Il caso Caponi è uno dei più famosi e più discussi casi della casistica ufologica in Italia. 9 Maggio 1993. I protagonisti di questo caso sono Filiberto Caponi, allora ventitreenne e artigiano, e una presunta entità biologica extraterrestre. Caponi in prossimità della sua abitazione incontra e fotografa più volte una misteriosa creatura. In quegli stessi giorni, a pochi chilometri di distanza, altri testimoni avvistano un essere molto simile: forse un alieno.

La vita del ragazzo cambia improvvisamente. Le sue istantanee, scattate con una vecchia Polaroid, raffiguranti un presunto E.T., girano per redazioni di giornali, centri ufologici e studi televisivi, con inevitabili ripercussioni sugli affetti, sul lavoro e sui rapporti sociali. La diffusione della straordinaria notizia causa l’intervento delle Forze dell’Ordine e della Magistratura che, per la prima volta in casi del genere, interviene tempestivamente al fine di evitare eccessivi allarmismi nell’opinione pubblica. Ma le foto sopravvivono al tentato insabbiamento, rimanendo ad oggi la più stupefacente e non falsificabile prova al mondo di ” Incontro Ravvicinato del Terzo Tipo “.

Il testimone ha incontrato più volte la strana creatura, per la precisione altre quattro volte dal fatidico 9 maggio: il secondo dopo 15 giorni, quindi il 24 maggio; il terzo incontro avvenne tre mesi dopo, l’11 agosto; il quarto nove giorni dopo, il 20 agosto; il quinto ed ultimo incontro ad un mese preciso di distanza, il 20 settembre.

Lo stesso Caponi ebbe in seguito modo di raccontare di essere stato contattato da persone in abiti neri, “simile a becchini”, che lo invitarono a smetterla di raccontare questa storia. Negli scorsi anni il Caso Caponi è stato risollevato dalla trasmissione Mediaset Mistero. A distanza di 26 anni dall’accaduto sarà possibile ascoltare a Lubriano questa storia incredibile. Le foto di Caponi sono state studiate da tantissimi esperti e nessuno ha riscontrato alterazioni delle immagini. C’è chi ha ipotizzato che l’essere immortalato in realtà sia un fantoccio in terracotta, che lo stesso Caponi potrebbe aver realizzato ad arte sfruttando la sua abilità di ceramista.

Vi presentiamo il nuovo Tributo – BookTrailer di IR3 Encounter – The Caponi Case con la regia del talentuoso Daniele Spadoni.

Gianluca Falletta

Gianluca Falletta, presidente di Satyrnet e finalista di Italia's Got Talent 2019, è considerato "il papà del Cosplay Italiano". Come una delle prime realtà che hanno promosso il fenomeno made in Japan, Satyrnet, in oltre 15 anni di attività ha creato, realizzato e prodotto alcune delle più importanti manifestazioni di settore. Il portale www.satyrnet.it e la sua vastassima community online sono tutt'ora uno dei punti di riferimento per gli appassionati.Gianluca Falletta ha partecipato alla produzione del Festival del Fumetto di Romics, RomaComics & Games, Gaming e Cartoon Days e ora collabora con i principali festival italiani quali LuccaComics & Games, Milano Cartoomics e Napoli Comicon.
Dopo "l'apprendistato" presso Filmmaster Events, una delle più importanti agenzie di eventi al mondo, Gianluca si occupa di creare ride e parchi di divertimento a livello internazionale e ha participato allo start-up dei nuovissimi parchi italiani Cinecittà World e Luneur Park cercando di unire i concetti di narrazione, creatività con l'esigenza di offrire entertainment per il pubblico.
Gianluca Falletta

Latest posts by Gianluca Falletta (see all)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *