Dofus 2.0: è tutto pronto per l’uscita ufficiale e intanto Ankama si lancia nel mercato italiano! Ankama, la casa di entertaiment digitale francese, è pronta a lanciare la nuova versione del mmorpg Dofus. Si chiamerà Dofus 2.0 ed è attualmente in un avanzato stato di beta testing. Non solo, ma Ankama ha anche dei progetti d’espansione piuttosto seri sul mercato italiano, a partire dal 2010. Andiamo con ordine.
 

La nuova release del mmorpg transalpino sarà disponibile a partire dal 2 dicembre e Dofus rimarrà un prodotto tutto sul web e gratuito (a meno che uno non voglia avere il piacere di esplorare la mappa del mondo, piacere che si paga). La community di Dofus coinvolge oltre 20 milioni di giocatori nel globo e il gioco si contrappone nettamente, sia come contenuti che come grafica, all’imperatore dei mmorpg contemporanei ossia World of Warcraft.Ma quali saranno i cambiamenti principali di Dofus 2.0?

“Quello che salterà subito all’occhio è un notevole restyling grafico e il miglioramento delle perfomance di gioco. Siamo passati dall’uso degli Action Script 2 di Flash 7 al linguaggio AS 3 di Flash 10 – risponde Silvia Mandrioli, Italian Marketing Coordinator di Ankama – Questo ci permetterà di aggiungere nuovo contenuto al gioco, previsto con l’arrivo della versione 2.1 a febbraio 2010. Avremo nuove isole, nuove mappe, nuove missioni, nuove storie. Sempre con la 2.1, introdurremo un sistema di raccolta punti e i punti si chiameranno Ogrin. I giocatori, inoltre, potranno personalizzare le loro interfacce di gioco e adeguare il motore sonoro a quelli che sono ormai gli standard sonori dei mmorpg, ossia suoni 3D che variano in qualità e intensità, in funzione della posizione del personaggio sullo schermo”.

Ma Ankama è anche una casa che produce prodotti cross-mediali
e che per il mercato italiano sta preparando numerose uscite. Prima di tutto, c’è il previsto lancio del gioco di carte, Wakfu TCG, che raccoglie tutti i personaggi dei giochi Ankama (Dofus, Dofus Arena e Wakfu). “Con Pan Distribuzione abbiamo trattative ben avviate – spiega ancora Silvia – ma con Upperdeck abbiamo appena iniziato a trattare, quindi prima della fine del 2010 non credo sentirete parlare di Wakfu TCG in italiano. Il cartone animato di Wakfu l’abbiamo proposto ai canali televisivi e ci sono diverse proposte in ballo. Stiamo ancora valutando quale di queste possa dare maggior visibilità al nostro prodotto. Lavoriamo in contemporanea con Upperdeck, Pan Distribuzione e Mediaset. Upperdeck già produce il nostro gioco di carte in Francia e Upperdeck è strettamente legata a Mediaset, quindi è normale che Mediaset sia stata il primo partner propostoci da Upperdeck per l’Italia”.

In pentola c’è anche il manga di Dofus, attualmente prodotto solo in inglese, ma che dovrebbe arrivare anche in italiano. “Ma non prima di Lucca Comics 2010”, precisa Silvia.L’ultima notizia da casa Ankama (www.ankama-group.com) è sugli organici. Il gruppo impiega circa 400 dipendenti, ma in Italia lo staff è composto da sole 4 persone. Una situazione destinata a cambiare rapidamente, grazie all’uscita dei prodotti in lingua nostrana. Quindi, se siete italiani, conoscete bene il francese e amate il mondo dei videogame, potrebbe essere una buona idea mandare qualche curriculum a Roubaix, dove ha sede la società. Però non dite che vi mando io, perché poi sembro il solito italiano “raccomandatore”… ^^

Luca “Oscuro Presagio” Francescangeli
admin
Latest posts by admin (see all)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *