Il 19 giugno 2015 usciva nei cinema americani Inside Out, che a parere di molti, è uno dei miglior film Disney Pixar mai realizzato. Per festeggiare il suo 5° anniversario, ecco a voi un po’ di curiosità sul film:

Il numero delle emozioni
Gli autori, durante la lavorazione della pellicola, avevano preso in considerazione più di 27 emozioni, alla fine ne sono state scelte cinque, per rendere meno complicato il tutto.

Le forme delle emozioni
Secondo il regista, ogni emozione ha una forma propria. Gioia ricorda una stella, Rabbia un mattoncino, Tristezza una lacrima e Paura un nervo “scoperto”. Mentre indovinate cosa ricorda Disgusto? Un broccolo!

Il duo Gioia e Paura
All’inizio l’avventura era stata scritta per Gioia e Paura. Secondo gli autori sarebbero stati una coppia comica più efficace, ma durante un brutto pomeriggio, in cui il regista credeva di essere licenziato, capì che di tanto in tanto era giusto dare i comandi a Tristezza e da qui cambio i protagonisti.

L’accoglienza
Inside Out è uno di quei film che conquistano subito il pubblico, nessuno, però, si aspettava la risposta che il film ha avuto a Cannes, infatti Inside Out ha ricevuto una standing ovation di circa otto minuti.

La Memoria a Lungo Termine è immensa
Stando alle descrizioni fornite proprio dalla Pixar: la Memoria a Lungo Termine è leggermente più grande del Taiwan e copre circa 36.259 km quadrati, ha oltre 17 miliardi di scaffali e ha posto per 1.2 trilioni di ricordi, alcuni dei quali contengono scene dai film della Pixar e l’Isola della Famiglia è grande più o meno quanto Disneyland.

Animare la particolare texture della pelle dei personaggi è costato una fortuna
La particolare texture della pelle di Gioia doveva inizialmente essere limitata solamente al suo personaggio e gli animatori ci lavorarono per otto mesi, con costi elevatissimi. Fu allora che John Lasseter lo vide e disse: “È fantastico, facciamolo per tutti i personaggi.” Facendo così salire il budget alle stelle. Ma il risultato è perfetto: dà infatti l’idea del fatto che le emozioni non siano fatte di materia, ma di energia.

Tutti i doppiatori volevano essere Rabbia
Quando a tutti i membri del cast è stato chiesto quale emozione avrebbero voluto interpretare (diversa da quella che interpretano nel film), Amy Poehler, Bill Hader, Phyllis Smith e Mindy Kaling hanno tutti scelto Rabbia (interpretato nella versione originale da Lewis Black). Black, invece, ha detto che se avesse dovuto scegliere un altro personaggio avrebbe scelto Disgusto.

La pizzeria esiste davvero
Gli easter eggs presenti all’interno di Inside Out non si limitano al panorama cinematografico. La pizzeria Yeast of Eden si ispira a un locale di Los Angeles, che propone un gusto di pizza al giorno. E i broccoli sono realmente sul menu!

La durata delle riprese
Le riprese del film e la sua creazione durarono per un periodo di oltre 4 anni. Infatti, per girare e completare una sequenza di soli 3 secondi, i disegnatori e i creatori impiegarono una settimana di lavoro costante.

La particolarità di Gioia
E per concludere, un dettaglio che dimostra l’attenzione degli autori nel creare questo capolavoro. Gioia, a causa della sua brillante personalità, è l’unico personaggio a non avere un’ombra.

Claudio
Latest posts by Claudio (see all)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *