Satyrnet.it

Vincenzo “Yasuokun91” Gualtieri: Una sfida creativa!

Vincenzo “Yasuokun91” Gualtieri è un talentuoso cosplayer di Guastalla, classe 1991: fin dalla più tenera età, grazie all’aiuto dei genitori, che mai gli frenarono l’innata fantasia e voglia di divertirsi, iniziò a coltivare e crescere con la passione per il mondo dei cartoni animati, anime e manga, fino a poi giungere al mondo dei cosplay. Il suo nickname nasce dalla voglia di sfidare i cosiddetti “hater” di un personaggio di un famoso videogioco, League of Legends, che ha iniziato a giocare assiduamente fino ad affezionarcisi ed a non tollerare più gli insulti verso tale personaggio.

La passione per il cosplay è nata in concomitanza dell’uscita in Italia di anime come Dragon Ball, Pokémon e Digimon, che correlati alle festavità come carnevale ed halloween, hanno spinto Yasuokun91 ad iniziare, con l’aiuto dei suoi genitori la creazione dei suoi primissimi cosplay, entrando cos’ a tutti gli effetti nel circolo poi dei Comix, dopo avervi partecipato la prima volta con degli amici. Ciò è accaduto otto anni fa, al Mantova Comix dove portò il suo vero primoe proprio cosplay completamente creato da lui, Angeal Hewley da Final Fantasy VII.

I cosplay che finora ha realizzato si espandono su diverse serie. A partire da Final Fantasy VII, fino ad arrivare a Pokémon di cui ha realizzato vari cosplay, per poi spostarsi verso saghe videoludiche online, portando appunto cosplay da League of Legends, senza però per ultimi, togliersi lo sfizio di qualche cosplay di anime famosi come Demon Slayer e My Dress Up Darling. Il cosplay a cui è sicuramente più legato è Giovanni, l’indiscusso capo del Team Rocket del’anime e manga di Pokémon, di cui può ben vantare  differenti versioni.

A seconda del cosplay, e del genere sceglie preferibilmente la strada più breve col maggior risultato, il che lo porta spesso a comprare cosplay in parte fatti, per poi creare di sua mano i dettagli ed accessori da aggiungere, nel caso si tratti di armature o spade, mentre, nel caso siano semplici di sartoria, decide spesso di arrangiarsi utilizzando le sue doti di cucito. Dal suo punto di vista, non è difficile diventare dei bravi cosplayer, basta avere lo spirito creativo, la voglia di divertirsi e di mettersi in gioco, e soprattutto di non cadere nella troppa competizione, che a parer suo spesso distrugge e porta caos nel mondo del cosplay.

Un altro aspetto da lui trattato è la questione dei cosiddetti “original”, che a dir suo possono essere un vero e proprio tocca sano per i personaggi ed il mondo cosplay, quando però non vi è un totale cambiamento del personaggio, poiché spesso personaggi di un certo tipo come ragazzini o simili, vengono spesso sessualizzati o mal resi per le idee di qualche cosplayer. Sia chiaro, l’idea di Yasuokun91 non è una regola o legge marziale, egli pensa che tutti siano liberi di fare ciò che ritengono giusto per l’appagamento del loro divertimento, però tene do presente che non a tutti può piacere ciò che fanno, ma fintanto che vi è rispetto tra le parti, ma solo diversità di opinione non vi è problema, dato che il cosplay è libertà. Purtroppo spesso non è presente agli eventi a causa delle sue condizioni fisiche da poco diagnosticate ma, quando gli è possibile, gli piacciono molto gli eventi all’aperto dove si può respirare al meglio anche senza la mascherina. Non disprezza nemmeno le fiere al chiuso, purché ben gestite e non troppo caotiche.

Dal suo punto di vista il cosplay si è molto evoluto negli ultimi anni, fino quasi a poterlo definire un vero e proprio lavoro che stringe l’occhiolino a modelli maschili e femminili che, grazie a questa passione possono dare sfogo, colore e diversità alle classiche foto che se no, alla lunga sarebbero sempre tutte uguali. Ovviamente detto ciò è impossibile non andare a parlare di industria del cosplay, poiché con la grande popolarità d questa passione molti ne hanno deciso, come detto poco fa, di farci un lavoro, di creare per gli altri o persino di aprire degli store digitali e fsici dove vendere le loro creazioni o foto. Pertanto si, lui lo definisce ormai come un industri che i n parte ha un po’ perso l’amore per i personaggi e per le serie, ma più una corsa a chi prima realizza il cosplay dell’ultima manga o anime, senza però chiedersi se oggettivamente tale personaggio davvero gli piaccia, o vi sia legato.

In alcuni momenti a causa di ciò, ed anche di svariate prese in giro, dovuto all’aspetto, e qualità dei suoi lavori, Yasuokun91 ha pensato di mollare a sua passione chiedendosi chi o cosa lo portasse malgrado tutta questa cattiveria gratuita ad andare avanti. Ma la risposta era chiara come il sole, una passione non deve essere cambiata o assoggettata a pareri non propri e per quanto possa essere difficile bisogna soltanto credere in se stessi ed andare avanti, fieri di ciò che si fa, migliorandosi ed imparando a distinguere gli insulti dalle critiche costruttive.

Un altro aspetto molto importante del cosplay, di cui però egli non fa uso sono gli streaming, poiché non si sente a suo agio dinnanzi a molte persone, anche interpretando un personaggio. Diverso invece è l’utilizzo dei social che in modo più indiretto gli hanno permesso di aprirsi ed ingrandire la sua passione, portando nuovi personaggi, rinnovandoli nello stile e ne dettagli, per poi postarli su vari social, per così ottenere un minimo di conoscenza di altre persone, consigli per migliorare e, purtroppo a volte anche qualche insulto, che come già detto va però ignorato.

Oltre al cosplay, Vincenzo esprime la sua creatività disegnando o creando accessori per se stesso e per sua moglie, con la quale condivide la  passione per tutto ciò che è nerd, ed affiliato al mondo di manga ed anime. Tra l’altro nel mondo cosplay possono sempre succedere cose buffe e meravigliose come è appunto successo a Yasuokun91, il qule ad un Rimini Comix di sette anni fa, incontrò colei che sarebbe poi diventata sua moglie, ed in mezzo al piazzale improvvisarono con l’aiuto di un amico, uno pseudo matrimonio il cui Papa era Deadpool, e gli sposi, un soldier con una spada di 1,60 ed un a Heidi alta come l’arma che, durante il bacio, gli strappò di netto la parrucca.

I consigli che si sente di dare a tutti i cosplayer è di non mollare mai la propria passione, di puntare soprattutto al divertimento ed all’auto miglioramento personale e dei propri cosplay. E’ molto importante rispettare tutte le idee e concedersi ogni tanto qualche cosplay relax, che ci porti ad avere una comfort zone.

Per approfondire il talento di Vincenzo vi invitiamo a visitare i suoi link ufficiali:

Gianluca Falletta

Gianluca Falletta

Gianluca Falletta, creatore di Satyrnet, noto per aver partecipato all'edizione 2019 di Italia's Got Talent, è considerato "il papà del Cosplay
Italiano".

Come una delle prime realtà che hanno promosso il fenomeno made in Japan, Satyrnet, in oltre 23 anni di attività ha creato, realizzato e prodotto alcune delle più importanti manifestazioni di settore. Satyrnet.it e la sua community sono dei punti di riferimento per gli appassionati. Gianluca Falletta ha partecipato alla produzione del Festival del Fumetto di Romics, RomaComics & Games, Gaming e Cartoon Days e ha collaboratoro con i principali festival italiani quali LuccaComics & Games, Milano Cartoomics, La Festa dell'Unicorno e Napoli Comicon.
Dopo "l'apprendistato" presso Filmmaster Events e la Direzione Creativa di Next Group, due delle più importanti agenzie di eventi al mondo, Gianluca si occupa di creare ride e parchi di divertimento a livello internazionale e ha partecipato allo start-up dei nuovissimi parchi italiani Cinecittà World, Luneur Park e LunaFarm cercando di unire i concetti di narrazione, creatività con l'esigenza di offrire entertainment per il pubblico, lavorando come freelance per le più importanti aziende entertainment globali.
Per info e contatti
gianlucafalletta.com

Aggiungi commento

Invia il tuo articolo

La nostra pagina facebook

Iscriviti alla Newsletter

Sostienici

Seguici

Facebook Page
Instagram

Iscriviti