Satyrnet.it

Menu

U.F.O.

 WASHINGTON. Non parlavano di Ufo, ma resta il fatto che gli astronauti a bordo dello shuttle Discovery, in missione nello spazio, hanno comunicato di aver avvistato un oggetto non identificato (Unidentified Flying Object = Ufo), che ha urtato lo scafo. Ma il giallo è durato poco: potrebbe essere un pezzo del rivestimento del trasponder, ha comunicato la Nasa in un dispaccio successivo dopo aver studiato le immagini riprese all'esterno dello scafo. Il giallo. Così la Nasa aveva riferito la vicenda. "Dopo un test di routine ai reattori, alla vigilia dell'atterraggio – è scritto nella nota – l'equipaggio ci ha informato di aver individuato un oggetto rettangolare lungo da 30 a 45 centimetri accanto alla navetta", e che loro hanno definito, nelle comunicazioni con Cape Canaveral, "una protuberanza". Subito dopo, gli astronauti hanno raccontato di avere sentito "ciò che hanno descritto come un colpo alla parte sinistra" della parte terminale del timone.

Poi l'esame da parte degli esperti: "Non c'è motivo di preoccuparsi – dicono -. Dovrebbe essere una delle tre clip termiche situate sul frontale". Le immagini diffuse dalla Nasa hanno poi mostrato un oggetto bianco e brillante che si stagliava sul blu del cielo che dopo qualche ora è stato identificato come uno di tre rivestimenti termici che servono a proteggere in fase di decollo il freno di velocità del timone dal surriscaldamento. Nessun problema per il rientro, previsto per domani.
admin

Categories:   Storia & Misteri

Comments

 

 

No, thanks!