Neon Genesis Evangelion, capolavoro del regista giapponese Hideaki Anno, continua a parlare nel profondo a generazioni di spettatori, imponendosi come una delle opere più culturalmente rilevanti del nostro tempo. A seguito della decisione di Netflix di cancellare il nuovo adattamento italiano, Domenica 7 luglio alle 16:30 il Vigamus, il Museo del Videogioco di Roma, avrà il piacere di ospitare Gualtiero Cannarsi, curatore del doppiaggio che ha suscitato negli scorsi giorni l’ira dei fan sui social. Scopo dell’evento sarà focalizzarsi con l’aiuto di Cannarsi sul contenuto reale di Evangelion e sulla missione di ogni adattamento di renderlo disponibile al pubblico locale.

L’evento sarà strutturato con una serie di domande all’ospite, in compagnia di illustri ospiti, volte a illustrare vari aspetti legati alla serie in oggetto e affrontare il delicato processo di adattamento di un’opera autoriale; il pubblico in sala è invitato a intervenire e partecipare alla discussione. Il desk del panel sarà dunque composto anche da:

Roberto Genovesi, Direttore Artistico di Cartoons on the Bay di Rai Com
– Marco Pellitteri, docente nella Facoltà di Giornalismo e Comunicazione della Shanghai International Studies University e autore di “Il Drago e la Saetta” e “Mazinga Nostalgia”
– Francesco Miranda, Presidente Gundam Club Italia, consulente GP Publishing, Star Comics, Goen e Dynit, tramite cui si è trovato a lavorare con Fabrizio Mazzotta su Gundam
– Maurizio Di Stefano, dottore in lingue orientali e diplomato all’istituto di cultura giapponese, ex giornalista specializzato in cultura pop, anime e videogame giapponesi (Benkyo) nonché traduttore.

Riportiamo una nota pubblicata sulla pagina ufficiale del Vigamus:il format dell’evento è quello presentato nel post originale, una scelta precisa e legittima che prevede la centralità di un ospite di comprovata professionalità e con un cursus honorum importante. Chi segue Vigamus da tempo conosce d’altronde il format dei nostri eventi. I professionisti e gli esperti di lingua giapponese sono assolutamente i benvenuti (come chiunque altro) e, come da post originale, il pubblico è invitato a partecipare e costruire il contraddittorio, in concerto con la dinamica delle domande di stampo giornalistico indicate nel post d’apertura (gestite dal nostro team editoriale con l’aiuto del Centro Studi).In questo senso, se avete un’opinione così forte e legittima, la raccomandazione è di non perdere l’occasione di esprimerla con l’interessato, con garbo, rispetto e apertura mentale.Siamo un luogo di cultura che incentiva la pluralità di opinioni, da qualunque parte esse provengano. Usiamo pure toni netti e decisi, ma pacifici e benevoli: ne usciremo tutti arricchiti dal confronto dialettico di idee (sottolineiamo, ancora, il plurale)“.

Storico responsabile per Lucky Red dell’adattamento e del doppiaggio dei film dello Studio Ghibli, Cannarsi adotta un metodo di lavoro irriducibilmente rigoroso e fedele al testo giapponese. La prospettiva di Cannarsi è arricchita anche dalla sua conoscenza della cultura e dell’animazione giapponese, che gli è valsa la possibilità di dialogare professionalmente con gli studi di produzione e gli autori delle opere che adatta.

Vigamus, il Museo del Videogioco di Roma, è il primo Museo italiano interamente dedicato al Videogioco. Il Museo è gestito da Fondazione Vigamus, Ente riconosciuto dalla Prefettura di Roma con Parere positivo del Ministero dei Beni Artistici e Culturali e Del Turismo con Protocollo 976/2014, costituito nel giugno 2013 e impegnato nella preservazione, la ricerca e la divulgazione dei beni fisici e digitali legati allo strumento d’espressione digitale. Fenomeno di massa, espressione artistica dell’era digitale e medium interattivo, il videogioco è ormai entrato a far parte dell’immaginario contemporaneo, divenendo uno dei più complessi sistemi di produzione di significati. Per natura legato alla componente tecnologica, il videogioco evolve continuamente, rivoluzionando a sua volta l’intero sistema delle arti, e combinandosi con esso.Obiettivo di Fondazione Vigamus è promuovere e diffondere la consapevolezza del portato culturale del videogioco in Italia, Paese caratterizzato da un vasto pubblico di giocatori. Il videogioco si va così ad inserire nella struttura del patrimonio storico-artistico del Bel Paese, il cui primato nel mondo è assolutamente indiscutibile. L’innovazione culturale, più che quella tecnologica, rappresenta il fondamento per la nascita di una vera cultura del videogioco, artefatto che merita di essere conosciuto e studiato, e prima di tutto, preservato. Per ulteriori informazioni è possibile visitare il sito www.vigamus.com. Per richieste di accredito stampa è sufficiente inviare una mail all’indirizzo info@vigamus.com

Gianluca Falletta

Gianluca Falletta, presidente di Satyrnet e finalista di Italia's Got Talent 2019, è considerato "il papà del Cosplay Italiano". Come una delle prime realtà che hanno promosso il fenomeno made in Japan, Satyrnet, in oltre 15 anni di attività ha creato, realizzato e prodotto alcune delle più importanti manifestazioni di settore. Il portale www.satyrnet.it e la sua vastassima community online sono tutt'ora uno dei punti di riferimento per gli appassionati.Gianluca Falletta ha partecipato alla produzione del Festival del Fumetto di Romics, RomaComics & Games, Gaming e Cartoon Days e ora collabora con i principali festival italiani quali LuccaComics & Games, Milano Cartoomics e Napoli Comicon.
Dopo "l'apprendistato" presso Filmmaster Events, una delle più importanti agenzie di eventi al mondo, Gianluca si occupa di creare ride e parchi di divertimento a livello internazionale e ha participato allo start-up dei nuovissimi parchi italiani Cinecittà World e Luneur Park cercando di unire i concetti di narrazione, creatività con l'esigenza di offrire entertainment per il pubblico.
Gianluca Falletta

Latest posts by Gianluca Falletta (see all)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *