A vent’anni dalla prima programmazione in Italia, arrivano in streaming su Amazon Prime Video le sette stagioni di Buffy the vampire slayer Buffy l’ammazzavampiri se si preferisce, una delle serie di culto a cavallo tra i millenni.

Buffy ha finito le sue avventure nell’ormai lontano 2003, dopo sette stagioni, di cui la prima nata come rimpiazzo a metà anno, e dopo uno spin off, Angel, durato invece cinque stagioni e conclusosi l’anno dopo, il 2004.  All’epoca ispirò vari siti Web anche nel nostro Paese, con fanfiction, fanart e altro materiale originale, raduni, club, gadget: in Italia non raggiunse lo stesso successo della Francia, per esempio, ma trovò un largo seguito tra i fan del fantastico e non solo e non è stata certo dimenticata.

In questi anni Buffy è stata reperibile in DVD, collezionati da molti appassionati, ed è tornata in onda su vari canali, come Spike l’anno scorso, rinverdendo i fasti sia presso chi aveva già seguito le avventure dell’Ammazzavampiri negli anni scorsi sia conquistando nuovo pubblico. C’è di nuovo comunque l’occasione per vedere e rivedere una serie che ha saputo rivoluzionare la televisione, presentando un nuovo approccio al fantastico e rinverdendo la figura iconica del vampiro: anni prima della storia di TwilightBuffy ha già raccontato l’amore tra una ragazza umana e un vampiro (anzi due), in maniera senz’altro più originale e meno melensa, se non altro per il maggiore carisma e interesse dei protagonisti.

Ma Buffy non è solo una storia d’amore, è una metafora del crescere e dell’incubo che sono spesso gli anni dell’adolescenza e del liceo, oltre che un viaggio nell’animo umano e nei suoi sentimenti, con tutti i tipi di rapporti, tra genitori e figli, tra sorelle, tra amici, con anche una delle prime coppie omosessuali ufficiali viste sul piccolo schermo, le streghe Willow e Tara. In Buffy si parla di perdono e vendetta, di disperazione e speranza, di lutti e gioie, con al centro di tutto una rivisitazione dell’archetipo della ragazza guerriera, antico certo ma riportato in auge grazie anche a personaggi così, che hanno dato origine ad una schiera di protagoniste che continuano ad ispirare storie e universi.

Il suo ideatore, Joss Whedon, oggi impegnato nei film Marvel, nerd da una vita, ha creato una storia come piaceva a lui, mescolando le suggestioni del mondo dei fumetti a stelle e strisce con quelle dei manga: in molti hanno visto dei richiami al personaggio di Sailor Moon in Buffy.

Per tutti questi motivi Buffy merita di essere visto e rivisto, e in parallelo anche di recuperare l’interessante fumetto reboot, supervisionato da Joss Whedon, scritto da Jordie Bellaire e disegnato da Don Mora, edito in italiano da Saldapress. In questa nuova storia, le avventure della Cacciatrice e dei suoi amici sono trasposte, con gli stessi volti del serial, al giorno d’oggi, tra social e smartphones, in attesa di eventuali riprese del personaggio, più volte annunciate e per ora non fatte.

Un personaggio e un mondo fantastici, che raccontano però anche la vita, con tutto quello di buono e di cattivo che c’è dentro, a qualsiasi età e per chiunque.

Elena Romanello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *