L’albo “Gli amici di Freddy” è l’adattamento a fumetti di Marco Tanca dell’omonima commedia teatrale scritta da Bepi Vigna. Musco e Zorco, due malavitosi di bassa lega, impiegati più che altro come corrieri di piccoli quantitativi di droga, decidono di fare un colpo ai danni del loro collega e amico Freddy, recuperando in sua vece un pacco con della cocaina. La faccenda, che in partenza sembra molto semplice, si complica per una serie di imprevisti, alcuni causati dallo stesso Musco, che coinvolgono anche Samantha (una ragazza apparentemente sciocca e un po’ ninfomane che convive con Musco) e Carmine (un altro balordo, responsabile della consegna a Freddy).

La vicenda è narrata con un tono farsesco e vede i protagonisti costantemente impegnati a imbrogliarsi a vicenda, parlano di amicizia, ma sono incapaci di concepire anche il minimo gesto di lealtà verso chicchessia. L’ambientazione è rappresentata dallo scenario degradato e degradante della periferia e del suo hinterland, un ambiente che, anche sul piano visivo, riflette alla perfezione una realtà sociale fatta di miseria, squallore e di totale assenza di valori. Un deserto morale che coinvolge tutti, vecchi e giovani. I personaggi, seppure con caratteri e atteggiamenti differenti, sono in realtà tutti molto simili: non hanno alcun principio etico e più che al denaro sono tesi a “fare fesso” il prossimo, ovvero a dimostrare di essere più in gamba degli altri, attenti soprattutto alla considerazione di cui godono (o che potrebbero acquisire) nel loro ambito delinquenziale.

Bepi Vigna Scrittore, sceneggiatore, regista, autore teatrale, radiofonico e televisivo. È uno dei creatori di Nathan Never e Legs Weaver, popolari personaggi a fumetti pubblicati in Italia dalla Sergio Bonelli Editore.

Marco Tanca Fumettista, illustratore, grafico e web designer, ha pubblicato diverse autoproduzioni: “Brevi ma intense” (2009), “È nato prima lo shopping o la vetrina?” (2010), “Una fiaba bizzarra” (2011). Ha vinto il contest indetto dall’etichetta Blam! Editions con la storia “Non so più scrivere in corsivo” (2012). Con il progetto “Cerco un Circo” è arrivato tra i finalisti al Lucca Project Contest 2016.

Sito web: www.marcotanca.com
Facebook: www.facebook.com/marcotanca/
Instagram: marco_tanca

Enrico Ruocco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *