo, supportarsi a vicenda.

Gianluca Falletta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *