La Edizioni NPE è orgogliosa di presentare, in anteprima assoluta in Italia, una delle sue opere più controverse: quel Rubber Flesh che la rivista spagnola «Jot Down» ha definito “uno dei cento fumetti da leggere almeno una volta nella vita, un’orgia di sesso, sangue e carne di plastica bruciata”.

Dopo aver subito un incidente, Monika Ledesma, programmatrice di una multinazionale, scopre che il suo corpo è di biosilicone, un composto capace di autorigenerarsi. Presto però si accorge che un gruppo di “silicoidi” è geneticamente configurato per distruggere quel materiale, per perseguitarla e ucciderla.

Infanticidi, amputazioni orrende, cloni deformi, sesso, violenze fisiche di ogni genere e forma su donne, uomini, animali e bambini fanno di Rubber Flesh un’opera imperdibile e shockante di uno dei grandi maestri del fumetto spagnolo, incredibilmente ancora inedita in Italia, con un cameo d’eccezione che i suoi fan non potranno lasciarsi scappare (Brian the Brain appare in alcune tavole).

Il volume verrà presentato in anteprima in occasione di Game Over, la mostra che Il Napoli Comicon, nel ventennale della manifestazione che verrà celebrato quest’anno, ha deciso di dedicare all’arte di Miguel.

L’artista spagnolo sarà presente in fiera dal 28 aprile al 01 maggio per autografare e sketchare Rubber Flesh presso lo stand di Edizioni NPE.

E non finisce qui! La storica rivista «Linus», nel numero di aprile, conterrà un intero speciale di ben 10 pagine a lui dedicate, con un’intervista esclusiva e un approfondimento sulle sue ultime opere, tra cui Kyrie El Nuevo Europeo, di cui vengono pubblicate anche 5 tavole inedite in Italia.

Maria Merola

Laureata in Beni Culturali, lavora nel campo del marketing e degli eventi. Ama Star Wars, il cosplay etutto ciò che riguarda il mondo del fantastico, come rifugio dalla realtà quotidiana. In particolare è l'autrice del blog "La Terra in Mezzo" dedicato ai miti e alle leggende del suo Molise.
Maria Merola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *