L’inizio della prima edizione del Napoli Horror Festival è quasi alle porte e i preparativi proseguono per questo periodo estivo. La manifestazione, che avrà luogo dal 13 al 15 settembre all’Ex Base Nato di Bagnoli, ha avuto come evento di anteprima a giugno la Parata Zombie a via Toledo, coinvolgendo circa 200 partecipanti, e ora continua a far parlare di sé grazie ai trailer che stanno girando sui social network. Il Festival, organizzato da Cooperativa Mestieri del Palco in collaborazione con la Compagnia CRASC, ha pensato anche a due diversi concorsi aperti a tutti. Sono ufficialmente aperte le iscrizioni al concorso letterario e concorso di corti cinematografici del Napoli Horror Festival. La deadline per la partecipazione è il 4 Agosto 2019. Per entrambi i Concorsi sono previsti Premi per il primo classificato: per il 1° classificato al concorso letterario è prevista la pubblicazione del racconto nella collana “I Narratori” edita da Cuzzolin Editore; per il 1° classificato al concorso corti verrà assegnato un Premio in denaro del valore di € 500,00.

I regolamenti e le modalità di partecipazione possono essere consultati e scaricati dai link seguenti:

La Cooperativa Mestieri del Palco nasce nel 2014 come progetto di promozione dell’improvvisazione teatrale in Italia e dall’esigenza di fornire servizi e consulenza agli artisti e alle compagnie con lo slogan: solo il bello dello spettacolo, sollevando quindi gli artisti dalle incombenze burocratiche. In soli cinque anni di attività produce e distribuisce spettacoli ed organizza rassegne, collaborando con diverse strutture già presenti sul territorio regionale e nazionale. Riconosciuta e sostenuta dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali ai sensi DD 27/07/2017 – progetti speciali e dalla Regione Campania ai sensi della LR 6/2007, è promotore del Progetto Zeta – dai valore al tuo lavoro, che crea sinergia fra le strutture che si occupano di arti sceniche e cultura ma che, per mancanza di requisiti strutturali, economici e formali non riescono agevolmente ad accedere individualmente ai finanziamenti pubblici e privati destinati al settore di appartenenza. Il Progetto Zeta mette insieme le progettualità singole di queste realtà creando economie e opportunità di lavoro.

A gennaio 2019 Beatrice Baino ha festeggiato 25 anni di carriera. Un percorso lungo e articolato che nasce da una grande passione per le arti performative, si forma all’interno della cooperativa CRASC di cui cura la direziona artistica dal 2007 e si sviluppa a tutto tondo con il confronto con moltissime realtà del panorama culturale campano. Specializzatasi in eventi multidisciplinari organizza e gestisce manifestazioni di diverso genere.

Gianluca Falletta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *