Sono appena trascorsi 80 anni dalla morte di Howard Phillips Lovecraft, scomparso per l’esattezza il 15 marzo 1937. L’autore gotico americano, noto per aver creato il mito di Cthulhu e del Necronomicon, ha ispirato numerosi adattamenti a fumetti dei suoi racconti brevi ma anche storie originali. Ad esempio possiamo trovare l’omaggio di Dino Battaglia riproposto da NPE o il Providence di Alan Moore ma anche le illustrazioni di Philippe Druillet.

Nel 1982 fu pubblicato in Italia un interessante special della rivista Metal Hurlant dal titolo Metal Extra – Tutto brivido tutto panico. Il volume raccoglieva grandi firme dell’epoca e nomi del calibro di Moebius, tutto corredato da articoli realizzati con la collaborazione dell’esperto Sebastiano Fusco.

A seguire un elenco delle opere più interessanti collegate all’universo di Lovecraft.

I miti di Cthulhu, di Alberto Breccia

Rappresentato con tecniche miste che mostrano intangibilità evocate nelle descrizioni dello scrittore attraverso un linguaggio astratto. Il libro contiene nove storie: La ricorrenza, La cosa sulla soglia, La maschera di Innsmouth, La città senza nome, L’orrore di Dunwich, Il richiamo di Cthulhu, Il colore che cadde dal cielo, L’abitatore del buio e Colui che sussurrava nelle tenebre.

Il colore venuto dallo spazio, di Gou Tanabe

Gou Tanabe è un fumettista giapponese contemporaneo che ha realizzato parecchi adattamenti. Oltre a Il colore venuto dallo spazio, racconto del ciclo di Cthulhu, Tanabe aveva interpretato altri 18 racconti. Il suo stile si ispira al fumetto occidentale, con sfondi dettagliati e  volti che tendono al realismo.

Haunt of Horror: Lovecraft, di Richard Corben

Richard Corben che ha da sempre subito l’influenza di Lovecraft, nel 2013 pubblica nella collana Haunt of Horror. I tre albi contengono adattamenti di racconti meno noti del mito di Cthulhu. Il realismo lascia spazio alle distorsioni quando raffigura i mostri di Lovecraft.

Da altrove e altri racconti, di Erik Kriek

Erik Kriek è uno dei più grandi fumettisti dell’Olanda, Il suo bagaglio stilistico affonda le sue radici nella letteratura gotica, nel fumetto horror di stampo EC Comics e nel cinema horror più tradizionale. Il volume, raccoglie cinque racconti di Lovecraft (L’estraneo, Il colore venuto dallo spazio, Dagon, Da altrove e La maschera di Innsmouth), l’adattamento grafico viene rielaborato come un fumetto americano degli anni Cinquanta.

Cool Air, di Bernie Wrightson

Cool Air è stato pubblicato su Eerie #62 (gennaio 1975), ed è tratto dall’omonimo racconto breve apparso per la prima volta nel 1928 (in Italia Aria fredda). La storia narra di un giovane che va ad abitare in un palazzo di New York in cui risiede un dottore tenuto in vita da un sistema di refrigerazione ad ammoniaca. L’autore, inserisce nel testo  diversi elementi autobiografici (come la fobia verso il freddo). Bernie Wrightson, tramuta le considerazioni in prima persona in immagini ombrose e dense di panneggi.

The Dunwich Horror, di Shigeru Mizuki

Shigeru Mizuki è un maestro del folklore horror giapponese che si occupa dell’adattamento de L’orrore di Dunwich. L’autore ambienta la storia in Giappone, intitolando la storia Chitei no Ashioto (“Passi nel vuoto”), apportando poche altre modifiche al racconto originale tranne che al posto di Yog Sohtoth, il mostro finale è uno yokai (spirito della tradizione giapponese) chiamato Yogurt.

Gli incubi di Lovecraft, di Horacio Lalia

Horacio Lalia, maestro del fumetto sudamericano, è autore di 18 adattamenti a fumetti di racconti di Lovecraft (raccolti ora in un unico volume), come ad esempio, Il richiamo di Cthulhu, ma non finisce qui perché Lalia interpreta anche altre opere dello scrittore attraverso uno stile grafico cupo e realistico. Utilizzando il bianco e nero e con dedizione al dettaglio, evoca una totale immersione nel mondo di Lovecraft, con interpretazioni personali.

From Beyond, di Valerio Converti

L’albo autoprodotto di Converti è un fotoromanzo horror a colori, che segue lo sto pulp moderno, che adatta il racconto From Beyond (Dall’ignoto). Converti rende attuale la storia dello scienziato e filosofo Crawford Tillinghast, inventore di una macchina in grado di potenziare le capacità percettive della ghiandola pineale, che lo porta a scoprire un universo oltre il nostro..

Nyarlathotep, di Rotomago e Julien Noirel

Il lavoro di Rotomago  per la sceneggiatura e Julien Noirel  per i disegni, illustra uno dei racconti più inquietanti ed esoterici del Ciclo di Cthulhu. Nyarlathotep visita frequentemente la Terra assumendo le sembianze di un uomo alto e scuro, messaggero di divinità più potenti. Siamo di fronte a un racconto illustrato, accompagnato da didascalie con disegni realistici e dettagliati.

Fonte: http://www.fumettologica.it/2017/07/lovecraft-fumetti/

Maria Merola
Latest posts by Maria Merola (see all)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *