Oggi vi facciamo conoscere un’amica di “lunghissima” data, una delle prime grandi cosplayer italiane: la talentuosa Annamaria Quaresima, alias “Annathetekken”, Costumista, Fotografa e regista… creatrice di sogni in poche parole! La sua passione per il cosplay nasce nel lontano 1998 quando partecipò per la prima volta alla fiera di Lucca Comics vestita da Lara Croft, lei stessa ha descritto così questo colpo di fulmine: “Nel 1998 avevo visto su Kappa Magazine, un fumetto contenitore della Star Comics, delle foto con alcune persone che erano vestite come i personaggi dei fumetti e dei videogiochi così ho pernsato: Ok lo faccio anche io!“. L’esperienza con Lara a Lucca fu così piacevole che decise di frequentare un corso di modellista per imparare a cucire. Come lei stessa ci ha dichiarato nel nostro incontro digitale: “Si sempre, ho sempre adorato il gioco di ruolo o calarmi in altri personaggi nei più svariati modi“. Anna ci racconta così la scelta del suo nickname: “Sono molto fatalista. Ero appassionata di Tekken ilvideogioco, e per indicare chi fossi in fumetteria mi definivano Anna de Tekken (in dialetto) e l’ho trasformato in Annathetekken. Insolito… strano ma credo molto che i nomi ce li debbano dare gli altri“.

Anna ha gareggiato nelle manifestazioni nazionali cosplay e ha vinto più di 25 premi tra cui proprio a Lucca uno shooting fotografico per il maestro Pino Ninfa e per “la struttura del disegno stilistico” consegnato da Yuri Grazzini responsabile digitale per Roberto Cavalli. Da una semplice passione è nato un vero e proprio lavoro che spazia dal teatro alle feste di carnevale fino all’incarico presso la Rainbow per la quale Anna ha realizzando i nuovi abiti ufficiali delle Winx believix per il 2009 e nel 2010 in occasione del film e la premiere in uscita a Roma! Anna dunque ha realizzato tantissimi costumi nella sua carriera:  8 versioni di Tomb Raider, 8 versione di personaggi di Tekken, Lineage, Magadalena, Trakeena, Hikaru Utada, Mika Nakashima, Chobits, Ulala, Il vento dell’amnesia, Utena, Shinku, Victoria Frances, Penelope, Resident Evil, Rogue, Soul Calibur, Star Wars, Hitomi, Kill Bill, Llorona… questi sono alcuni realizzati per lei su commissione: ha perso veramente il conto solo di giacche per Freddie Mercury se ne ricorda almeno 40 XD.

Da circa 10 anni Annathetekken si è appassionata alla fotografia realizzando degli scatti con gli abiti da lei confezionati e indossati da alcune modelle in location suggestive, includendo spesso in questi quadri, anche un’altra passione: i cavalli. Anna realizzato un video con questa stessa premessa, che è diventato virale e ad oggi conta 24 milioni di visualizzazioni e trecentomila iscritti al canale.

Anna è la vicepresidente delll’associazione Fantasia sogno e realtà che realizza sfilate, eventi, mostre, compleanni, animazione a tema natalizio, Harry Potter, Principesse e supereroi, Horror ecc… Nel corso degli anni le attività dell’associazione si sono moltiplicate esponenzialmente, specie quelle legate al mondo horror, portando grosse collaborazioni a livello nazionale con la TV di Sky, canale Fox, la Asbro, Fastweb, Tim, Netflix, Asterion e Saldapress. Sono stata scelta per la realizzazione dei costumi per la presentazione ufficiale, al Lucca Comics & Games 2017, della Serie TV Evento: “The Handmaid’s Tale”, prodotta da di TIMVISION.

Ecco alcune domande che le abbiamo inviato: gustiamo insieme le risposte della nostra cara Anna.

A quale cosplay che hai realizzato sei più legata?
Sicuramente Lara Croft di Tomb Raider, la mia preferita di sempre e per sempre!

Per quanto riguarda i vestiti e gli accessori che servono per creare o quanto meno rendere più credibile il personaggio in cui ci si vuole immedesimare, preferisci crearli o acquistarli?
Io creo tutto da Zero, ovvio parrucche e qualche piccolo dettaglio si acquistano ma il bello e costruire tutto da zero!

Secondo te come si diventa dei bravi Cosplayer? Ci sono persone nel settore o anche modelli a cui ti sei ispirata?
Non lo so… forse il bravo cosplayer è quello che si sa vendere… e io non lo sono di sicuro! Ho inziato tutto quando era ancora un fenomeno di niccha e da “sfigati” non mi è mai interessato molto apparire ma solo essere per un giorno qualcuno migliore di me. Mi sentivo sempre diversa, finalmente lo potevo esprimere! Al giorno d’oggi credo che questo concetto sia desueto, vince l’immagine d’impatto e il costume poco conta che lo realizzi tu. C’è una ragazza a cui mi sono ispirata che non fa gare nè contest, lei è l’Arte fatta persona: E’ la meravigliosa Lillyxandra.

Basandoti sulle tue esperienze, si può parlare di “Industria” legata ai Cosplay? 
Sicuramente è un’industria, siamo pieni di negozi esteri e Italiani che li creano e vendono. Una piccola parte lo fa in omaggio ai personaggi che ama, ma secondo me si rischia di perdere la propria identità dietro a foto e immagine…

Come si “connette” la tua creatività Cosplay nella tua vita sociale, privata e professionale?
Col passare degli anni per me è diventato un lavoro, prima le commissioni poi l’animazione. Quasi per caso ho fatto parte di alcune associazioni di artigianato, poi ne ho fondata una mia con altri appassionati adesso siamo una grande realtà dove mi esprimo come Sarta, Fotografa, scenografa, Videomaker e a volte animatrice.

Secondo te è giusto guadagnare con il cosplay?
Direi di si o sarei ipocrita. Basta essere onesti e fare il lavoro al meglio!

Prendi parte a tanti eventi? Se “si”, quale di questi preferisci?
Mi sono focalizzata negli eventi che organizziamo nella mia città e regione specie per i bambini, ne facciamo moltissimi e non ho più molto tempo di andare alle fiere, ma Lucca è un’immancabile appuntamento dove lavoro con l’associazione e sono giurata Cosplay

Secondo te che impatto hanno avuto i social network nella diffusione del cosplay?
Lo hanno reso epico, come un pò tutto quello che ha a che fare con l’immagine e i fenomeni di costume.

Non trovi stressante a volte, o quanto meno ti è mai capitato, di imbatterti in persone che ti criticano per il modo in cui fai Cosplay magari prendendoti anche in giro?
Mai successo per fortuna, sarà che mi sono sempre divertita a fare personaggi abordabili al mio aspetto di base e sono maniacale nell’esecuzione.

Ultimamente si parla molto degli original, secondo alcuni snaturano il senso del cosplay, tu come la pensi?
Io ne produco a profusione di original. E’ bello riprodurre fedelmente un personaggio ma da artista poter fare qualcosa di pura fantasia è molto liberatorio e lascia sfogo alla parte creativa!

Hai qualche aneddoto particolare che ti è successo in ambito cosplay che vuoi raccontarci?
Ne ho tantissimi ma ricordo il primo anno che hanno inserito le prenotazioni alla gara cosplay Online in modo da ridurre i partecipanti e il tempo di gara visto che ormai eravamo davvero tanti a Lucca. E proprio quell”anno avevo organizzato il gruppo più bello e pretenzioso di sempre…. Lineage!!! Eravamo in un noto forum di Giorgia Cosplay da 13 mesi per organizzarlo e mentre tutti i gruppi un pò si litigavano i posti in gara, nel mio regnava l’amore, tipo: “vai tu lo meriti più di me!!!” e ricevemmo tanti complimenti per il clima di amicizia e altruismo che regnava fra noi. Alla fine è andato tutto bene ed è stata la vittoria più bella di sempre!

Ci sono dei consigli che vuoi dare a coloro che vogliono provare o hanno già tentato di fare il Cosplayer?
Un consiglio, costruitevi una vostra identità e una vita sociale vera anche con pochi, ma che prescinda dal vostro aspetto. Quello che rimane del mondo cosplay quando smetti è ben poco.

Anna ci saluta raccontandoci questo:Personalmente sono molto fiera di aver interpretato il mondo cosplay a modo mio, partecipando a gruppi, coppie o singoli sempre mantenendo un’autonomia e cercando di collaborare con tantissimi cosplayer sempre diversi. Ma la cosa che adoro di più è stare dietro le quinte, con la reflex o in una regia, l’anno scorso ho organizzato la prima sfilata a cavallo con i miei costumi presso la RACI, rassegna del territorio dove c’è un bellissimo galà equestre. Quest’anno con l’artista equestre Roberto Zamparini e la mia squadra, sto organizzando un numero equestre e di costumi molto originale e complesso, ho sempre sognato di farlo e non vedo l’ora diventi realtà“.

Per conoscere meglio la mitica Anna, vi invitiamo a visitare i seguenti indirizzi: sito web fantasiasognorealta.com Pagine FB: facebook.com/annathetekken/facebook.com/fantasiasogno.realta/
———————————–

Gianluca Falletta
Latest posts by Gianluca Falletta (see all)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *