“Iris– Il Crollo dei Confini” è il primo di due libri, che compongono la storia principale di una saga low-fantasy medievale per adulti scritta dal talentuoso Gabriele Moltrasi. È un romanzo di formazione e confronto sociale, contaminato dagli studi storico-sociali dell’autore, dall’interesse per la cultura giapponese, nonché dalla sua passione per i miti e il folklore dei popoli. Attualmente è pre-ordinabile su Bookabook.it, e mancano ormai solo una manciata di ordini perché si proceda alla pubblicazione. Fino al 10 settembre inserendo il codice IRIS sarà possibile ottenere uno sconto del 20% su ebook e versione cartacea. Per approfondire e avere novità sulla saga è possibile visitare il Sito Internet, le pagine Facebook, Instagram, Youtube.

“Ricorda figliolo: non puoi scegliere cosa porterai con te oltre quelle porte, ma puoi scegliere cosa lasciare alle persone che ami, ciò che ti renderà unico, eterno e parte imprescindibile del tutto.”

Iris dal latino “iride”, “arcobaleno”. I colori sono la prima forma di diversità che porta bellezza nella vita di un essere umano. I confini ci definiscono e proteggono, ma allo stesso tempo ci limitano. Arriva sempre il momento in cui i muri crollano e la nostra natura cambia, talvolta pervasa da ciò che tenevamo fuori, altre volte sospinta dalla volontà di superare i nostri limiti, crescendo.

La storia si svolge su tre piani: un’avventura epica sullo sfondo di un’antica civiltà vicina al collasso e, tra le righe, la tormentata ricerca interiore della felicità da parte di un ragazzo. Nella penisola di Iris un potere arcano consente ad alcuni esseri umani, definiti Atian, di entrare in sintonia con gli elementi naturali preponderanti nei luoghi in cui vivono, al punto di piegarli al proprio volere. La civiltà che fondano prospera grazie a un iniziale impiego edificante di tali poteri. Nonostante abbiano origine dall’armonia, le abilità Atian vengono presto asservite alla guerra e la società scivola nell’indecisione tra costruire ponti o muri (metaforicamente, l’aprirsi o il chiudersi).

“Nikrio non perse tempo e corse verso l’ossiriano estraendo la spada. I due incrociarono le lame e si affrontarono in uno scontro corpo a corpo. Riprese le distanze, entrambi cercarono di convogliare quanta più energia possibile nelle proprie mani. Lentamente i fili d’erba intorno a Nikrio si ricoprirono di un bianco velo di brina per via delle gelide correnti vorticose che avevano iniziato a sferzare. Il tempo sembrò fermarsi. Attorno a Kenshod si creò un cerchio incandescente mentre le sterpaglie che lo circondavano svanivano in centinaia di guizzi infuocati verso il cielo. Poco dopo, un vortice gelido saturo d’acqua e schegge di ghiaccio impattò contro un turbine di fiamme roventi.”

Nikrìo Hìver ha vent’anni, è un Atian dell’acqua e del gelo originario del Regno di Liod, uno degli otto in cui Iris si è frammentata per via dei conflitti. Superstite di un’infanzia difficile e logorato da un vuoto interiore, potrebbe perdersi nel rancore, si ostina invece a seguire il suo buon cuore. Una misteriosa richiesta d’aiuto lo condurrà su una strada nuova e sconosciuta, un viaggio in cui scoprirà la vera amicizia, l’amore, ma anche la paura di non esserne all’altezza e di perderli. Affronterà la rabbia che prova soprattutto nei confronti di se stesso e, comprendendo l’essenziale gratuità dei sentimenti più puri, sarà finalmente pronto a prendere posizione in una guerra senza speranze, scoprendosi disposto non più solo a morire ma anche a vivere per ciò che ama. Il seme della rinascita resisterà al primo inverno, ma la sfida per il cuore dei popoli di Iris è appena iniziata e il nero farà presto la sua prossima mossa.

Gabriele Moltrasi laureato in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali, nella quotidianità si occupa di affari istituzionali e regolazione dei mercati dell’energia. Viaggiatore per studio, passione e lavoro. “IRIS – Il Crollo dei Confini” è il suo primo romanzo.

“L’amore non si guadagna e non si restituisce. L’amore, quello vero, trascende ogni logica di calcolo e non può entrare sul piatto di nessuna bilancia, nemmeno quella della giustizia umana”.

LE RECENSIONI PIU’ BELLE POSTATE DAI LETTORI

“Nulla in questo libro è lasciato al caso. Non un nome. Non una frase.” G.G.

“Un mondo affascinante, studiato nei minimi dettagli dall’autore. […] Un libro di cui, a mio avviso, la società contemporanea ha davvero bisogno.” R.F.

 “Un inno alla bellezza della fragilità umana che mi ha lasciato all’ultima pagina con un sorriso sul volto ma anche una stretta allo stomaco.” mpf1984

 “Questo libro possiede una trama, dei personaggi e delle descrizioni della scena che sono meravigliose.” M.M.

 “Ti tiene attaccato alla storia e ai personaggi.” S.C.

 “Ogni elemento fa parte di una scacchiera ben precisa e abilmente giostrata dallo scrittore, che ci riporta a una evidenza fondamentale: tutti noi siamo unici perché fusione di cose belle e cose brutte.” C.C.

 “Ottimo equilibrio tra narrazione, dialoghi, avventura e azione, fluido nella scrittura che rende la lettura veloce e piacevole.” A. A.

Gianluca Falletta
Latest posts by Gianluca Falletta (see all)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *