http://profile.ak.fbcdn.net/hprofile-ak-snc4/372953_14433200678_671393286_n.jpgDietro le quinte di un cartone animato: storia, sceneggiatura, personaggi Un workshop a cura del Future Film Festival per Bottega Finzioni

Come si scrive un cartone animato? Come prende forma la sua sceneggiatura? E quali sono i segreti per creare personaggi indimenticabili? Sono alcune delle domande al centro dell’iniziativa “Fare sceneggiatura. Tre workshop di story editing per cartoon”, a cura di Future Film Festival per Bottega Finzioni. Gli incontri si terranno in Sala Borsa a Bologna il 30 e 31 marzo e il primo aprile, sempre dalle 9 alle 13, nell’ambito del festival internazionale di cinema, animazione e nuove tecnologie (in corso in città dal 27 marzo al primo aprile). Appassionati di cartoon, aspiranti sceneggiatori, professionisti o semplicemente amanti del genere, avranno la possibilità di confrontarsi con tre esperti e di analizzare con loro tutto ciò che si muove dietro le quinte di una storia animata, dalla sua nascita alla sua realizzazione.

 

I primi due incontri del workshop, venerdì 30 e sabato 31 marzo, saranno curati in tandem dagli autori e sceneggiatori Mario Bellina e Andrea Fazzini, fondatori tra l’altro di Monkey4, il team creativo dedicato all’ideazione e alla scrittura di format, progetti editoriali e sceneggiature umoristiche o dell’infanzia. La terza e ultima lezione, in programma domenica 1 aprile, sarà tenuta da Fabrizio Lo Bianco, scrittore di fumetti, cartoni animati e libri per ragazzi.

La storia e la struttura narrativa sono l’argomento della prima lezione, venerdì 30 marzo: si parlerà degli elementi principali che compongono la “grammatica” della storia alla base di un film animato o di un episodio seriale: eventi, temi e valori e le relazioni tra di loro, concentrando l’attenzione sul ruolo del “conflitto”. Durante questo primo incontro sarà analizzato il flusso della storia fino al “momento culminante”.

“Dalla bibbia alla sceneggiatura” è invece il punto di partenza della seconda giornata, sabato 31 marzo: la bibbia è il documento che raccoglie tutte le informazioni basilari di un progetto di animazione, e da qui prendono forma le sceneggiature. Poi, sempre con Mario Bellina e Andrea Fazzini, si passerà ai personaggi: come si costruisce un protagonista credibile, e un antagonista indimenticabile. Nei progetti seriali infatti tutto parte dai personaggi.

Infine domenica 1 aprile Fabrizio Lo Bianco analizzerà il case history della serie “Spike Team”, sin dalla prima stagione, per arrivare al lavoro attuale di sviluppo. Sotto la lente di ingrandimento finirà la prima serie, con i suoi punti di forza e di criticità; poi l’impostazione della seconda serie; infine la sceneggiatura e lo story editing, per capire come si gestiscono e armonizzano trame e sottotrame di una storia seriale.

 

I costi di iscrizione al workshop sono di 60 euro per la lezione singola e di 150 euro per il pacchetto che comprende tutte e tre le lezioni. Il costo del pacchetto scende a 120 euro per i sostenitori del Future Film Festival e per gli studenti accreditati al Future Film Festival 2012.

Per iscriversi occorre scaricare il modulo dal sito della Bottega Finzioni (www.bottegafinzioni.it) e inviarlo, compilato, via mail o via fax insieme con la ricevuta del bonifico. Le iscrizioni si chiuderanno martedì 27 marzo 2012. In caso di mancato raggiungimento del numero minimo di iscritti necessario a far partire il workshop, la cifra verrà restituita entro martedì 3 aprile 2012.

 

Il Future Film Festival, che si svolgerà dal 27 marzo al 1 aprile 2012, da sempre esplora le frontiere del cinema d’animazione e delle nuove tecnologie. Tema conduttore di questa quattordicesima edizione la ‘Fine del mondo’, con un concerto-evento, proiezioni e tante iniziative in città. Oltre a una ricca selezione di lungometraggi inediti in concorso per il Platinum Grand Prize (da Arrugas ad Attack the Block) e anteprime speciali (da Lorax a Chronicle), in programma la sezione Future Film short dedicata ai corti, il 3D Day con la Pixar Animation ospite speciale, il cinema green coi 100 Autori e le novità della Motion Graphics del Brasile. www.futurefilmfestival.org.

 

La Bottega Finzioni è il laboratorio di narrazione, sceneggiatura e scrittura di mestiere fondato nel 2011 a Bologna da Carlo Lucarelli, Giampiero Rigosi, Michele Cogo e Beatrice Renzi.

Bottega Finzioni ha il patrocinio del Comune di Bologna, del corso di laurea in DAMS, Discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo dell’Università di Bologna, e della Cineteca di Bologna. All’attività della Bottega contribuisce la Regione Emilia-Romagna.

Bottega Finzioni ha il sostegno e la collaborazione di Coop Adriatica e della Fondazione Unipolis. Al progetto collaborano la Fondazione Fellini di Rimini e Librerie.coop.

Come si scrive un cartone animato? Come prende forma la sua sceneggiatura? E quali sono i segreti per creare personaggi indimenticabili? Sono alcune delle domande al centro dell’iniziativa “Fare sceneggiatura. Tre workshop di story editing per cartoon”, a cura di Future Film Festival per Bottega Finzioni. Gli incontri si terranno in Sala Borsa a Bologna il 30 e 31 marzo e il primo aprile, sempre dalle 9 alle 13, nell’ambito del festival internazionale di cinema, animazione e nuove tecnologie (in corso in città dal 27 marzo al primo aprile). Appassionati di cartoon, aspiranti sceneggiatori, professionisti o semplicemente amanti del genere, avranno la possibilità di confrontarsi con tre esperti e di analizzare con loro tutto ciò che si muove dietro le quinte di una storia animata, dalla sua nascita alla sua realizzazione.

 

I primi due incontri del workshop, venerdì 30 e sabato 31 marzo, saranno curati in tandem dagli autori e sceneggiatori Mario Bellina e Andrea Fazzini, fondatori tra l’altro di Monkey4, il team creativo dedicato all’ideazione e alla scrittura di format, progetti editoriali e sceneggiature umoristiche o dell’infanzia. La terza e ultima lezione, in programma domenica 1 aprile, sarà tenuta da Fabrizio Lo Bianco, scrittore di fumetti, cartoni animati e libri per ragazzi.

La storia e la struttura narrativa sono l’argomento della prima lezione, venerdì 30 marzo: si parlerà degli elementi principali che compongono la “grammatica” della storia alla base di un film animato o di un episodio seriale: eventi, temi e valori e le relazioni tra di loro, concentrando l’attenzione sul ruolo del “conflitto”. Durante questo primo incontro sarà analizzato il flusso della storia fino al “momento culminante”.

“Dalla bibbia alla sceneggiatura” è invece il punto di partenza della seconda giornata, sabato 31 marzo: la bibbia è il documento che raccoglie tutte le informazioni basilari di un progetto di animazione, e da qui prendono forma le sceneggiature. Poi, sempre con Mario Bellina e Andrea Fazzini, si passerà ai personaggi: come si costruisce un protagonista credibile, e un antagonista indimenticabile. Nei progetti seriali infatti tutto parte dai personaggi.

Infine domenica 1 aprile Fabrizio Lo Bianco analizzerà il case history della serie “Spike Team”, sin dalla prima stagione, per arrivare al lavoro attuale di sviluppo. Sotto la lente di ingrandimento finirà la prima serie, con i suoi punti di forza e di criticità; poi l’impostazione della seconda serie; infine la sceneggiatura e lo story editing, per capire come si gestiscono e armonizzano trame e sottotrame di una storia seriale.

 

I costi di iscrizione al workshop sono di 60 euro per la lezione singola e di 150 euro per il pacchetto che comprende tutte e tre le lezioni. Il costo del pacchetto scende a 120 euro per i sostenitori del Future Film Festival e per gli studenti accreditati al Future Film Festival 2012.

Per iscriversi occorre scaricare il modulo dal sito della Bottega Finzioni (www.bottegafinzioni.it) e inviarlo, compilato, via mail o via fax insieme con la ricevuta del bonifico. Le iscrizioni si chiuderanno martedì 27 marzo 2012. In caso di mancato raggiungimento del numero minimo di iscritti necessario a far partire il workshop, la cifra verrà restituita entro martedì 3 aprile 2012.

 

Il Future Film Festival, che si svolgerà dal 27 marzo al 1 aprile 2012, da sempre esplora le frontiere del cinema d’animazione e delle nuove tecnologie. Tema conduttore di questa quattordicesima edizione la ‘Fine del mondo’, con un concerto-evento, proiezioni e tante iniziative in città. Oltre a una ricca selezione di lungometraggi inediti in concorso per il Platinum Grand Prize (da Arrugas ad Attack the Block) e anteprime speciali (da Lorax a Chronicle), in programma la sezione Future Film short dedicata ai corti, il 3D Day con la Pixar Animation ospite speciale, il cinema green coi 100 Autori e le novità della Motion Graphics del Brasile. www.futurefilmfestival.org.

 

La Bottega Finzioni è il laboratorio di narrazione, sceneggiatura e scrittura di mestiere fondato nel 2011 a Bologna da Carlo Lucarelli, Giampiero Rigosi, Michele Cogo e Beatrice Renzi.

Bottega Finzioni ha il patrocinio del Comune di Bologna, del corso di laurea in DAMS, Discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo dell’Università di Bologna, e della Cineteca di Bologna. All’attività della Bottega contribuisce la Regione Emilia-Romagna.

Bottega Finzioni ha il sostegno e la collaborazione di Coop Adriatica e della Fondazione Unipolis. Al progetto collaborano la Fondazione Fellini di Rimini e Librerie.coop.

 

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *