Kids & Dragons, il gioco di ruolo per ragazzi (e genitori) che non hanno mai giocato ad un gioco di ruolo ha vinto la sua battaglia su KickStarter è ha raggiunto il 100% dei finanziamenti necessari (9.500 euro) in meno di tre ore! Dopo circa 60 revisioni del regolamento originale, grazie ad un tour che è durato tre anni per biblioteca, ludoteche e fiere di settore che ha coinvolto 650 ragazzi dagli 8 ai 14 anni come “beta-tester”, il gioco è stato caricato sulla piattaforma di raccolta fondi solo ieri, 21 aprile 2020, ed ha raggiunto immediatamente il risultato sperato: un gran successo per questo gioco totalmente indirizzato ai ragazzi e alle ragazze delle classi di prima e seconda media prodotto da un team meraviglioso (Filippo Amato, Alessandro Buccolini, Enrico Marchegiani, Tommaso e Jacopo Spinsanti, Emanuele Silvi, Michele Torbidoni, Manfredi Mangano, Cesare Piombetti e Daniele Rabboni) che così ha descritto i motivi che hanno mosso il loro lavoro “Perché siamo un gruppo di ragazzi (chi giovane, chi meno giovane) che amano il Gioco di Ruolo e ci giocano da anni. Abbiamo attraversato lande desolate, cavalcato draghi, risolto enigmi e rischiato la vita innumerevoli volte, sempre attorno ad un tavolo, divertendoci insieme (e strafogandoci di patatine). Ci piacerebbe passare il testimone e far conoscere questo bel modo di stare insieme alle nuove generazioni“.

Il progetto Kids & Dragons nasce nel 2016 da un gruppo di giocatori di ruolo con in mente l’idea di creare un mix perfetto tra gdr e gioco da tavolo studiato per far avvicinare le nuove generazioni a questo tipo di intrattenimento dall’alto valore intellettuale e creativo.  Un progetto che pone le sue basi dunque su una forte accessibilità che privilegia divertimento e socializzazione tra i partecipanti rispetto alle regole e alle meccaniche complicate. I dadi, ad esempio non hanno numeri ma “simboli” (tipo Hero Quest) così da non impelagarsi in “calcoli” per determinare la riuscita di un tiro ed eliminare quei momenti di “latenza” tipici dei giochi “per grandi”.

Il kit di gioco è composto anche da plance e segnalini in modo da aiutare i giocatori a descrivere le proprie azioni nel rispetto delle tempistiche. Il libro degli Eventi ha all’interno i canovacci per i giocatori, unitamente a tutti ciò che può succedere “tirando i dadi” con una descrizione del regolamento puntuale ma non pedante. Il libro delle Mappe descrive i luoghi che si possono esplorare nel gioco, indicando la locazione degli avversari e delle ricompense e, ovviamente, i passaggi segreti. Gli oggetti a disposizione dei giocatori sono rappresentati in un mazzo di carte ma non avranno statistiche “sballate” per la creazione di power player “più forti degli altri”: il progetto Kids & Dragons vuole ambire a realizzare un gioco molto narrativo basato sulla creatività reciproca e la partecipazione di tutti i giocatori in modo da favorire anche la socialità primaria di chi gioca.

 

Gianluca Falletta
Latest posts by Gianluca Falletta (see all)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *