000

Il Lato Oscuro cala sulla produzione del secondo capitolo spin-off della Star Wars Anthology dedicato a Han Solo? Questo parrebbe dopo una notte infuocata di notizie che si sono susseguite e hanno intasato i social con idee e supposizioni. I registi Phil Lord e Chris Miller sono stati esautorati dal loro incarico dalla stessa Lucasfilm per le classiche divergenze creative: i registi dichiarano “Normalmente non siamo fan di questo concetto’, ma per una volta il cliché è vero. Siamo molto fieri del nostro incredibile cast e della nostra troupe.”

Secondo Variety Hollywood Reporter, la presidentessa di Lucasfilm, Kathleen Kennedy avrebbe preso questa decisione lo scorso lunedì proprio per una visione differente, basata su uno stile più umoristico e un approccio d’improvvisazione sul set, con il leggendario storyteller della casa di George Lucas, Lawrence Kasdan, sceneggiatore anche di questa nuova pellicola stellare! Kathleen Kennedy, come riporta Variety, “non approvava lo stile con cui i registi giravano il film, né il processo con cui interagivano con cast e troupe” pur dichiarando: “Philip Lord e Christopher Miller sono registi di talento che hanno messo insieme un cast e una troupe incredibili,” ha affermato la Kennedy attraverso un comunicato. “È diventato evidente che avevamo visioni creative diverse su questo film, e così abbiamo deciso di prendere strade diverse”.

Già nel primo spin-off, Rogue One, ricordiamo ci sono stati diversi problemi di produzione: Lucasfilm decise di chiamare Tony Gilroy per dirigere le famose “scene aggiuntive” sul film già girato da Gareth Edwards: un problema che si è trasformato in una grande opportunità per Disney / Lucasfilm che, grazie a Rogue One, ha incassato oltre un miliardo di Dollari. Quindi quello che sta succedendo con il nuovo film su Han Solo, che sarà interpretato da Alden Ehrenreich in compagnia di Donald Glover (Lando Calrissian) ,Joonas Suotamo (Chewbacca), Woody Harrelson, Emilia Clarke, Thandie Newton, Phoebe Waller-Bridge, non è poi così strano in casa Lucas!

Ovviamente le riprese, che si sono svolte anche qui in Italia presso il Lago di Misurina, si sono interrotte per un lavoro di analisi del girato con l’obiettivo di cercare di “riprendere” l’idea originale di Kasdan a qualunque costo. Proprio Lawrence Kasdan potrebbe essere un papabile sostituto per i due registi espulsi dal set, anche se già girano voci di un possibile coinvolgimento di Joe Johnston  o, addirittura, del grande Ron Howard. In ogni caso questo fatto rallenterà probabilmente la produzione e, anche se Disney ha dichiarato di non voler far slittare la data di uscita della pellicola (25 maggio 2018) sarà senza dubbio poter vedere le prime immagini ufficiali a luglio per la prossima  D23 di Anaheim

 

 

 

 

Gianluca Falletta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *