Satyrnet.it

Toby Rice e La Cappella Oscura di Ray Anthony Treays

Nocturna distribuisce per la prima volta in Italia Toby Rice e La Cappella Oscura, primo volume di una saga urban fantasy a firma di Ray Anthony Treays. Ancor prima ancora della pubblicazione, il romanzo si è aggiudicato una posizione di rilievo nell’edizione 2010 del celebre Premio Odissea, presieduto dalla giuria allora composta dagli esperti Gianfranco Viviani, Franco Forte, Silvio Sosio e Luigi Pachì. Toby Rice e La Cappella Oscura ha per protagonisti Toby Rice, Laura Becket e Andrew McLeod, tre ragazzi inglesi che vivono in città diverse e conducono vite diverse.

CambridgeInghilterra orientaleore 15:25. Era la prima volta che un temporale di quella portata si abbatteva su Cambridge. Per tutta la notte il cielo aveva rombato come un enorme stomaco affamato, ma solo pochi minuti prima che le lancette dell’orologio del Trinity College segnassero le 5:00 aveva cominciato a diluviare. In un domino di luci elettriche tremolanti, una lunga spina dorsale che attraversava la città fino alle distese erbose dei Fens, Cambridge si era svegliata immersa in trenta centimetri d’acqua. Alle 9:57 il corso inferiore del fiume Cam era straripato, travolgendo le houseboats in prossimità degli argini. Alle 12:03 i gabinetti dell’ala ovest del Corpus Christi College avevano rigurgitato una condensa fangosa che aveva inondato le sale comuni e le stanze degli studenti. Uno di loro, Kenny Braxton, si sarebbe ricordato di quel giorno vent’anni dopo di fronte ai giurati che gli assegnavano il Nobel per la pace. Nel primo pomeriggio il vento aveva cominciato a intensificarsi. Alle 14:02 aveva raggiunto le centocinquanta miglia orarie, che erano diventate centosettanta alle 14:09. Alle 14:30 un automezzo che trasportava pollame si era ribaltato sull’asfalto viscido della M11, provocando un tragico tamponamento a catena. Alle 15:25 Toby Rice si apprestava a lasciare Cambridge per tornare a casa. Toby si trascinò in direzione della stazione ferroviaria, riparandosi dalla pioggia con un ombrello che la furia del vento aveva sbrindellato. Quando giunse nell’atrio una voce metallica annunciò la partenza imminente del treno diretto a Stratford-upon-Avon. Toby cominciò a correre. Si caracollò nel sottopassaggio e ci mancò poco che le suole consumate delle sue sneakers scivolassero sui gradini resi scivolosi dall’acqua. Timbrò il biglietto senza fermarsi e pattinò fino alle scale che conducevano sul terzo binario; le risalì con grandi falcate, quindi si precipitò alla carrozza più vicina. Riuscì a salirvi un attimo prima che la porta si chiudesse alle sue spalle. Con un cigolio lamentoso il treno cominciò a muoversi.

Toby Rice e La Cappella Oscura ha per protagonisti Toby Rice, Laura Becket e Andrew McLeod. Tre ragazzi inglesi che vivono in città diverse e conducono vite diverse. All’apparenza, niente sembra legare il loro destino: Toby sta tornando a casa dopo aver visitato il college in cui si iscriverà; Laura si sta recando al ristorante in cui lavora come cameriera, mentre Andrew ha appena terminato di suonare con la sua band. Prima che termini la giornata, una telefonata cambierà la loro vita. Alle luci dell’alba si ritroveranno nella Winston House, una grande dimora vittoriana che sorge ai confini meridionali di Blackchapel, una contea dello Yorkshire. Qui Toby, Andrew e Laura apprenderanno che, insieme ad altri sei ragazzi provenienti dalle parti più disparate del mondo, sono stati scelti come membri di un’antica società segreta dalla cui attività dipende la sopravvivenza di molti abitanti di Blackchapel, addirittura dell’intera Inghilterra. Per Toby, giunto nello Yorkshire dopo peripezie che hanno messo a repentaglio la sua vita, si apriranno le porte di una realtà parallela. Smessi di notte i panni dello studente universitario, con i suoi nuovi occhi scoprirà, nascosto sotto il velo della quotidianità di Blackchapel, un piccolo universo oscuro regolato da strane regole e abitato da personaggi ambigui e pericolosi. Ma il pegno da pagare sarà alto: proprio quando Toby comincerà a prendere confidenza con la sua nuova vita, un messaggio in codice trovato quasi per caso in una delle stanze della Winston House lo porrà suo malgrado di fronte a nuovi dilemmi e paure. Quella che sembra un’innocua caccia al tesoro si trasformerà per Toby, Andrew e Laura in un labirinto di misteri e inganni, il fulcro di una vecchia leggenda celata dall’ignoranza e dalla paura.

La copertina è stata realizzata da Stefano Baldo, già illustratore di Mondadori per La terra dei ghiacci di John Flanagan, La promessa del lupo e Il coraggio del lupo di Michelle Paver.

Nocturna è il marchio editoriale di Editrice GDS dedicato al mondo del genere fantasy, gotico e fantascientifico. L’originalità dei testi, la cura del prodotto e il rapporto di collaborazione e fiducia con i nostri autori rappresentano il suo punto di forza. I volumi sono raggruppati in tre sezioni: New Gothic (a cura della vicedirettrice Filomena Cecere), Fantascienza (di Roberto Carlo Deri), e Fantasy (di Alfonso Zarbo); Iolanda Massa è incaricata del ruolo di direttrice editoriale.

Redazione

Redazione

C'è un mondo intero, c'è cultura, c'è Sapere, ci sono decine di migliaia di appassionati che, come noi, vogliono crescere senza però abbandonare il
sorriso e la capacità di sognare.

Satyrnet.it vuole aiutare tutti gli appassionati che si definiscono "NERD"
a comunicare le proprie iniziative e i propri eventi: se volete inviare il
vostro contenuto per una pronta condivisione sul nostro network, l'indirizzo è press@satyrnet.it !
Aspettiamo le vostre idee!

Aggiungi commento

Nerd Artists Collective

La nostra pagina facebook

Iscriviti alla Newsletter

Sostienici

Seguici

Facebook Page
Instagram

Iscriviti