Al via il 15 Novembre il Kickstarter tutto Italiano di Parsifal – A Game of Tarots di Osvaldo Duilio Rossi illustrato da Emanuele Ercolani. Parsifal – A Game of Tarots nasce dall’idea di trasformare l’Opera lirica di Richard Wagner in un gioco di carte a tema fantasy. Il sistema di gioco declina l’opera wagneriana in un accattivante gioco di tarocchi, rivolto agli amanti dei giochi altamente strategici. La storia del Parsifal trova un nuovo intreccio sul gioco da tavolo: i giocatori, da 2 a 6, sceglieranno ad ogni mossa quale personaggio impersonificare per vincere la partita.  Ma Parsifal – A Game of Tarots è un gioco feroce: ad ogni mossa degli avversari: bisogna essere pronti a modificare la propria strategia. Un gioco per menti svelte, curiose e riflessive allo stesso tempo. Un gioco che permette di vivere l’Opera in un modo completamente nuovo!

A oltre un secolo dal suo debutto nei teatri europei, a Bologna nel 1914, Parsifal, l’ultimo dramma musicale di Wagner, si trasforma da opera lirica tra le più amate a gioco di carte a opera di un team tutto Italiano. Un mazzo di tarocchi da 30 carte per rivivere le drammatiche gesta di Monsalvato dove oscure, mistiche forze insidiano i cavalieri votati al bene nell’attesa che Parsifal, il Puro Folle, possa svolgere la sua missione divina di redentore. Il Kickstarter lancerà il 15 Novembre, ma la il pre-launch per rimanere informati è già live. Nella sua opera ispirata liberamente dal poema epico del tredicesimo secolo, Parzival di Wolfram von Eschenbach,Richard Wagner ha mostrato all’uomo moderno l’intrinseco simbolismo psicologico che il mito di Parsifal porta con sè. Oggi, in Parsifal – A Game of Tarots starà ai giocatori guidare le forze del bene, o del male, alla redenzione o al suo drammatico opposto.

Osvaldo Duilio Rossi, Creatore di Parsifal – A Game of Tarots, ha dichiarato:

“Con Parsifal, Wagner scopre il conflitto individuale tra desiderio e dovere e il conflitto sociale che ne consegue; intuisce che un mondo affettivo chiede di essere evocato tramite segni e simboli passionali, come la lancia e la coppa, i fiori, le ferite… E lo fa rievocando il mondo medievale cristiano…Così come evocano simboli e segni le streghe e gli alchimisti che svilupparono i tarocchi per leggere la coscienza dentro segni esteriori. Ed eccoci quindi ad andare dalla più alta forma di lirica al gioco, qui rappresentato dai tarocchi, per un’altra forma di ‘messa in scena sociale’. Parsifal – A Game of Tarots ci consente di viaggiare nelle emozioni reciproche dei giocatori tramite la strategia.”

Le trenta carte di Parsifal sono illustrate dal fumettista Emanuele Ercolani (Kitsune – Scout Comics, Night Crimson – Noise Press, Akai Misaki – Heavy Metal Magazine) che ha reimmaginato i personaggi dell’opera di Wagner come veri e propri tarocchi in stile epic fantasy.

Parsifal – A Game of Tarots è un feroce gioco di strategia da due a sei giocatori con poche regole semplici ma in cui a ogni mossa degli avversari si dovrà essere pronti a modificare la propria strategia. A ogni mano ogni giocatore preleva un tarocco e lo posiziona nell’area di gioco o nella propria area di controllo in base al tipo di carta (Personaggio o Artefatto) e svolgendone le azioni consentite. L’obiettivo è di far compiere a uno dei propri personaggio tre missioni per vincere la partita, e per farlo i giocatori dovranno essere scaltri, curiosi e spietati nello schierarsi col Bene o col Male.

Il Kickstarter di Parsifal – A Game of Tarots parte il 15 Novembre, ma è già live l PreLaunch a cui gli appassionati potranno già iscriversi per rimanere sempre aggiornati. Tra i pledge da segnalare:
– Il pledge da soli 2 Euro che dà diritto al print&play scaricabile a fine Kickstarter.
– Il pledge Herzeleide da 68€ che include oltre a tutti gli stretch goals una stampa A3 del proprio personaggio preferito.
– Il pledge Titurel da 109€ che include un mazzo con rifiniture d’oro e il packaging in legno.
Tra gli stretch goals troviamo le istruzioni per il solo play, il deck in carte linen, e molto altro.

Gianluca Falletta
Seguimi
Latest posts by Gianluca Falletta (see all)