swromanzi

Innanzitutto, è bene operare il solito distinguo tra Legends e Canone. Tutti i prodotti usciti prima di aprile 2014 sono da considerarsi Legends, ovvero appartenenti ad una linea temporale (o ad un universo) a parte che non potrà entrare in alcun modo a contatto con le nuove produzione cinematografiche. Ciò non significa che tutti quei romanzi sono da buttare, anzi, sono tra i migliori mai scritti: bisogna però sapere, tuttavia, che quando ci si approccia ad un romanzo Legends (soprattutto ambientato dopo Il Ritorno dello Jedi), non lo ritroveremo al cinema con la nuova trilogia! Non voglio però ora addentrarmi in sterili polemiche sulla millantata distruzione dell’Universo Espanso ma giusto chiarire come stanno i fatti; se c’è possibilità che qualcosa torni canon, è con le ambientazioni viste in questi romanzi e con le vicende della Old Republic (esempio: nel fumetto Star Wars #8 Luke si reca su Nar Shaddaa alla sua prima apparizione nel Nuovo Canone, ed è sempre la normalissima e sudicia Luna dei Contrabbandieri).

Dopo questa doverosa introduzione, veniamo al succo: avete scoperto che oltre ai sei film (tra poco sette!) e alle due serie TV animate, c’è un mondo di romanzi che volete esplorare ma non sapete oggettivamente da dove partire. Qui arrivano i miei consigli! La cosa migliore in assoluto, se siete fluenti con la lingua inglese, è quella di partire prima con i romanzi del nuovo canone, che vi elenco qui con una breve sinossi:

  • A New Dawn di John Jackson Miller (uscito il 2/09/2014): romanzo prequel alla serie TV Star Wars: Rebels con protagonisti Kanan Jarrus e Hera Syndulla;
  • Tarkin di James Luceno (uscito il 4/11/2014): si concentra sull’ascesa al potere nei ranghi imperiali del futuro Gran Moff Tarkin;
  • Heir to the Jedi di Kevin Hearne (uscito il 3/03/2015): il primo romanzo interamente scritto dal POV di Luke Skywalker, mentre cerca una via per crescere come Jedi;
  • Lords of the Sith di Paul S. Kemp (uscito il 28/04/2015);
  • Dark Disciple di Christie Golden (uscito il 7/07/2015): romanzo tratto da degli episodi mai realizzati di Clone Wars che vedono Asaji Ventress e Quinlain Vos in missione insieme per assassinare il Conte Dooku; 
  • Aftermath di Chuck Wending (in uscita il 4/09/2015);
  • The Weapon of a Jedi: A Luke Skywalker adventure di Jason Fry (in uscita il 4/09/2015);
  • Smuggler’s Run: A Han Solo & Chewbacca adventure di Greg Rucka (in uscita il 4/09/2015);
  • Moving Target: A Princess Leia adventure di Cecil Castellucci (in uscita il 4/09/2015);
  • Lost Stars di Claudia Gray (in uscita il 4/09/2015).

Questi cinque romanzi usciti il 4 settembre 2015 (il Force Friday), fanno parte della collana Journey to Star Wars: The Force Awakens e ci accompagneranno al nuovo film grazie anche a qualche dettaglio presente nei romanzi che ritroveremo nel nuovo episodio. In particolare, Aftermath è il primo romanzo del Nuovo Canone a narrare gli avvenimenti successivi alla Battaglia di Endor in Episodio VI.

Cosa fare invece se il vostro rapporto con l’Inglese non è dei migliori? In Italia i romanzi del Nuovo Canone ancora non sono stati pubblicati; tuttavia, la Multiplayer.it Edizioni ha annunciato per il 2016 (e se tutto va bene forse anche fine 2015) la pubblicazione di ben 10 romanzi di Star Wars a partire da Aftermath e da Battlefront: Twilight Company. Nell’attesa, potete rivolgervi ai bellissimi romanzi Legends già presenti in tutte le librerie!

Iniziamo con un po’ di storia: i primi romanzi di Guerre Stellari in Italia vedono la luce per Mondadori alla fine degli anni Settanta e nei primi anni Ottanta: li potete trovare su eBay, siti di annunci o in qualche mercatino dell’usato con un po’ di fortuna.

  • 1977 – Guerre Stellari (Star Wars), di George Lucas e Alan Dean Foster, Mondadori Oscar Fantascienza n. 805
  • 1978 – La Gemma Di Kaiburr (Splinter Of The Mind’s Eye), di Alan Dean Foster, Mondadori Oscar Fantascienza n. 1022 – considerato il primo lavoro dell’Expanded Universe
  • 1980 – Han Solo, Guerriero Stellare (Han Solo At Stars’ End), di Brian Daley, Mondadori Urania n. 819
  • 1980 – L’Impero Colpisce Ancora (The Empire Strikes Back), di Donald F. Glut, Mondadori
  • 1983 – Il Ritorno Dello Jedi (Return Of The Jedi), di James Kahn, Mondadori

Solo a partire dagli anni Novanta, così come per i fumetti, la narrativa di Star Wars si sviluppa in modo massiccio e anche l’Italia risentì di quel roseo periodo di pubblicazione grazie alla Sperling&Kupfer (fino all’incirca al 2007) e alla Fabbri a cavallo dei due millenni:

  • 1993 – L’Erede Dell’Impero (Heir To The Empire), Sperling & Kupfer
  • 1994 – Sfida Alla Nuova Repubblica (Dark Force Rising), Sperling & Kupfer
  • 1995 – L’Ultima Missione (The Last Command), Sperling & Kupfer

E’ proprio grazie alla Trilogia di Thrawn, scritta magistralmente da Timothy Zahn, che la narrativa di Star Wars fa un enorme balzo in avanti. La Trilogia si concentra sulle avventure dei personaggi della Trilogia Originale nel post-Endor, alle prese con l’instaurarsi della Nuova Repubblica, un infallibile Grand Ammiraglio che ha preso le redini dell’Impero e un misterioso Jedi Oscuro. Sicuramente questi romanzi sono l’elemento portante di tutto il vecchio post-Endor ma sono proprio quelli che non andrebbero dimenticati perché sono i prodotti letterari più validi nel panorama di Guerre Stellari.

La prima cosa da fare, prima di mettere mano al portafoglio, è riflettere sul periodo che più si preferisce: se si è interessati alla Vecchia Repubblica o se avete giocato a Knights of the Old Republic, i libri Multiplayer.it della Old Republic saranno perfetti per voi; se invece siete appassionati di vicende militari, è Republic Commando a fare al caso vostro, la Trilogia di Bane è il consiglio che vi voglio dare se i Sith sono sempre stati la vostra passione.

Tuttavia, il problema di questi romanzi è l’assenza di personaggi presenti anche nei film. Per iniziare dunque, se siete proprio a secco di Universo Espanso, è lanciarvi sulla Trilogia di Thrawn, la più venduta e la più apprezzata, dove troverete Luke, Leia, Han, Chewbacca e Lando e molti altri nuovi personaggi come Talon Karrde e Mara Jade: ricordate sempre che il 16 dicembre al cinema non vedremo niente a riguardo. Vi sconsiglio, almeno inizialmente, di recuperare gli altri Sperling: sono troppi e spesso sono solo piccole parti di serie inglesi più numerose – nessuno però raggiunge le vette di scrittura di Zahn : se smaniate di leggere qualcosa del vecchio post-Endor, però, andate su La Crisi della Flotta Nera che è la serie più originale anche come ambientazioni.

Un altro bel punto di patenza potrebbe essere Darth Plagueis: in cui si parla del potentissimo maestro del Lato Oscuro di Palpatine; dopo che lo avete letto, guardate subito La Minaccia Fantasma, lo vedrete con degli occhi diversi e si aprirà a nuove letture!

di Giorgio Bondì

tratto e continua a leggere su:

https://starwarslibriecomics.wordpress.com/2015/09/01/i-romanzi-di-star-wars-guida-per-iniziare/

Gianluca Falletta

Gianluca Falletta, presidente di Satyrnet e finalista di Italia's Got Talent 2019, è considerato "il papà del Cosplay Italiano". Come una delle prime realtà che hanno promosso il fenomeno made in Japan, Satyrnet, in oltre 15 anni di attività ha creato, realizzato e prodotto alcune delle più importanti manifestazioni di settore. Il portale www.satyrnet.it e la sua vastassima community online sono tutt'ora uno dei punti di riferimento per gli appassionati.Gianluca Falletta ha partecipato alla produzione del Festival del Fumetto di Romics, RomaComics & Games, Gaming e Cartoon Days e ora collabora con i principali festival italiani quali LuccaComics & Games, Milano Cartoomics e Napoli Comicon.
Dopo "l'apprendistato" presso Filmmaster Events, una delle più importanti agenzie di eventi al mondo, Gianluca si occupa di creare ride e parchi di divertimento a livello internazionale e ha participato allo start-up dei nuovissimi parchi italiani Cinecittà World e Luneur Park cercando di unire i concetti di narrazione, creatività con l'esigenza di offrire entertainment per il pubblico.
Gianluca Falletta

Latest posts by Gianluca Falletta (see all)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *