Satyrnet.it

Menu

U.S. Agent e tutti i Captain America dei fumetti!

Quanti sono i Captain America? In primis, chiediamo venia ai puristi della saga MCU di Disney/Marvel, ma in questo speciale definiremo con l’originale naming di “Capitan American” tutti i personaggi che hanno portato lo scudo realizzato per l’originale Steven Grant “Steve” Rogers in rispetto di decenni di storia editoriale. Sappiamo tutti le vicende che hanno portato Steve Rogers a indossare il Costume di Cap ma nei fumetti, in varie saghe e in costanti reboot, ci sono stati tanti eroi / antieroi che si sono definiti come successori dell’originale eroe made in USA, alla fine del film Avengers: Endgame eravamo tutti conviti che sarebbe stato Sam Wilson a ereditare il titolo e lo scudo ma con la nuova serie Disney+ “The Falcon and The Winter Soldier” ci apprestiamo a conoscere l’ambivalente U.S. Agent.. Però John F. Walker (interpretato da Wyatt Russell) non è stato sicuramente ne il primo e non sarà certamente l’ultimo successore Capitan America!

Cerchiamo di mettere un po’ di ordine in questa timeline di eventi così complicata, se dovessimo aver “saltato” qualche passaggio, chiediamo ai nostri lettori di poter ricevere un feedback nei commenti per correggere e ampliare la saga del nostro eroe dallo scudo a stelle e strisce!

Alla fine del secondo conflitto mondiale, Steve Rogers e Bucky compiono una missione in Inghilterra per contrastare lo scienziato nazista Barone Zemo che ha l’obiettivo nefasto di bombardare Londra con un missile V2; i due eroi falliscono nel loro intento di impedire il decollo del missile e decidono di inseguirlo via aria per deviarne la rotta: Bucky muore nell’esplosione che ne consegue mentre Cap, esanime, precipita in mare nel canale della Manica. Vista la presunta scomparsa dell’eroe, il presidente Harry S. Truman, per tenere alto il morale delle truppe, sceglie William Naslund (ex Spirito del ’76) come successore di Cap e il giovane Fred Davis come Bucky II. Il nuovo Capitan America ha però vita breve: morirà cercando di salvare un ancore senatore John Fitzgerald Kennedy: Capitan America III sarà infine Jeffrey Mace, il supereroe noto come Patriot. Dopo qualche hanno anche Mace metterà lo scudo al chiodo per dedicarsi alla vita privata dopo il matrimonio con la supereroina Golden Girl.

Cambia il decennio, in piena Guerra Fredda, William Burnside, un professore di storia affascinato dall’epopea del Capitan America originale, entra in possesso di alcuni appunti segreti inerenti al siero del supersoldato. Oltre al portentoso siero che gli dono i superpoteri, Burside si fa anche cambiare i connotati per assomigliare all’originale Steve Rogers, cominciando altresì a farsi chiamare proprio con il nome del suo idolo. L’ex professore, divenuto il Quarto Capitan America, sceglie l’orfano Jack Monroe come spalla “Bucky III”: la loro missione? combattere la minaccia comunista e in particolare il nuovo Teschio Rosso / Albert Malik. Purtroppo però il siero che i due hanno deciso di iniettarsi non è esattamente la formula originale di Capitan America: i due nuovi eroi soffrono di forti allucinazioni e credono di avere nemici ovunque sul territorio americano diventano così una minaccia per la società. I due finiscono dietro le sbarre.

Negli anni sessanta Steve Rogers torna in vita grazie all’involontario aiuto di Namor: dopo molte avventure che lo vedono allearsi con Nick Fury e con lo S.H.I.E.L.D. (da cui nasce anche il suo rapporto con Sharon Carter e il sodalizio con Sam Wilson / Falcon) per contrastare la nuova organizzazione terroristica chiamata HYDRA.  Ma anche questa saga è destinata a terminare quando Capitan America si scontra proprio contro gli ideali che egli stesso rappresenta. Siamo negli anni dello scandalo Watergate e Steve, deluso dal governo corrotto decide di cambiare identità divenendo Nomad, un eroe vagabondo per le strade americane. A questo punti diversi eroi si susseguono nel ruolo di Capitan America: in particolare  Roscoe Simmons si procura un costume da Capitano (è ufficialmente il V eroe a diventare Capitan America) e aiuta Falcon a sventare una rapina ma viene ben presto catturato da Teschio rosso e ucciso brutalmente. Questo fatto spingerà Steve a tornare sui suoi passi e a riprendere lo scudo del Capitano.

Passano gli anni, la Commissione per le attività superumane vuole privare Capitan America della sua autonomia imponendo la propria autorità: Steve Rogers decide dunque, nuovamente, di ritirarsi dal suo ruolo che viene affidato dal governo a John Walker, un eroe “più” conservatore conosciuto con il nome di Super Patriota. Nel frattempo Rogers, con solo il nome di “Capitano”, indossando un costume nero e uno scudo di vibranio regalo di Pantera Nera, continua il suo lavoro da eroe sotto copertura. L’organizzazione criminale conosciuta come Cani da Guardia prende in ostaggio i genitori di John Walker che non riesce a salvarli: questo accadimento lo fa letteralmente impazzire straformandolo in uno spietato assassino. Lo scontro tra il Capitano e il sesto Capitan America è inevitabile, inoltre Steve scopre che dietro la Commissione per le attività superumane si cela segretamente proprio il famigerato Teschio Rosso. Sconfitto nuovamente l’arcinemico, Steve Rogers torna a vestire i panni di Capitan American mentre John Walker, parzialmente rinsavito, continua a lavorare per il governo nei panni di U.S. Agent.

Dopo gli accadimenti che sono narrati nella saga Civil War, Steve Rogers viene assassinato in un ennesimo complotto di Teschio Rosso, che ha usato Crossbones come cecchino e la stessa Sharon Carter, ipnotizzata per esplodere tre colpi letali a Capitan American. Mentre tutto il mondo crede che Steve sia stato seppellito Cimitero nazionale di Arlington dopo una solenne celebrazione, Iron Man e Namor decidono di congelare il corpo di Cap nelle gelide acque del Mare Glaciale Artico, proprio dove venne trovato dagli Avengers anni prima. Due erano state le ultime volontà di Steve indicati in una lettera a Tony Stark: far si che Capitan America continuasse a vivere e di salvare James Buchanan Barnes, l’originale Bucky, dalla sua condizione psicologica post condizionamento. Tony decise quindi di far indossare l’iconico costume blu proprio a Bucky che sarà ben presto impegnato contro Teschio Rosso e l’invasione aliena degli Skrull unendosi agli Avengers!

Mentre Carter scopre di essere stata lei, involontariamente. ad uccidere l’amato e il nuovo Capitan America e Vedova Nera si scontrano con gli Oscuri Vendicatori, Ares e Venom, che li portano al cospetto di Osborn, Reed Richards e Sub-Mariner recuperano il corpo di Steve Rogers tra i ghiacci, il cervello  psiche continua a balzare nel tempo tra i ricordi traumatici della sua vita. Dopo molte vicissitudini, Steve, proprio mentre rivive la famigerata missione contro Zemo in cui lui e Bucky persero la vita, viene riportato nel tempo presente; grazie a Sharon che invoca il nome dell’uomo che ama. Ma in quel momento la Carter scoprirà con sgomento che all’interno del corpo di Cap risiede la mente del Teschio Rosso, mentre Steve Rogers si ritrova intrappolato in una prigione psichica creata dal suo nemico. Riassumendo molto gli accadimenti successivi, Bucky affronta in combattimento Teschio Rosso di fronte al monumento di Lincoln, ma proprio quando il nemico sta per avere la meglio , Steve Rogers, dall’interno della sua mente, riesce a sconfiggere la sua nemesi e scacciare la coscienza di Teschio Rosso, riprendendo finalmente il pieno controllo del proprio corpo.

Alla fine di questa saga (davvero complicata da riassumere) Steve Rogers, ripreso il controllo del proprio corpo e dei propri ricordi, si mette in contatto col presidente USA Barack Obama, per mettere nuovamente il costume Capitan America al chiodo dichiarando di aver già “un erede”  (tacendo che sia Bucky); anni dopo Steve Rogers desidera cominciare una nuova vita da persona normale e rifiuta nuovamente l’invito presidenziale di vestire i panni di Cap  pur rimanendo, in segreto un supereroe, con l’identità segreta: Mr. Potenza per combattere prima a fianco (e successivamente contro) il team di sedicenti supereroi H.I.V.E Fivers. Steve lasciò il gruppo deluso da questi falsi eroi e per un breve periodo tornò a essere Capitan American; ma dopo un nuovo scontro con gli Avengers, decide di nominare come suo successore Sam Flicker, un ex marines.

Nella saga dell’Assedio di Asgard, Steve Rogers decide di tornare in azione contro Norman Osborn e gli Oscuri Vendicatori, radunando intorno a se i Nuovi Vendicatori di Clint Barton, i Giovani Vendicatori, i Potenti Vendicatori al servizio di Hank Pym e i Secret Warriors di Nick Fury: Sam Flicker decide di fare un passo indietro e riconsegna lo scudo e il ruolo di Capitano nuovamente a Steve. Gli eroi, appoggiati anche da un pentito Loki, riescono a mettere agli arresti Osborn e salvare nuovamente l’universo!

Durante la serie Fear Itself, Steve Rogers guida nuovamente gli Avengers contro il redivivo Serpente, ma durante lo scontro, l’iconico scudo va in frantumi. Disperato, Rogers rinuncia alla pugna lasciando spazio al nuovo Capitan America, Bucky, che viene apparentemente ucciso in battaglia. Steve Rogers è costretto dunque a riprendere il suo ruolo, anche perché Bucky Barnes, creduto morto, decide di tornare a indossare l’identità del Winter Soldier.

Successivamente  alla battaglia contro gli X-Men (Avengers vs. X-Men), a seguito di uno scontro con Iron Nail, Steve Rogers perde il potere del siero del super soldato , invecchiando di colpo. Non potendo più continuare la sua carriera da eroe, affida lo scudo alla sua vecchia spalla Sam Wilson. Dopo varie e complicate narrazioni intrecciate (in cui vi è un epico scontro mortale con Iron Man) Steve riesce a rapire il dottor Erik Selvig per conto dell’Hydra, rivelandosi uno dei loro membri principali. Infatti, Kobik è stato indottrinato dal Teschio Rosso e, quando ridà a Steve la sua giovinezza, riscrive il suo passato facendo di lui un agente segreto dell’Hydra proprio prima che cominci la saga di “Civil War II” che si concluderà con un ennesimo scontro con Tony Stark e l’ipotetica morte del miliardario filantropo.

 

Infine, nel 2021, proprio a ridosso della premiere della serie tv di Disney+ “The Falcon and The Winter Soldier”, nella nuova miniserie a fumetti £The United States of Capitan America” compare un nuovo personaggio Aaron Fischer,  che si ispira a Capitan America incarno i valori degli attivisti della comunità Lgbt+.  Nella serie, Steve Rogers compirà un viaggio alla ricerca del suo Scudo rubato attraverso tutti gli Stati Uniti incontrando diversi personaggi ispirati dalla sua figura iconica e intenti a proteggere le proprie comunità. Captain America of the Railways, questo il nome “da battaglia” di Aaron Fischer, creato da Joshua Trujillo, è fortemente ispirato agli “eroi della comunità queer”:

“Sta dalla parte degli oppressi e dei dimenticati. Spero che la sua storia possa dire qualcosa ai lettori e possa aiutare a ispirare la prossima generazione di eroi”

La sua “uniforme” è estremamente più “quotidiana”: come dice lo stesso disegnatore Jan Bazaldua:

“Cap combatte esseri sovraumani e salva sempre il mondo, ma Aaron aiuta le persone sole per strada con i problemi che affrontano tutti i giorni”

Gianluca Falletta

Categories:   Approfondimenti, Books + Comics, Cinema & Tv

Comments

 

 

No, thanks!