La televisione è sempre stata considerata come mezzo di intrattenimento, e le serie animate sono state considerate come il mezzo di intrattenimento principale per un pubblico sia di bambini che adolescenziale, però vi sono alcuni casi dove le serie animate oltre che a essere solo un mezzo di divertimento, insegnano anche messaggi di natura civica o morale. La serie di oggi, oltre a essere divertente e avventurosa, infatti lanciava un messaggio di stampo ecologico, insegnando il rispetto e la preservazione della natura, la serie si intitolava Captain Planet and the Planeteers. Questa serie venne prodotta dalla DIC nei primi anni 30 su idea di Ted Turner, serie composta da un totale di 65 episodi, venne trasmessa quasi nello stesso periodo in Italia sulle reti televisive RAI.

Per millenni, Gaia lo Spirito della Terra, colei che ha protetto la flora e la fauna del nostro verde pianeta, non tollerando più i disastri ambientali causati dall’uomo che non fanno altro che inquinare i mari, le praterie e le montagne, rischiando anche la precoce estinzione di varie forma di vita sia animali che vegetali, solo per bieca avidità e stupidità; invia sulla Terra 5 anelli in grado di donare a coloro che li indossano particolari poteri, essi rappresentano i 4 elementi principali, Aria, Acqua, Terra, Fuoco e in aggiunta il potere del Cuore, che dona l’empatia con l’ambiente che li circonda. Gli anelli scelgono 5 ragazzi degni dei poteri che essi possono donare Quam, Willy, Linka, Ghi e Matias, e i ragazzi accettano di farsi onore di tale potere e così diventano gli Ecodifensori (Planeteers in originale), e utilizzano i loro poteri per aiutare Gaia a difendere l’ambiente contro Mister Virus, Sly Sludge, Max Malis e altri biechi inquinatori e nemici dell’ambiente, ma i 5 ragazzi non sono da soli, infatti unendo i loro 5 poteri prende vita il difensore del pianeta Terra Captain Planet, che con i suoi super poteri è in grado di sconfiggere il male e i suoi alleati.

Una serie interessante, che oltre ad avere il classico dinamismo e la consueta miscela di azione e avventura, inserisce nel contesto anche un messaggio ecologico, dove viene insegnato il rispetto della natura, non solo sul piano globale, ma anche su quello quotidiano, come il non sprecare l’acqua, non buttare immondizia per terra, ma negli appositi contenitori e cose del genere, in fin dei conti basta poco per essere degli Ecodifensori anche senza i poteri di Gaia.

Natascia Zampella
Latest posts by Natascia Zampella (see all)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *