Satyrnet.it

Menu

Real! A Ghostbusters Tale

Dopo il test screening a Lucca Comics & Games, “Real! – A Ghostbusters Tale” sabato 24 luglio alle ore 18 sarà presentato in prima assoluta nazionale a Roma nel parco a tema Cinecittà World, come evento di punta del “Cartoon Day 2021“, un’iniziative nerd in cui sarà protagonista la cultura geek a 360°.

Real! – A Ghostbusters Tale è l’ambizioso progetto cinematografico di Edoardo Stoppacciaro, doppiatore e scrittore, che, insieme ad alcuni amici, grandi professionisti del grande schermo, vero tributo alla saga dei Ghostbusters, cult degli ’80.

“Io sono nato nel 1983 e ho conosciuto prima i “The Real Ghostbusters”. Solo più tardi ho scoperto dell’esistenza dei film. E ho riconosciuto i miei personaggi preferiti grazie alle voci dei meravigliosi doppiatori che davano loro vita nell’edizione italiana. E così in un colpo solo mi sono innamorato del doppiaggio (che oggi è il mio lavoro) e ho cominciato a sognare di raccontare anch’io la mia “Ghostbusters tale”. Era un sogno che mi sono rassegnato presto a non poter realizzare. Almeno finché, per il mio trentesimo compleanno, la mia fidanzata (oggi mia moglie e mamma di mia figlia) mi ha regalato la replica di uno zaino protonico. Dopo aver pianto di gioia per una ventina di minuti, ho deciso: era tempo di realizzare il mio sogno di bambino. L’idea era di acquistare una reflex e girare un piccolo fan film tra amici. Ma per riuscire a immaginare una storia, mi servivano dei personaggi. E oltre a me, non avevo ben chiari i “volti” degli altri Acchiappafantasmi. Poi una sera, durante una cena post-teatro con Marco Fumarola e Fabio Cavalieri, miei amici fraterni e colleghi coi quali all’epoca ero in scena con uno spettacolo, ho visto il nostro tavolo riflesso in uno specchio del ristorante e ho pensato «Cavolo! Eccoli là, i miei Ghostbusters!». In cinque giorni ho scritto il soggetto e in un mese la prima bozza di sceneggiatura. Era il 2013 e il sogno iniziava a prendere forma. Mi capitava di parlarne con amici, colleghi e semplici conoscenti.”

I “Ghostbusters”, gli scienziati eccentrici a caccia di fenomeni paranormali nati dal genio di Dan Aykroyd, Harold Ramis e Ivan Reitman, che a novembre torneranno in sala con “Ghostbusters Legacy” diretto dal figlio d’arte Jason Reitman, hanno ispirato un sequel inedito ambientato tra i vicoli e i luoghi misteriosi della Città Eterna. Trent’anni dopo gli eventi di “Ghostbusters 2“, la capitale italiana è lo scenario per tracciare una linea di continuità con le vicende paranormali newyorkesi e per dare luogo ad un’altra rocambolesca e tragicomica missione di disinfestazione contro i fantasmi che si nascondono tra le mura capitoline.

 

All’ombra del Colosseo un improbabile trio formato da un professore di fisica, Ludovico Tosi (Marco Fumarola), un ricercatore, Simone Ruggeri (Fabio Cavalieri) e uno studente fuori corso, Davide Lancia (Edoardo Stoppacciaro), si ritrova più per necessità che per caso a cercare con urgenza una casa in affitto. Quando ne trovano finalmente una alla loro portata, un appartamento grande al centro della città, in una palazzina vecchia, ma signorile, si accorgono che c’è un problema: è infestato dai fantasmi. Non avendo alternative e non potendo rinunciare a quella casa chiedono aiuto ad un professore dalla voce inconfondibile (Egon Spengler/Harold Ramis doppiato da Mario Cordova), che gli fornirà l’attrezzatura dei Ghostbusters e le indicazioni per affrontare la loro prima missione. Con l’aiuto di una loro amica, Susanna Tessitore (Lidia Perrone), cercheranno di risolvere il mistero che avvolge lo spettro di un Alchimista del XVII secolo (Alessandro Budroni) e davanti alla Porta Alchemica di piazza Vittorio Emanuele saranno messi a dura prova per salvare Roma dalla minaccia fantasma tra incoscienza, goffaggine e assoluta incapacità. Ce la faranno?

La risposta è tutta da scoprire guardando “Real! – A Ghostbusters Tale”, una formula non convenzionale, e non sempre ripetibile, di low budget unito a buone idee, forza di volontà e tanta passione. Un vero e proprio film, un fanfilm a tutti gli effetti, definizione corretta ma forse riduttiva per un lavoro realizzato con cura professionale e grande rispetto dei personaggi e del copyright. Il film, senza scopo di lucro, essendo legato al marchio “Ghostbusters“, ha comunque ricevuto un “tacito benestare” dalla Sony Pictures, che è stata informata dell’iniziativa e ha rilasciato un attestato firmato da Ivan Reitman in persona, col quale il progetto è stato accolto nella Ghost Corps, la divisione della Columbia Pictures che supervisiona e tutela il brand Ghostbusters.

Il cast, oltre ad Edoardo Stoppacciaro, in veste di attore, ma anche di sceneggiatore e regista, vede tra i protagonisti Marco Fumarola, Fabio Cavalieri, Lidia Perrone e Alessandro Budroni. La regia è cofirmata con Cristian Calabretta, che ha scritto la sceneggiatura insieme a Stoppacciaro e a Valerio Albasini Di Giorgio. Le musiche sono di Fulvio Valitutti.

A rafforzare e rendere più credibile il collegamento narrativo tra la Manhattan di fine anni ‘80 e le vicende romane di oggi ci sono poi alcune partecipazioni speciali come quelle “in voce” di Sergio Di Giulio (Voce italiana del dottor Ray Stantz/Dan Aykroyd), Mario Cordova (Voce italiana del dottor Egon Spengler/Harold Ramis), Cristiana Lionello (Voce italiana di Janine Melnitz) e Melina Martello (Voce italiana di Dana Barrett). Il progetto è stato interamente autofinanziato anche grazie a un crowdfunding sulla piattaforma Produzioni Dal Basso, che ha fruttato 18000 euro per sostenere i costi di avviamento. Il resto del budget è stato investito in prima persona dagli stessi protagonisti. Le riprese sono state realizzate nel 2017 tra Roma e Viterbo, con la partecipazione di oltre 70 professionisti, tra troupe e artisti di VFX attraverso una collaborazione tra Italia e Canada.

Edoardo Stoppacciaro (Montefiascone, 6 luglio 1983) è un doppiatore e scrittore italiano. E’ conosciuto dal grande pubblico per essere la voce di Robb Stark nella serie Games of Thrones. Ha lavorato anche in molti lungometraggi animati, tra i quali Ratatouille, Cenerentola e gli 007 nani, Strange Magic, Cattivissimo me. Nel 2015 è stato pubblicato il suo primo romanzo, Una primavera di cenere, primo capitolo della trilogia Mondo in fiamme edito da La Corte Editore. Il secondo capitolo, Requiem d’acciaio, è stato pubblicato nel 2019. Sempre nel 2019 ha partecipato al doppiaggio inglese (diretto da Francesco Vairano) del film Pinocchio di Matteo Garrone, doppiando il personaggio di Arlecchino, interpretato da Claudio Gaetani.

admin

Categories:   Cinema & Tv, Fanstuff

Comments

 

 

No, thanks!