L’Asian Village di Napoli COMICON è un’area del nostro Festival in continua espansione, che esplora tutte le relazioni e influenze reciproche apportate al mondo del fumetto dall’Estremo Oriente, Corea e Giappone soprattutto.
Al suo interno abbiamo il palco principale, vero cuore del festival in quanto ne batte il ritmo facendo saltare i visitatori con le sue band, le sue idol, i suoi cosplayer e ballerini. Su di esso si alterneranno melodie J-Pop e canzoni coreane, ma soprattutto le sigle degli anime, sia quelle originali, giapponesi, che le loro versioni in italiano create per il nostro mercato. Avremo alcuni degli interpreti originali di quelle sigle, tanto per citarne una Azumi Inoue, cantante originale della sigla di Totoro, ma anche molte cover band italiane, perfette sia per i nostalgici di Goldrake e Lamù che per i giovani amanti di Nana e Naruto. Alcune amatissime conferme come Eriko e DJ Shiru che è anche il Direttre Artistico dell’Asian Village, ed alcuni artisti che arrivano per la prima volta a Napoli come Toyomi Rott, faranno in modo che la noia stia ben lontana dalla Mostra d’Oltremare, dal 22 al 25 aprile.
 Oltre ai professionisti della musica e della danza, ampio spazio sarà dato anche alle giovani promesse nostrane, con il K-Pop Battle Contest, oppure con il concorso per cantanti in giapponese Idolmaster, con il karaoke in lingua coreana, oppure le varie gare cosplay, da quella dedicata al K-Pop a quella per bambini, alle gare ufficiali e pro.
Il palco principale non basta a contenere questa miriade di attività? No problem, l’Asian Village ospita un secondo palco, dedicato a tutti i contest ma anche a dimostrazioni di arti marziali, giochi a premi, quiz, sfilate e molto altro ancora.
La sala incontri come sempre sarà zeppa di workshop e conferenze, per chi vuole incontrare il proprio musicista o fumettista preferito, per chi vuole imparare a pettinare una parrucca per cosplay o cucirsi un vestito da idol, o per chi vuole studiare lingua giapponese o piegare origami. Presentazioni di libri e fumetti e sessioni di autografi con gli artisti presenti completano un programma quanto mai ricco e variegato, e tra un incontro e l’altro potrete ammirare le numerose mostre e fermarvi a visitare gli stand di cultura coreana e giapponese o dei maestri del cosplay italiano.
Insomma, voi preparate le scarpe da ginnastica per il palco principale e penna e quaderno per la sala incontri, energia ed entusiasmo ve li forniremo noi e i nostri artisti!
A cura di Ochacaffè
Enrico Ruocco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *