Satyrnet.it

Menu

Star Wars Episodio III: La Vendetta dei Sith… in 8 punti

 – Obi-Wan : Ho fallito con te, Anakin. Ho fallito con te.
– Anakin : Avrei dovuto capirlo che i Jedi miravano a prendere il potere.
– Obi-Wan : Anakin, il Cancelliere Palpatine è il male!
– Anakin : Dal mio punto di vista, i Jedi sono il male!
– Obi-Wan : E allora sei dannato!
– Anakin : Questa è la tua fine, mio Maestro.
– Obi-Wan : È finita, Anakin. Sto più in alto di te.
– Anakin : Tu sottovaluti il mio potere.
– Obi-Wan : Non provarci.
Anakin mutilato dal colpo di Obi-Wan cade e scivola verso le fiamme .
– Obi-Wan : Tu eri il prescelto! Era scritto che distruggessi i Sith, non che ti unissi a loro! Dovevi portare equilibrio nella Forza, non lasciarla nelle tenebre!
– Anakin : Io ti odio!
– Obi-Wan : Eri mio fratello, Anakin. Ti volevo bene.
Non c’è niente da fare … ogni volta che arriva questa parte mi commuovo
1) Da molti ritenuto il miglior capitolo della Trilogia Prequel, me incluso, La Vendetta dei Sith nasce dai primi appunti del 1973 di George Lucas, che pur essendo solo tracce abbozzate, facevano da materiale di supporto agli accadimenti sviluppati nel primo capitolo della Trilogia Classica. Lo sviluppo delle tematiche principali di questo film è proseguito durante la lavorazione della Trologia Classica, come emerge dalla trascrizione di una riunione del 1981 tra Lucas e Lawrence Kasdan, dove si leggeva: «Anakin non fa che peggiorare e si scontra con Obi-Wan, che è costretto a duellare con lui e a gettarlo in un vulcano. Fener è a pezzi, perde l’altro suo braccio e la sua gamba e non rimane granché di lui quando le truppe dell’Imperatore lo ritrovano»  Vista l’importanza del capitolo, decisivo poiché deve fare da collante tra gli accadimenti della Trilogia Prequel e di quella Classica, Lucas ha iniziato a lavorare alla scrittura de La Vendetta dei Sith, ancor prima di quella de L’Attacco dei Cloni, dovendo poi per motivi di tempo scartare molte delle idee e del materiale visivo che aveva in mente all’inizio. Lucas decise così di concentrarsi sulla trama principale, ovvero la caduta di Anakin Skywalker e la nascita di Darth Vader, eliminando altre sotto trame e scene che avrebbero rischiato di spostare eccessivamente l’attenzione dello spettatore. Erano previste infatti in origine molte più battaglie ( poi ritrovate, ampliate e approfondite nella serie animata The Clone Wars ), l’approfondimento del piano di creazione dell’esercito d cloni per mano del Maestro Sifo-Dyas accennato in Episodio II, un apparizione di Han Solo adolescente, che sarebbe servito da collante con la Trilogia Classica, la nascita della Ribellione, per mano di Padme, ed ultima, ma non per ultima, la conferma della paternità di Anakin da parte di Palpatine attraverso la manipolazione dei “tanto amati” midi-chlorian, passaggio che avrebbe dovuto dare un colpo di scena non molto dissimile da quello di Darth Vader con Luke ne L’Impero Colpisce Ancora. Tra i vari titoli papabili per questo capitolo ci furono Birth of Empire e Rise of Empire, ma alla fine Lucas optò per Revenge of the Sith, in onore a quello che sarebbe dovuto essere il titolo originale di Episodio VI, ovvero Revenge of the Jedi, divenuto poi The Return of the Jedi poiché il concetto di vendetta poco si sposava alla filosofia di un Jedi. Anche questo capitolo, al momento dell’uscita nei cinema, infranse diversi record guadagnando un totale di 848 milioni di dollari in tutto il mondo e risultando, al tempo, il terzo film con il maggior incasso della saga di Guerre Stellari.
2) Rivedendo per la ennesima volta questo capitolo emergono in me due nuovi desideri :
– il pianeta dei Wookie, specialmente la parte legata agli alberi, meriterebbe un bel set Lego, ma proprio uno di quelli belli grossi.
– Mace Windu è un Jedi che meriterebbe decisamente un approfondimento
3) 2005. CALIFORNIA. NICASIO. SKYWALKER RANCH
– George Lucas : “ Regaz, è fatta. Mi sembra che a ‘sto giro abbiamo fatto un buon lavoro. Abbiamo … ho fatto un bel lavoro … Comunque, ecco che per premiarvi volevo darvi un anticipazione su una scena clou.
Pronti ?! Eccola : dopo il passaggio al Lato Oscuro di Anakin, la lotta con Obi-Wan su Mustafar, la nascita di Vader con tanto di scena epica di chiusura del casco e prima accensione respiratore, pensavo di fare una scena con Vader che si sveglia dall’intervento e che parla con l’Imperatore con la voce tipo lo Zio Frank di Carletto Il Principe dei Mostri, poi si libera stile Frenkenstein appunto e alla fine caccia un “Nooooooooooooo”, ma non figo come Luke in Episodio V eh, sempre un po’ così, un po’ tragicomico, tipo proprio il MEHEHEE dello Zio Frank. Eh ?! Bello vero ?!
– Staff creativo/schiavi Lucasfilm : “ Yes Master. “ 😔
4) Dopo aver visto tutta la serie The Clone Wars, ed aver visto tante avventure passate da Anakin e Obi-Wan, questo capitolo assume un ulteriore marcia in più ❤
5) Ho sempre trovato e continuo a trovare il Generale Grievous fikiiiissimo
6) Finalmente il prologo all’inizio inizia ad avere dei toni avventurieri allineati con quelli della Trilogia Classica :
Tanto tempo fa, in una galassia lontana, lontana …
È guerra! La Repubblica crolla sotto gli attacchi dello spietato Signore dei Sith, conte Dooku.
Si contano eroi in ambedue gli schieramenti.
Il Male è ovunque.
Con un’azione spettacolare, il malvagio comandante dei droidi, generale Grievous, è entrato nella capitale della Repubblica e ha rapito il cancelliere Palpatine, capo del Senato della Galassia.
Mentre l’Esercito Separatista di Droidi cerca di abbandonare la capitale assediata insieme al prezioso ostaggio, due Cavalieri Jedi
sono alla testa di un’impresa disperata: liberare il Cancelliere prigioniero …
7) PRO E CONTRO DI QUESTO EPISODIO:
PRO EPISODIO :
– Inizio del film In Media Res 🔝🔝🔝
Ricordo ancora che quando lo. Ridemmo per la prima volta al cinema, appena iniziato, con tutta la battaglia in mezzo alle navi, quel dinamismo, quella ricchezza nelle immagine, tra gli amici ci guardammo dicendo “ Si, questo è Guerre Stellari “.
Tra l’altro l’altro la scena di apertura mi ha sempre ricordato il poster anni ‘80 della battaglia nello spazio tra Autobot e Decepticon
– Look Anakin azzeccato al 100%
– Look Obi-Wan azzeccato al 100%
– Generale Grievous
– Il Boga, il lucertolone/uccello che cavalca Obi-Wan. Sempre adorato.
– Duello Anakin vs Obi-Wan. Uno dei più belli dell’intera Saga.
– Nonostante George Lucas non brilli particolarmente per le doti di regia, ho sempre trovato il montaggio alternato sul finale con il chiasmo della morte di Anakin e la nascita di Luke e Leia con la nascita di Darth Vader e la morte di Padme un bel passaggio.
– Cameo di George Lucas nei panni del Barone Notluwiski Papanoida nella scena del Teatro, il primo e l’unico cameo di George Lucas in live action di tutta la saga.
– Primo respiro di Darth Vader, da brividi.
– Scena di Vader accanto all’Imperatore che incrocia le braccia mentre osservano la costruzione de La Morte Nera, bellissima.
– Obi-Wan che consegna il piccolo Luke ai Lars, con immagine finale su Tatooine sul tramonto coi due soli … Una Nuova Speranza.
CONTRO EPISODIO
– Alcuni dialoghi sempre imbarazzanti : Obi-Wan con Anakin all’inizio appena portano giù la nave, con tutta la pappardella sui complimenti, e sempre Anakin con Padme sulla terrazza a “parlar d’amore”, roba da coma diabetico che nemmeno due liceali sbronzi … solo per citarne alcuni.
– La parte finale del duello tra Mace Windu e Palpatine, anche qui imbarazzante : “ Traditoooreee !!!! “ …. “ No, sei tu il traditore “, con quello che spara fulmini ( e rimane tumefatto facendo tutto da solo poiché evidentemente oltre ad essere il Signore dei Sith è anche un bischero fuori misura ) e l’altro che para con la spada manco fosse Buffon ai tempi d’oro …
Giuro che quando da piccoli, 9/6 anni, giocavamo io e mio fratello si Master e lui faceva He-Man e io Skeletor, eravamo molto più credibili.
– Oggettivamente penso che a Lucas con il passare degli anni siano aumentati i soldi ma diminuiti gli amici … sennò non si spiega perché nessuno nel vedere la scena del Frenkestein/Vader non gli abbia detto “ Dai George, ma non lo vedi che fa caa ?!?! “
– Continuo a dire che Palpatine sarebbe stato molto più credibile semplicemente cambiando abbigliamento e colore degli occhi, rivelando così la sua natura oscura, e senza la boiata della tumefazione da fulmini riflessi.
8 ) Oggi come ieri, rimane uno dei miei episodi preferiti della saga ❤️
Giampaolo Burichetti

Categories:   Cinema & Tv, STAR WARS

Comments

 

 

No, thanks!