Satyrnet.it

Menu

Scooby’s All-Star Laff-a-Lympics

Una delle cose belle di molte case di produzione, non solo fumettistiche ma anche televisive, è quando creano una miscellanea di alcuni loro personaggi appartenenti a serie differenti dando vita a dei veri e propri cross-over. Anche la Hanna & Barbera non è stata da meno, infatti, verso la fine degli anni ’70 creò un cross-over raccogliendo la maggior parte dei personaggi delle loro serie di punta e inserendole in un contesto sportivo, una sorta di “giochi senza Frontiere” animato. Intitolandola Scooby’s All-Star Laff-a-Lympics, sfruttando l’onda del successo della serie di Scooby Doo, essa raccoglieva molti altri personaggi come Svicolone, Orso Yoghi, Blue Falcon, Capitan Cavey, Mumbly e molti altri, che divisi in 3 squadre si affrontavano a turno in prove sportive, di genere umoristico ovviamente, fino alla conquista della medaglia d’oro. Vennero realizzate due stagioni per un totale di 24 episodi trasmessi dalla ABC, mentre in Italia venne trasmessa dalle reti Rai e in alcune emittenti locali, con il titolo le Olimpiadi della Risata. Venne poi fatta una versione DVD chiamata Scooby Doo le olimpiadi della risata, i Giochi del Mistero.

https://www.youtube.com/watch?v=1FqwEt3Alio

La serie si ispira come precedentemente detto, alle Olimpiadi e a Giochi senza Frontiere, qui vari personaggi della Hanna & Barbera si affrontano, divisi in squadre, in un contesto umoristico, per vincere tutte le prove e raggiungere la vittoria, con onestà e spirito sportivo. Le squadre sono 3 e ognuna di esse ha il suo capitano che le rappresenta: la prima squadra si chiama gli Scooby Doobies il cui capitano è ovviamente Scooby Doo, la seconda squadra è la The Yogi Yahooeys il cui capitano è l’Orso Yoghi e la terza squadra si chiama The Really Rottens è rappresentata da Dread Baron, il fratello gemello di Dick Dastardly in cui  sono riuniti quasi tutti i villain e gli antagonisti delle altre due squadre. Ogni episodio si svolge in diversi paesi e città e i protagonisti si cimenteranno in varie prove a tema, dedicate al paese che ospita i giochi, il tutto grazie anche alla simpatica telecronaca di Svicolone e di Mildew the Wolf, anche se tutti si chiedono sempre all’inizio di ogni puntata “chi vincerà?”, alla fine il solo e unico vincitore è il buon umore.

Serie televisiva carina, divertente e molto ben strutturata, è bello vedere così tanti personaggi differenti riuniti insieme, creando un’unica serie, dando uguale spazio a ogni singolo personaggio, compresi gli antagonisti: molto spesso, sinceramente, io facevo il tifo per loro. Se lo dovessero riproporre, forse non sarà il successo dell’anno, ma di certo potrebbe avere un suo ben nutrito seguito, dopotutto quanto ci divertivamo guardando Giochi Senza Frontiere?

Alla prossima!

by Marco Talparius Lupani

Marco Giovanni Lupani
Latest posts by Marco Giovanni Lupani (see all)

Categories:   AULAMANGA, Cinema & Tv, Glorie Nerd Vintage

Comments

 

 

No, thanks!