oggi
Per continuare il nostro viaggio attraverso il fandom di Star Wars,
questa settimana vogliamo approfondire il lavoro e la passione di Emanuele Emavox Terzano, uno dei pilastri della fitta galassia di appassionati italiani della saga di George Lucas: un artista marziale ma anche un grande creativo che ha fondato il club Jedi Generation (di cui abbiamo già parlato negli scorsi appuntamenti) e ha saputo infondere il suo “saper fare” nella costruzione di light saber custom. A differenza degli scorsi articoli, questa volta, Satyrnet da direttamente la parola all’amico Emavox:

“Eccomi qua ancora una volta a raccontare un po’ di me e ad esser sincero fa sempre piacere quando me lo chiedono perché vuol dire che ciò che ho fatto, faccio e farò genera un certo interesse. Ho conosciuto Star Wars nell’87 mentre guardavo un film in televisione che non conoscevo come “Guerre Stellari” ma come la “Morte nera”.

Il giorno dopo ero così affascinato dalla filosofia Jedi, dalla storia magica, dai poteri della forza e sopratutto dalle spade laser che accompagnato dai miei genitori cercai in diversi negozi queste famose armi Jedi, ma purtroppo tornai a mani vuote, la mia delusione di quando avevo 6 anni! A questa tenera età, però, è difficile definirla passione perché si hanno tante cose da scoprire; quella è venuta molti hanno dopo, quando ho voluto costruirmi un costume di Darth Vader e la spada laser per sfilare ad una festa di Halloween.

Era il 1999, non so perché decisi per quel costume, forse influenzato dai trailer de “La minaccia fantasma”, che aveva risvegliato in me qualcosa di latente. Dopo essermi costruito la spada laser appresi che finalmente nei negozi stavano arrivando delle riproduzioni fedeli marchiate Lucas: erano le Master replica, e dopo 12 anni dalla mia richiesta ero stato accontentato! Avevo la mia spada laser!!! Credo che da lì nacque la vera passione per Star Wars. Eccoci al primo tassello del puzzle, la Passione! Devo ammetterlo, ho un cuore artistico e mi piace creare, ho studiato musica, danza, e sono scultore, ho lavorato per tanti anni da Arnaldo Pomodoro dove ho imparato tantissimo, ma l’arte non va frenata in una unica cosa, quando qualcuno la percepisce deve lasciarla libera di scorrere!

Tutto ciò richiama molto il segreto della FORZA vero? Ecco che a fine 2011 scoprì che in America i ragazzi si trovano tra loro per fare combattimenti e coreografie con le spade laser, apprendendo le nozioni attraverso corsi specifici. Pensai subito di fare qualcosa di simile anche qui in Italia ma con più riguardo verso la parte spettacolare che, secondo il mio pensiero, è fondamentale per avvicinarsi alla linea guida del film.

Ho trovato subito il candidato giusto per il mio progetto: un mio allievo di danza che come me aveva praticato arti marziali fin da piccolo. Abbiamo dato vita ad una coreografia di 3 minuti completamente su stacchi musicali, dove interpretavamo una lotta tra Darth Maul ed un Jedi.

01

Dopo mesi di prove, il primo show! Il pubblico che era composto da ragazzi che festeggiavano la fine delle scuole, e rimase colpito. In molti cominciarono a chiedere di provare, una intera generazione che si stava appassionando grazie alle spade laser! Il nome e l’inizio di corsi vennero da se. Così nacque la Jedi Generation! Fare spettacoli ci piaceva e abbiamo deciso di continuare ad esibirci a varie feste trovando sempre più appassionati che volevano seguirci, finché mi arrivò un messaggio su Facebook da un rappresentante della 501st che mi chiedeva una collaborazione per un evento in fiera. Non posso descrivervi l’emozione nel leggere certe parole, pensavo fosse uno scherzo… L’evento andò bene, regalandoci emozioni e abbiamo avuto la fortuna di conoscere moltissime persone appassionate anche più di noi. È così che ho conosciuto il mondo del customing, e dopo qualche anno e svariati eventi insieme alla 501st mi è stato proposto di diventare parte di essa come Darth Maul. Ho seguito tutto l’iter e dopo 6 mesi finalmente è arrivata l’ufficializzazione da Lucas Film con il codice di SL (sith lord) 17381. Nel frattempo la Jedi Generation, si configurava sempre più come un gruppo di spettacolo con corsi specifici per imparare l’uso della spada laser, con tecniche e stili di combattimento, recitazione e acrobatica, e trovava altri componenti in diverse città di Italia, dando così la possibilità di far nascere nuovi corsi per appassionati. Attualmente la Jedi Generation si trova ad Alessandria (che è dove è nata), Casale, Vercelli, Robbio, Novara, Torino, Lecco, Perugia e Roma da settembre con un po’ di fortuna anche a Milano. Da due persone siamo arrivati a contare più di 70, ad avere sempre più ingaggi per fiere ed eventi Disney… Cominciare ad allestire uno stand è diventato ben presto una necessità. Abbiamo dato vita a dei gruppi di lavoro prop Maker (scenografi e costumisti) dove, dividendo i compiti, ci siamo dedicati anche a questa parte che ha la sua importanza visiva.

02

Oltre ai costumi e alle scenografie, la spada laser ha continuato ad essere la parte che crea più curiosità nel pubblico. Dopo vari acquisti dall’America, ho deciso di creare delle spade maggiormente legate al nostro scopo. Per arrivare alla prima spada costruita ci ho messo 9 mesi di ricerche, test, e soldi investiti in macchinari. Ma la soddisfazione è arrivata quando finalmente tenevo nella mia mano il frutto di tanta fatica, altamente competitiva con le cugine americane: per maneggevolezza, robustezza, leggerezza e sopratutto luminosità tutto ad un costo di produzione basso. Tuttora gli stessi modelli sono sempre in fase di miglioramento, sempre sotto costanti ricerche.

03

La linea elegante e semplice le contraddistingue da quelle ideate per i film, puntando a rendere facile il suo utilizzo, anche se ammetto che alcuni modelli hanno preso ispirazione dalle più famose linee guida. Cosí facendo posso evitare di fare delle riproduzioni e dare sfogo ancora una volta alla mia vena artistica. Ogni modello ha la sua difficoltà di esecuzione, i suoi tempi ed i suoi imprevisti. Ecco perché posso dire che non è un lavoro facile, ma necessita di una determinata preparazione, studio e pratica manuale. Una volta che si ha in mano una spada laser imparare ad utilizzarla non è difficile se si è seguiti da un istruttore o maestro. Il trucco più evidente è nell’imparare gli Spin (rotazioni della spada) sempre a velocità maggiore, in questo modo si può allenare il polso ad essere più sciolto. L’utilizzo della spada laser proviene da diverse discipline marziali, con la differenza che in questo percorso bisogna essere molto fluidi, meno impostati per dare più spazio al movimento e più coreografici. Con la Jedi Generation si impara seguendo un’arte di intrattenimento che, come nei film, faceva incollare il pubblico alle poltrone. Avendo avuto la fortuna di anticipare già 4 anni fa l’uscita del nuovo film, abbiamo la possibilità di essere preparati per affrontare i numerosi eventi che ci aspettano. Non mi rimane che augurarvi “che la forza sia con voi!”

Emanuele Emavox Terzano

Per approfondire ecco i link ufficiali:

https://www.facebook.com/Emavox81

http://www.jedigeneration.it/

Gianluca Falletta

Gianluca Falletta, presidente di Satyrnet e finalista di Italia's Got Talent 2019, è considerato "il papà del Cosplay Italiano". Come una delle prime realtà che hanno promosso il fenomeno made in Japan, Satyrnet, in oltre 15 anni di attività ha creato, realizzato e prodotto alcune delle più importanti manifestazioni di settore. Il portale www.satyrnet.it e la sua vastassima community online sono tutt'ora uno dei punti di riferimento per gli appassionati.Gianluca Falletta ha partecipato alla produzione del Festival del Fumetto di Romics, RomaComics & Games, Gaming e Cartoon Days e ora collabora con i principali festival italiani quali LuccaComics & Games, Milano Cartoomics e Napoli Comicon.
Dopo "l'apprendistato" presso Filmmaster Events, una delle più importanti agenzie di eventi al mondo, Gianluca si occupa di creare ride e parchi di divertimento a livello internazionale e ha participato allo start-up dei nuovissimi parchi italiani Cinecittà World e Luneur Park cercando di unire i concetti di narrazione, creatività con l'esigenza di offrire entertainment per il pubblico.
Gianluca Falletta

Latest posts by Gianluca Falletta (see all)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *