fringe

Roma Fringe Festival 2015: gli spettacoli in scena dal 31 maggio al 6 giugno nei giardini di Castel Sant’Angelo. Dopo la serata d’apertura che ha visto sul palco gli Artisti 7607 con Claudio Santamaria, Paola Minaccioni, Cinzia Mascoli, Mimosa Campironi, Alberto Molinari, North Sentinel, Pier Cortese, Roberta Carrese e molti altri ospiti…il Roma Fringe Festival 2015 nei giardini di Castel Sant’Angelo dà il via alla programmazione ufficiale con i primi 16 spettacoli in scena dal 31 maggio al 5 giugno. Evento gratuito, sabato 6 giugno con Massimo Wertmuller in “Il Pellegrino” di Pierpaolo Palladino.

Roma Fringe Festival 2015: gli spettacoli in scena
dal 31 maggio al 6 giugno nei giardini di Castel Sant’Angelo

Evento gratuito: sabato 6 giugno con Massimo Wertmuller in Il Pellegrino, di Pierpaolo Palladino

Gli ebrei sono matti
31 maggio h. 22,00 – 2 giugno h. 20,30 – 4 giugno h. 23,30
Durante il ventennio fascista, Enrico viene ricoverato in un manicomio vicino Torino. Un matto vero fascista e un matto falso ebreo raccontano la tragedia delle leggi razziali attraverso la comicità della situazione.
http://romafringefestival.net/spettacoli-roma-fringe/gli-ebrei-sono-matti
La recensione di SaltinAria: www.saltinaria.it/recensioni/spettacoli-teatrali/gli-ebrei-sono-matti-teatro-dell-orologio-roma.html

Monsieur David: A piedi non inquino
1 giugno ore 20.30 – 2 giugno ore 23.30 – 4 giugno ore 22.00
In uno spazio apparentemente nero si affacciano loro: personaggi che all‘apparenza sembrano arrivare da un altro pianeta, ma più ci si avvicina, più ci rendiamo conto che sono i piedi di Monsieur David (per un attimo sospeso nel mondo della fantasia) che rubano la scena alla testa ormai satura di vizi, per regalare spensieratezza,
http://romafringefestival.net/spettacoli-roma-fringe/monsieur-david-a-piedi-non-inquino-2

Antiglobal Odissea
31 maggio ore 22.00 – 03 giugno ore 20.30 – 04 giugno ore 23.30 / Palco A
Antiglobal Odissea è il viaggio, fisico e interiore, che ognuno di noi deve compiere per ritrovarsi, respirare insieme e prendere in mano il proprio futuro. Quali sono i desideri inascoltati in questi anni globali?
http://romafringefestival.net/spettacoli-roma-fringe/antiglobal-odissea

Come d’autunno
3 giugno h. 23,30 – 4 giugno h. 20,30 – 5 giugno h. 22,00
In occasione del centenario dello scoppio della Grande Guerra, la storia prende spunto da un episodio storico: la scelta del Milite ignoto.
http://romafringefestival.net/spettacoli-roma-fringe/come-dautunno

Scompaio
31 maggio h. 20,30 – 1 giugno h. 23,30 – 2 giugno h. 22,00 – Palco A
Cosa possono avere in comune una barbona e una ricca borghese? Forse nulla, forse pezzi di vita che si è scelto di mettere da parte. Due mondi a confronto, due realtà talmente vere da sembrare irreali…
http://romafringefestival.net/spettacoli-roma-fringe/scompaio

Vaghe donne
31 maggio 22.00 – 3 giugno 23.30 – 5 giugno 20.30
Dopo il successo del progetto teatrale “ComeRisolvereInDueProblemiCheDaSoliNonAvreste”, Velia Viti e Maria Antonia Fama, con Maurizio Minnucci alla chitarra, tornano in scena con “Vaghe Donne-L’Amore ai tempi della Peste”, una rilettura all’insegna della sfera femminile del Decameron di Boccaccio.
http://romafringefestival.net/spettacoli-roma-fringe/vaghe-donne-3

Rosadilicata
2 giugno ore 20.30 – 4 giugno ore 23.30 – 5 giugno ore 22.00
la storia della cantante Rosa Balistreri (1927 -1990), in una serie di quadri in cui all’azione scenica si uniscono la voce e la chitarra dell’attrice, siciliana di nascita, e i suoni del polistrumentista Roberto Mazzoli. La vita della Balistreri – a 25 anni dalla morte – diventa così esempio di emancipazione, lotta per la sopravvivenza, per l’autodeterminazione
http://romafringefestival.net/spettacoli-roma-fringe/rosadilicata-3

Senza Incrociazioni
31 maggio ore 23.30 – 1 giugno ore 22.00 – 4 giugno ore 20.30
Elegante commedia, esilarante ma in fondo pungente e un po’ amara, giocata sul brillante contrasto tra due amici, diversi in tutto e uniti da profonda amicizia e dal comune disistimato e scaramanticamente canzonato mestiere: due “becchini”, che intercalano il loro lavoro con riflessioni e battute di limpida e mai banale ironia sull’alternarsi della Morte e della Vita.
http://romafringefestival.net/spettacoli-roma-fringe/senza-incrociazioni-3

Drug Queen
2 giugno ore 22.00 – 3 giugno ore 20.30 – 5 giugno ore 23.30
È il racconto spietato del potere che la droga esercita sulle persone, duello senza tempo; una fiaba nera in grado di risucchiare lo spettatore in un vortice di esaltazione e dannazione.
http://romafringefestival.net/spettacoli-roma-fringe/drug-queen-3

Ammazzali
31 maggio ore 23.30 – 01 giugno ore 22.00 – 03 giugno ore 20.30 Palco C
In forma quasi psicodrammatica, con chiaro riferimento al teatro dell’assurdo, assumono i ruoli degli assassini, delle vittime, dei vicini curiosi, della polizia che indaga, dei funzionari del processo, a cui intervengono, in qualità di testimoni, gli stessi genitori uccisi.
http://romafringefestival.net/spettacoli-roma-fringe/ammazzali-3

Cara Utopia
31 maggio h. 20,30 – 2 giugno 23,30 – 4 giugno h. 22,00 / Palco C
La grande utopia di Pasqualina Losacco. Una storia di fede e…cucina!
http://romafringefestival.net/spettacoli-roma-fringe/cara-utopia
La recensione di SaltinAria: www.saltinaria.it/recensioni/spettacoli-teatrali/cara-utopia-teatro-flavio-vespasiano-rieti-recensione-spettacolo.html

Giardino
1 giugno h. 20,30 – 3 giugno h. 23,30 – 5 giugno h. 22,00
Un circolo perfetto di incesto e violenza che tocca tutti i personaggi di una famiglia reale impegnati a fare qualsiasi cosa pur di non annegare nell’angoscia e nella noia della loro vuota esistenza
http://romafringefestival.net/spettacoli-roma-fringe/giardino
La recensione di SaltinAria: www.saltinaria.it/recensioni/spettacoli-teatrali/giardino-teatro-pegaso-ostia.html

Miasmi
1 giugno h. 23,30 – 3 giugno h. 22,00 – 5 giugno h. 20,30
La storia di un omicidio. Salamè è una bambina molto problematica: i suoi compagni di classe la prendono in giro quotidianamente, in modo cattivo e verbalmente violento. La maestra non si accorge di nulla. La madre non è in grado di aiutarla. Il padre non si esprime.
http://romafringefestival.net/spettacoli-roma-fringe/miasmi

S’ignora
2 giugno h. 22,00 – 4 giugno h. 20,30 – 5 giugno h. 23,30
Una donna, alla soglia dei quarant’anni, riflette tra sé in un flusso di pensiero che trova la propria coscienza nella forza centripeta di una personalità fermamente intenzionata a esistere e non a resistere.
http://romafringefestival.net/spettacoli-roma-fringe/signora

Il Pasto degli schiavi
1 giugno h. 20,30 – 3 giugno h. 22,00 – 5 giugno h. 23,30
Incontro tra prosa e danza. Un potente decaduto si ritira in una gabbia dorata, portando con sé le sue più fedeli schiave per continuare a celebrare gli antichi fasti: la Cagna, la Scimmia, il Serpente e la Colomba. Amanti, infermiere, badanti, madri che condividono con lui i suoi ultimi giorni. Ognuna a suo modo, partecipa al banchetto, arraffa le briciole, condivide i giochi del Capo, si concede, lo cura.
http://romafringefestival.net/spettacoli-roma-fringe/il-pasto-degli-schiavi

Buonanotte Tesoro
1 giugno ore 22.00 – 2 giugno ore 23.30 – 5 giugno 20.30
Commedia melodrammatica di Susanna Gentili, regia di Danilo Zuliani, che racconta la storia di tre coppie contemporanee in crisi: incomprensioni, compromessi e ripicche si intersecano sotto gli occhi vigili di un Giudice della Sezione “Divorzi”, appollaiato su una sedia.
http://romafringefestival.net/spettacoli-roma-fringe/buonanotte-tesoro

Evento gratuito: sabato 6 giugno con Massimo Wertmuller in Il Pellegrino, di Pierpaolo Palladino.
Nella cornice di Castel Sant’Angelo una storia risorgimentale: la Roma di fine Ottocento descritta attraverso i pensieri e gli incontri di Ninetto, vetturino di un alto prelato reazionario, il Monsignor Caracciolo, il quale lo incarica di scortare il giovane Conte Enrico, suo nipote, ricercato dalla polizia austriaca.

logo-fringe-2015-con-data-verde-ritaglio-copia

Quando la periferia artistica, concettuale e urbana “invade” il centro della Città Eterna, il Roma Fringe Festival arriva a Castel Sant’Angelo.
Come in tutte le maggiori capitali europee e le grandi metropoli di tutto il mondo, per la prima volta ai piedi di uno dei monumenti più rappresentativi d’Italia, arrivano il teatro indipendente, arte e performance contemporanee, dando vita a un’inedita contaminazione tra la Storia e le nuove scene.
“Quella di quest’anno è più che mai una sfida” ha dichiarato il Direttore Artistico Davide Ambrogi “e l’obiettivo è quello di allinearci alle grandi metropoli del mondo, dove storia e movimenti artisti contemporanei coesistono e si incontranosi intersecano: così il Roma Fringe Festival nel 2015 porterà i nuovi progetti artistici teatrali indipendenti, e a volte audaci, ai piedi di un monumento in grado di raccontare attraverso la sua stratificazione la Storia d’Italia, arricchendolo e facendosene forza. E così, il Roma Fringe Festival, grazie al distretto culturale del Municipio Roma I Centro – diretto e organizzato dall’Assessore alla Cultura del Municipio Roma I Andrea Valeri – ha incontrato Romexpo”.
Nel mese dell’internazionalizzazione, Romexpo trasformerà i giardini di Castel Sant’Angelo in un’area resa internazionale dalle delegazioni estere in Italia per Milano e dai convegni sull’alta innovazione tecnologica. La collaborazione con le ambasciate renderà possibile l’attivazione di uno spazio-spettacolo interculturale aperto a tutte le etnie del mondo, un vero e proprio mercato dei popoli dove incontrare culture lontane, artigianato e spezie, assieme ai prodotti della migliore tradizione italiana.
Tra storia e scena contemporanea, saranno tanti gli appuntamenti che il Romexpo Roma Fringe Festival 2015 porterà all’ombra di Castel Sant’Angelo: mentre ogni sera a partire dalle 20.30 andranno in scena 9 spettacoli differenti, il sabato si animerà di pezzi di teatro in grado di disegnare un ritratto della Roma Risorgimentale (il 6 giugno con Massimo Wertmuller in “Il Pellegrino” di Pierpaolo Palladino), il sarcasmo romano e romanesco con Johnny Palomba il 13 giugno e Valerio Aprea il 20 giugno, l’avanguardia internazionale con una serata dedicata alla nuova scena Americana con ospiti da New York e St. Louis il 27 giugno, la nuova comicità italiana con il Social Comedy Club il 3 luglio, le installazioni musicali e artistiche della scena francese contemporanea il 4 luglio con Paris Rockin’ e una settimana dedicata alle eccellenze indipendenti romane dal 28 giugno al 3 luglio con Teatro Studio Uno, Teatro Argot, Teatro Tor di Nona, Carrozzerie NOT, Teatro dell’Orologio e altrerealtà.
“Romexpo e Roma Fringe Festival” ha dichiarato il CEO di Romexpo Armando Soldaini “presentano ricerche in un ambito che non potrebbe essere più attuale, quello cioè del dialogo tra arte e scienza e per di più in un contesto internazionale. Un vero prodotto dell’interconnessione dei linguaggi e della sperimentazione per meglio capire cosa c’è dietro l’angolo, per meglio progettare il nostro futuro globale”.
In collaborazione con il Roma Fringe Festival la squadra degli Artisti 7607 avrà il suo presidio artistico e creativo nei giardini di Castel Sant’Angelo, portando la sua squadra di attori, spettacoli e iniziative per sensibilizzare e promuovere la cultura e i diritti in Italia.
“Sono molto contenta che una manifestazione di respiro europeo come il Fringe Festival – capace di richiamare compagnie teatrali da tutto il mondo trovi ospitalità nel Municipio Roma I Centro, nella splendida cornice di Castel S’Angelo” ha dichiarato la Presidente del Municipio I Roma Centro Sabrina Alfonsi. “Si tratta sicuramente del modo migliore per far sì che uno dei luoghi più belli della nostra città, conosciuto in tutto il mondo e visitato ogni anno da migliaia di turisti, venga restituito alle romane e ai romani. La scelta di una location così importante non è stata casuale, così come non è stata casuale la partecipazione di Romexpo alla realizzazione del Festival. Entrambe le circostanze stanno a sottolineare la vocazione internazionale della manifestazione”.
“L’evento” ha concluso Sabrina Alfonsi, “totalmente autofinanziato, è stato realizzato grazie a sinergie tra soggetti culturali e soggetti imprenditoriali portatori di progetti di qualità in grado di andare incontro ai favori del pubblico, dai giovani agli anziani, dai residenti ai turisti, che grazie a biglietti a ‘prezzi sociali’ potranno ammirare sul palco del Fringe la migliore produzione della scena contemporanea”.
Romaexpo – Roma Fringe Festival 2015: 30 maggio – 5 luglio. Tutti I giorni dalle 9.00 di mattina alle 2.00 di notte Parco Adriano, giardini di Castel Sant’Angelo.
Ingresso gratuito, per gli spettacoli 5 euro.
www.facebook.com/RomaFringe / @RomaFringeFest

Per info e programma: www.romafringefestival.it – www.romexpo.it

Media Partner: Radio Centro Suono, Funweek.it, Periodico Italiano Magazine, Fermata Spettacolo, HF4, MG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *