In questi ultimi anni abbiamo visto vecchie serie televisive che venivano riproposte in film cinematografici, un esempio sono Baywatch, Chips, Charlie Angels e Hazzard. E molti erroneamente pensano che tali proposte sono un’ esclusiva di questi ultimi decenni, ma non è così, infatti grazie al mio collega Marco Talparius Lupani, che ha ampliato la mia conoscenza nel mondo Nerd-Vintage, ho conosciuto tra le sue, come le definisco io amorevolmente “Poiane”, una serie molto divertente e carina da cui trae spunto la serie televisiva Charlie Angeles degli anni 70, i CB Bears.

Questa serie televisiva venne prodotta dalla Hanna & Barbera, alla fine degli anni settanta,  col titolo “CB Bears”, qui in Italia venne trasmessa con il titolo gli “Orsi Amatori”, e, in alcuni casi, su alcune reti televisive venne reintitolata come gli “Orsi di Charlie”. Di questa serie venne realizzata solo una stagione composta da 13 episodi e venne trasmessa negli USA dalla NBC mentre in Italia venne trasmessa nelle reti locali, e, pur essendo una serie di genere commedia, faceva il verso alla serie poliziesca Charlie Angeles.

La serie ripercorre le avventure di tre simpatici Orsi  Hastle, Bump e Boogie, che viaggiano in giro per il mondo con il loro camion dell’immondizia. Però esso è solo una facciata, infatti i tre orsi in realtà sono degli investigatori, i quali vengono contattati da una misteriosa voce femminile che gli orsi chiamano Charlie, attraverso la loro radio ricetrasmittente, da qui il titolo CB Bears. Dopo aver ottenuto l’incarico, grazie alla loro pachidermica astuzia e ai loro gadget racchiusi all’interno del loro camion civetta, riescono sempre a risolvere il problema, con ringraziamento finale via radio da parte di Charlie per il buon lavoro svolto, proprio come la serie Charlie Angels.

Il mio collega me ne aveva parlato così tanto che mi aveva messo curiosità, infatti per fortuna sono riuscita a trovarne alcuni episodi, e mi sono divertita così tanto che non smettevo un attimo di ridere, non posso dire altro che è una serie che meritava molti più episodi e molti più passaggi televisivi  invece di finire quasi nel dimenticatoio.

Natascia Zampella
Latest posts by Natascia Zampella (see all)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *