Interessante, documentato, a tratti ironico, Graphofeel presenta il nuovo libro di Mario Pacelli, per riflettere sull’Italia delle autonomie locali, della condizione femminile, delle ferrovie, della sanità, dell’esercito e dell’istruzione: un cantiere ancora aperto… L'unità d'Italia è stata lunga e laboriosa, fatta di atti eroici e di meno nobili azioni; vi hanno partecipato mille personaggi noti e meno noti, tutti impegnati al raggiungimento del fine che si erano prefissi. Il risultato è stato un cantiere in continua attività, con molte varianti rispetto al progetto originario: da Regno l'Italia è diventata Repubblica, da Stato accentrato si è trasformato in un Paese con larghe autonomie locali, da entità nazionale ai margini dell'Europa è divenuta protagonista di primo piano dell'unità europea. E il cantiere è ancora aperto…
 

Come si è giunti da un coacervo di stati e staterelli alla costruzione di un unico Paese? È quello che ci racconta Mario Pacelli in questo saggio ricco di una vasta mole di informazioni dettagliate e a volte sorprendenti sulla storia d’Italia dall’Unità ad oggi. Esperto di diritto pubblico e di storia delle istituzioni, l’autore ci conduce, con mano leggera e sapiente equilibrio tra erudizione e divertita curiosità, in visita in un cantiere ancora aperto, in cui si costruisce uno Stato, mostrandoci materiali e progetti utilizzati, scartati, terminati o mutati in corso d’opera.
 
Trovano così spazio la storia delle autonomie locali, quella della condizione femminile, delle ferrovie, della sanità, dell’esercito e dell’istruzione, fornendo al lettore gli strumenti per comprendere meglio la realtà contemporanea. Edito dalla giovane Casa Editrice Graphofeel, “Cantiere Italia, in libreria da aprile 2011 inaugura la collana Forminevau curata da Antonio Perri, Mario Pacelli, docente di diritto pubblico, è stato a lungo funzionario della Camera dei Deputati. È autore di numerosi saggi di storia delle istituzioni.
 
 
Tutte le pubblicazioni sono acquistabili online.
Per info: www.graphofeel.com
 
Ufficio Stampa
Marta Volterra
 marta.volterra@gmail.com
340.96.900.12

admin

C'è un mondo intero, c'è cultura, c'è Sapere, ci sono decine di migliaia di appassionati che come noi vogliono crescere senza però abbandonare il sorriso e la capacità di sognare.
admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *