Venerdì 29 novembre si alza il sipario sulla 13ma edizione di BilBOlbul, Festival Internazionale di Fumetto di Bologna a cura di Associazione Hamelin, in programma fino a domenica 1 dicembre. Una giornata che si apre con l’incontro“Alberto Breccia. Il signore delle immagini”, omaggio al grande disegnatore argentino la cui mostra, promossa dalla Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna in collaborazione con il Comune di Bologna – Istituzione Biblioteche Bologna, inaugura sabato 30 alle ore 12 presso gli spazi della Fondazione del Monte. Protagonisti dell’incontro, in programma alle ore 11 nell’Aula Magna dell’Accademia di Belle Arti (via delle Belle Arti, 54), saranno José Muñoz, tra i più grandi autori di fumetto viventi, il giornalista Vittorio Giacopini, il curatore della mostra Daniele Brolli ed Enrico Fornaroli, direttore dell’Accademia.

Alle ore 15 l’Aula Magna dell’Università di Bologna (piazza Scaravilli, 2) ospiterà il ritorno sulle scene di Chris Reynoldsdopo un’assenza di quasi vent’anni. Il pubblico di BilBOlbul avrà l’occasione di ascoltare l’autore del leggendario Mauretania nell’incontro “Ritorno a Mauretania” con il critico Paul Gravett, mentre alle ore 20 è in programma l’inaugurazione della mostra Giorni nuovi… e migliori? allo Spazio B5 (vicolo Cattani, 5/b, fino al 20 dicembre) con le tavole originali di Un mondo nuovo, la raccolta dei suoi principali racconti, la cui edizione italiana, in uscita per Tunué in occasione di BilBOlbul è realizzata in collaborazione col Festival: una raccolta di storie ambientate in un mondo che sembra simile al nostro ma che si intuisce deformato da un conflitto interplanetario mai narrato direttamente.

Sempre alle ore 15 alla Biblioteca Salaborsa Ragazzi (piazza del Nettuno, 3) l’incontro della norvegese Magnhild Winsnes con le ragazze e i ragazzi di Avamposto di lettura, il gruppo di lettura per adolescenti di Biblioteca Salaborsa Ragazzi: autrice di Shhh. L’estate in cui tutto cambia (Mondadori, 2019), uno dei migliori fumetti per adolescenti degli ultimi anni, che racconta il delicato passaggio tra infanzia e pubertà, Winsnes è una delle ospiti internazionali di punta del programma dedicato a bambini e ragazzi. Alle ore 17 l’autrice sarà protagonista con il suo libro alla Libreria delle Donne (via San Felice, 16) del primo incontro di “BBB Consiglia”, ciclo di presentazioni dedicato ai migliori graphic novel dell’anno selezionati da Hamelin (incontro in collaborazione con Reale Ambasciata di Norvegia, NORLA – Norwegian Literature Abroad, Mondadori, Festival La violenza illustrata).

Alle ore 17 alla Libreria Modo Infoshop (via Mascarella, 24/b) ospita il primo “Ping Pong – Autori a confronto”, serie di incontri tra autori, con il dialogo tra Silvia Rocchi ed Eliana Albertini, che con Susi corre (Canicola, 2019) e Malibu (BeccoGiallo, 2019), hanno raccontato rispettivamente uno spaccato di vita in provincia, ragionando sulle conseguenze e le peculiarità di una vita lontano dalla città. L’incontro, moderato da Matteo Gaspari, è realizzato in collaborazione con Canicola e BeccoGiallo.

Alle ore 18 all’Accademia di Belle Arti inaugura 8×15 Quindici anni di fumetto e illustrazione in Accademia (fino al 20 dicembre): in occasione del 15 anni del Corso di Fumetto e Illustrazione dell’Accademia, fucina di giovani talenti, in mostra i lavori di otto studenti e studentesse che sono riusciti a trasformare i loro progetti di tesi in libri pubblicati. Alla stessa ora CorrainiMAMbo artbookshop (via Don Minzoni, 14) ospita l’incontro “L’attrazione per i taccuini. Schizzi e riflessioni di Alberto Madrigal”, con lo stesso Madrigal e Caterina Marietti, in collaborazione con Raum Italic Edizioni.

Alle ore 18.30 l’inaugurazione della mostra di uno degli altri grandi protagonisti di questa edizione, Yvan Alagbé, autore franco-beninese tra i più radicali del fumetto europeo: Una storia dell’amore, in programma all’Accademia di Belle Arti di Bologna fino al 20 dicembre, ripercorre il percorso artistico e politico dell’autore, dal realismo spiazzante di Negri gialli e altre creature immaginarie (in uscita per Canicola in occasione di BilBOlbul), che tocca i nodi del colonialismo, dell’immigrazione e del senso di identità, fino all’impresa di disegnare una storia universale dell’amore, affrontata nel libro impossibile Apocalypse des oiseauxancora inedito ed esposto qui per la prima volta. La mostra raccoglie anche le riscritture, talvolta parodiche talvolta drammatiche, di cui Alagbé è maestro: dal Vangelo ai fumetti neri degli anni ‘60, l’autore ridisegna alcune opere cardine dell’immaginario per sottrarle agli automatismi percettivi e culturali con cui siamo abituati a leggerle. Alagbé sarà poi alle 21.30 alla Libreria Modo Infoshop per il secondo “Ping Pong – Autori a confronto” della giornata, in dialogo con l’artista messicano Miguel Angel Valdivia.

Alle ore 19 appuntamento in via San Vitale 69 per la tradizionale inaugurazione della “Porta del Sì” di Atelier Sì, realizzata quest’anno da Francesca Ghermandi, storica matita del fumetto bolognese, che ha iniziato la sua carriera come allieva di Andrea Pazienza.

Alle ore 19.30 l’inaugurazione al Museo internazionale e biblioteca della musica (Strada Maggiore, 34) di Heimat di Nora Krug (fino al 6 gennaio): la mostra espone le tavole del libro omonimo (Einaudi, 2019), accolto dalla critica internazionale come uno dei più importanti degli ultimi anni. Dopo vent’anni negli Stati Uniti, l’autrice torna nella sua patria, la Germania, per ricostruirela storia della sua famiglia e il suo ruolo durante il nazismo. Attraverso cimeli, documenti, foto, Krug compone un’enciclopedia visiva che traccia il ritratto di una famiglia e insieme quello di una nazione intera, e riflette sulle impronte che la Seconda Guerra Mondiale ha lasciato su generazioni di persone.

Alle ore 20.30 il TPO (via Camillo Casarini, 17/5) apre le porte per festeggiare Canicola Edizioni, che da 15 anni promuove la cultura del fumetto non solo attraverso il suo progetto editoriale ma pure con esposizioni, workshop e laboratori.

BilBOlbul – Festival internazionale del fumetto di Bologna
Bologna, 29 novembre – 1° dicembre 2019
a cura di Hamelin Associazione Culturale
Con il sostegno di: Comune di Bologna, Regione Emilia-Romagna, Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna, Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, Accademia di Belle Arti di Bologna, Fondazione Cineteca di Bologna, Istituzione Bologna Musei | Museo internazionale e biblioteca della musica | MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna, Biblioteca Salaborsa – Istituzione Biblioteche Bologna, Biblioteca Salaborsa Ragazzi, Erasmus Mundus CLE – Università di Bologna.
Main Partner: Gruppo Hera. Partner: Albergo Al Cappello Rosso, Arci Bologna, StickerMule, Usmaradio.
Con il contributo di: Goethe-Institut Roma, Istituto di Cultura Germanica Bologna, Ambasciata di Norvegia, NORLA – Norwegian Literature Abroad, Lithuanian Cultural Institute, Ambasciata della Repubblica di Lituania a Roma.

Per info: Hamelin Associazione Culturale info@bilbolbul.net | 051 233401 | www.bilbolbul.net

Enrico Ruocco

Figlio della GOLDRAKE generation, l’amore che avevo da bambino per il fumetto è stato prima stritolato dall’invasione degli ANIME, poi dall’avvento dei Blockbuster e annientato completamente dai giochi prima per PC e poi per CONSOLE.
In seguito con l’arrivo del nuovo millennio, il tanto temuto millennium bug , ha fatto riaffiorare in me una passione sopita soprattutto grazie ad INTERNET.
Era il 2000 quando finalmente in Italia internet diventava sempre più commerciale, ed io decisi di iniziare la mia avventura sul web creando il mio sito TUTTOCARTONI.Sito nato da una piccola ricerca fatta fra quello che “tirava” sul web e le mie passioni. Sappiamo bene cosa tira di più sul web … sinceramente non lo ritenni adatto a me, poi c’era lo sport, altra mia passione ma campo altamente minato. Infine c’erano i cartoon e i fumetti…beh qua mi sentivo preparato e soprattutto pensavo di trovare un mondo PACIFICO…
Man mano che passava il tempo l’interesse si spostava sempre più verso il fumetto, ed oggi, nel 2017, guardandomi indietro e senza vantarmi troppo posso considerarmi un blogger affermato e conosciuto, uno dei padri degli eventi salernitani dedicati al mondo del fumetto ma soprattutto lettore di COMICS di ogni genere.
Enrico Ruocco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *