Parlando del vasto panorama di Star Wars, a molti viene in mente grandi scontri stellari, scontri tra Jedi e Sith, la gloria dell’Impero e gli eroici membri della resistenza; però questo è un universo così espanso che ci fa conoscere nuovi e improbabili personaggi arricchendo così questa poliedrica saga. Questo è il caso di introdurre la Dottoressa Chelli Lona Aphra, personaggio anacronistico in quanto esso non è un contrabbandiere, un agente imperiale, un politico del senato o un cavaliere Jedi decaduto, bensì un’archeologa specializzata nella ricerca di artefatti rari in giro per la galassia, al soldo del miglior offerente, pensandoci, come un personaggio simile può essere introdotto nella saga di Star Wars e avere successivamente anche un ruolo di rilievo?

È presto detto, infatti abbiamo già fatto la conoscenza di questo personaggio, nella serie di fumetti di Star Wars dedicata a Darth Vader, più precisamente nel volume intitolato “Ombre e Segreti”, in quanto in quella serie era al soldo del Signor Oscuro dei Sith con il compito di ritrovare reperti che potessero essere utili per i misteriosi scopi di Vader. Il personaggio della dottoressa Aphra è così piaciuto e la sua storia così intrigante che le è stata dedicata una serie a fumetti inserendola di diritto nel pantheon dei personaggi di Star Wars.

All’inizio di questo volume, ritroviamo la Dottoressa Aphra nell’attività che le riesce meglio, la ricerca di manufatti da poter rivendere a collezionisti, al mercato nero e a chiunque abbia abbastanza crediti da sborsare per avere un pezzo di passato nella sua collezione. Abbiamo lasciato Aphra mentre abbandona il sodalizio con Darth Vader in maniera piuttosto rocambolesca, inscenando la sua morte, così da poter evitare le ire del Signore Oscuro dei Sith. Ad accompagnare Aphra vi sono Triplo Zero e TB1 una coppia di droidi assassini che hanno deciso di seguire la loro amica/padrona nelle sue avventure, e Black Krrsantan un cacciatore di taglie Wookiee che si unisce al gruppo in quanto Aphra ha dei debiti nei suoi confronti. In questo primo numero faremo la conoscenza di una parte del passato di Aphra, che dopo anni di lontananza, a causa di forze maggiori, dovrà riallacciare i rapporti burrascosi con il padre, impegnato da anni alla ricerca quasi maniacale di un antica setta scissionista di Jedi. Tale ricerca porterà Aphra e i suoi amici ai quattro angoli della galassia alla ricerca della verità. Sul loro cammino troveranno ostacoli indicibili e la sempre forte mano dell’Impero, questo non solo per trovare nuovi reperti, ma anche per riguadagnare la reputazione perduta.

Volume ricco di colpi di scena, che introduce un argomento accennato solo in altre serie a fumetti di Star Wars ma che in questa serie verrà certamente approfondito, quello della ricerca archeologica sugli antichi Jedi e Sith ma anche di altre civiltà aliene di cui si son perse le tracce, una sorta di Indiana Jones Spaziale in “gonnella”, con protagonisti così improbabili da rendere ogni numero sempre più interessante e intrigante, lettura consigliatissima per tutti i fan della serie e non.

Natascia Zampella
Latest posts by Natascia Zampella (see all)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *