Satyrnet.it

Warcraft, L’inizio

correre

Se siete comodamente seduti su una poltrona di un cinema e state aspettando che Warcraft, L’inizio cominci , allora spero che in cuor vostro abbiate ben presente che cosa significhi Warcraft, ovvero ben due cose: Fantasy e di conseguenza cgi smodatissima; non storcete il naso, quindi se vi si proporranno colori sgargianti, armature esageratamente esagerate,cavalcature improbabili e incantesimi sfavillanti, poichè l’unica risposta plausibile è solo la seguente: Warcraft.

Il film prodotto dall’Universal Studios e diretto da Duncan Jones si basa sul vecchissimo video- gioco del 1994: Warcraft, Orcs & Humans, primo capitolo della celeberrima saga della Blizzard Entertainment. Per una volta mi sono permessa il piacere di guardare un film da profana ed ignorante riguardo l’argomento e, forse per questo, godermelo in pieno. La pellicola che dura più o meno 123 minuti, di certo ci sottopone una storia molto particolare ed appetibile per chi va a braccetto con la parola Fantasy.Draenor è un mondo ormai sfinito e sull’orlo del collasso e tutti i clan degli Orchi si riuniscono attorno ad uno sciamano dalla Pelle verde (Gul’Dan), che comanda il Vil, una sorta di magia che si nutre di altre vite fornendo a chi ne fa uso o chi la riceve potere e forza inimmaginabili.

Gul’Dan con l’aiuto di un demone e del suddetto Vil, promette di condurre la sua Orda verso un mondo nuovo e crarico di vita , attraverso un portale. Questo nuovo mondo si chiama Azeroth , ed è la casa di uomini, nani ed elfi che da anni vive in pace ed i cui popoli hanno stretto un’alleanza. La capitale del regno è Rocca Vento ed è governata dal re LLane Wrynn. A comandare la sua guardia reale è il suo migliore amico, Anduin Lothar ( Ragnar!). Ma il vero protettore di tutte le terre è Il Guardiano. Medhiv è il suo nome, un mago potentissimo che ha prestato giuramento di dedicare tutta la sua vita alla salvaguardia delle creature che vivono su quelle lande. MA…. Ma, non farò spoiler.

Dato che lo sport nazionale degli orchi è il creare scompiglio, e dato che il loro modo di risolvere problemi è farsi la guerra, appena mettono piede su Azeroth, si danno alla pazza gioia saccheggiando e rapendo gente a destra et manca, creando una certa allerta in tutto il regno. Riusciranno quindi Re Llane e Lothar (Ragnar!) con l’aiuto della mezzo sangue, Garona a mettere pace tra orchi e uomini? Ma soprattutto riusciranno ad opporsi al volere di Gul’Dan e del Vil?

Da Tolkieniana più o meno sfegatato ho trovato questo film assai godibile, mettendo da parte ovviamente le concezioni di Orchi ed Elfi che ristagnano nella mia testolina. Una trama scorrevole e lineare, quasi mai noiosa. Quella degli Orchi è preferibile a quella degli uomini , stessa cosa vale per i personaggi: gli uomini sono piatti e quasi stereotipati, mentre gli orchi mi hanno profondamente sorpreso. Insomma, con tutte le premesse fatte prima, per poter godere appieno di questo film bisogna stamparsi a fuoco nella mente la parola Fantasy, altrimenti si uscirà dal cinema con una profonda decisione addosso.

di Michela Maddy Catalani

Voto 7/10

P.S: E comunque con il biglietto regalano un mese gratis di prova su word of warcraft!!!
P.P.S: Ho già detto che c’è Ragnar?

Avatar

Michela Catalani

Ventiquattro anni ed una passione sfrenata per i dolci.
Disoccupata più o meno da una vita. Nerd è la prarola che mi descrive per antonomasia. Adoro leggere tanto quanto mi piacciono i videogiochi, i giochi da tavolo e gioco di ruolo vario tipo. Sprofondata nel mondo del costuming di Star Wars per amore e non solo. Penso di avere un minimo di coscienza sociale e qualcuno dice che ho una gran testa. Odio tante cose, ma ne amo ancora di più.
Ah. Da grande voglio fare l'Antropologa!

Aggiungi commento

Invia il tuo articolo

La nostra pagina facebook

Iscriviti alla Newsletter

Sostienici

Seguici

Facebook Page
Instagram

Iscriviti